In che modo la sovranità di Dio e il libero arbitrio dell’uomo cooperano nella salvezza?




Domanda: "In che modo la sovranità di Dio e il libero arbitrio dell’uomo cooperano nella salvezza?"

Risposta:
Per noi è impossibile comprendere appieno il rapporto fra la sovranità di Dio e il libero arbitrio dell’uomo. Solo Dio sa davvero in che modo cooperino queste due cose.

La Scrittura dice chiaramente che Dio sa chi sarà salvato (Romani 8:29; 1 Pietro 1:2). Efesini 1:4 ci dice che Dio ci ha scelti “prima della creazione del mondo”. La Bibbia descrive ripetutamente i credenti come “scelti” (Romani 8:33; 11:5; Efesini 1:11; Colossesi 3:12; 1 Tessalonicesi 1:4; 1 Pietro 1:2; 2:9; Matteo 24:22, 31; Marco 13:20, 27; Romani 11:7; 1 Timoteo 5:21; 2 Timoteo 2:10; Tito 1:1; 1 Pietro 1:1). È assolutamente chiaro che i credenti siano predestinati (Romani 8:29-30; Efesini 1:5, 11) ed eletti (Romani 9:11; 11:28; 2 Pietro 1:10) alla salvezza.

La Bibbia dice anche che abbiamo il libero arbitrio: tutto quello che dobbiamo fare è credere in Gesù Cristo e saremo salvati (Giovanni 3:16; Romani 10:9-10). Dio sa chi sarà salvato, sceglie chi sarà salvato, ma noi dobbiamo scegliere Cristo per essere salvati. È impossibile per una mente finita comprendere in che modo cooperino questi tre fatti (Romani 11:33-36). La nostra responsabilità è di portare il Vangelo al mondo intero (Matteo 28:18-20; Atti 1:8). Dovremmo lasciare a Dio il compito della preconoscenza, dell’elezione e della predestinazione ed essere semplicemente ubbidienti nel condividere il Vangelo.


Torna alla home page italiana

In che modo la sovranità di Dio e il libero arbitrio dell’uomo cooperano nella salvezza?