Il Libro di Neemia?



"Il Libro di Neemia?"

Autore: Il Libro di Neemia non menziona il proprio autore, ma sia gli Ebrei che i Cristiani lo attribuiscono ad Esra. Questa ipotesi si basa sul fatto che i due libri di Esra e Neemia erano originariamente uno soltanto.

Datazione: Il libro di Neemia fu probabilmente scritto tra il 445 ed il 420 a.C.

Scopo del Libro: Il libro di Neemia, appartenente al gruppo dei libri storici, continua la storia del ritorno d'Israele dalla cattività Babilonese e la ricostruzione del tempio d'Israele.

Versetti chiave:

Neemia 1:3, E quelli mi risposero: "I superstiti della deportazione sono là, nella provincia, in gran miseria e nell'umiliazione; le mura di Gerusalemme restano in rovina e le sue porte sono consumate dal fuoco".

Neemia 1:11, Signore, te ne prego, siano i tuoi orecchi attenti alla preghiera del tuo servo e alla preghiera dei tuoi servi, che vogliono temere il tuo nome; e concedi oggi, ti prego, successo al tuo servo, e fa' che egli trovi pietà presso quest'uomo". A quel tempo io ero coppiere del re.

Neemia 6:15-16, 15 Le mura furono portate a termine il venticinquesimo giorno di Elul, in cinquantadue giorni. 16 E quando tutti i nostri nemici lo seppero, tutte le nazioni circostanti furono prese da timore, e provarono una grande umiliazione perché riconobbero che questa opera si era compiuta con l'aiuto del nostro Dio.

Breve Riassunto: Neemia, un Ebreo in Persia, ricevette la notizia che il popolo stava ricostruendo il Tempio di Gerusalemme. Fu così che iniziò a preoccuparsi, dato che la città era priva di mura. Neemia chiese quindi a Dio di usarlo per salvare la città. Dio rispose alla sua richiesta lavorando sul cuore del re di Persia, Artaserse, il quale non solo benedì Neemia, ma gli diede risorse da utilizzare nel progetto. Neemia infine ricevette il permesso dal re per tornare a Gerusalemme, dove fu eletto governatore.

Nonostante gli oppositori e le accuse, il muro venne costruito ed i nemici furono messi a tacere. Il popolo, ispirato da Neemia, donò soldi, manodopera e risorse per completare il muro nel corso di 52 giorni. Questa collaborazione e unità durò poco tempo, in quanto Gerusalemme tornò all'apostasia quando Neemia si allontanò per un periodo. Dopo 12 anni, al suo ritorno, Neemia trovò le mura rafforzate, ma il popolo indebolito. Fu così che decise di insegnare al popolo la moralità: "Li rimproverai, li maledissi, ne picchiai alcuni, strappai loro i capelli” (13:25). Neemia ristabilì la lode sincera attraverso la preghiera, incoraggiando il popolo a leggere la Parola di Dio.

Profezie: Neemia pregò intensamente per il suo popolo (Neemia 1). La sua zelante intercessione per il popolo di Dio anticipa il grande intercessore, Gesù Cristo, il quale pregò intensamente per il suo popolo nella preghiera in Giovanni 17. Sia Gesù che Neemia amavano il popolo di Dio, un amore che esprimevano nelle loro preghiere, intercedendo per loro di fronte al trono di Dio.

Applicazione Pratica: Neemia portò gli Israeliti al rispetto ed all'amore per le Scritture. Neemia, per il suo amore per Dio e per il suo desiderio di vedere Dio glorificato, portò gli Israeliti verso la fede e l'obbedienza. Nello stesso modo, i Cristiani dovrebbero amare ed essere riverenti verso la verità della Scrittura, memorizzandola, meditando su di essa giorno e notte, e rivolgendosi ad essa per l'appagamento di ogni bisogno spirituale. Seconda Timoteo 3:16 dichiara:“Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia”. Se vogliamo dunque sperimentare la rinascita spirituale degli Israeliti (Neemia 8:1-8), dovremmo iniziare con la Parola di Dio.

Ognuno di noi dovrebbe avere una genuina compassione verso coloro che hanno ferite fisiche o spirituali. La compassione semplice, se non fondata sulla Bibbia, perde di senso. A volte dobbiamo dunque mettere da parte noi stessi per servire gli altri. Dobbiamo credere totalmente nella causa di dare il nostro tempo e denaro con il giusto spirito. Quando permettiamo a Dio di lavorare attraverso noi, persino i non credenti lo riconoscono.


Torna alla home page italiana

Il Libro di Neemia?