Libro di Apocalisse



 

Libro di Apocalisse

Autore: Apocalisse 1:1,4,9 e 22:8 identificano nello specifico l’autore del libro di Apocalisse con l’apostolo Giovanni.

Quando è stato scritto: Il libro di Apocalisse fu scritto probabilmente tra il 90 e il 95 d.C.

Perché è stato scritto: L’Apocalisse di Gesù Cristo fu rivelata a Giovanni da Dio “per mostrare ai suoi servi quello che presto sarà”. Questo libro è pieno di misteri che riguardano le cose che accadranno. Si avverte che sicuramente ci sarà la fine del mondo e il giudizio di esso. Ci dà un piccolo squarcio del cielo e di tutte le glorie che spettano a tutti coloro che mantengono le loro vesti candide. Apocalisse ci illustra la grande tribolazione, con tutte le sue pene e il fuoco finale che tutti i non credenti si troveranno ad affrontare per l'eternità. Il libro ribadisce la caduta di Satana e il castigo al quale lui e i suoi angeli sono vincolati. Ci vengono mostrati tutti i doveri di tutte le creature e gli angeli del cielo e le promesse dei santi che vivranno per sempre con Gesù nella Nuova Gerusalemme. È difficile trovare le parole per descrivere ciò che leggiamo nel libro dell'Apocalisse.

Versetti chiave: Apocalisse 1:19 "Scrivi dunque le cose che hai visto quelle che sono e quelle che stanno per accadere dopo queste.”

Apocalisse 13:16-17, "Inoltre faceva sí che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio sulla loro mano destra o sulla loro fronte, e che nessuno potesse comperare o vendere, se non chi aveva il marchio o il nome della bestia o il numero del suo nome."

Apocalisse 19:11, "Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco, e colui che lo cavalcava si chiama il Fedele e il Verace; ed egli giudica e guerreggia con giustizia."

Apocalisse 20:11, "Poi vidi un gran trono bianco e colui che vi sedeva sopra, dalla cui presenza fuggirono il cielo e la terra, e non fu piú trovato posto per loro."

Apocalisse 21:1 "Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il primo cielo e la prima terra erano passati, e il mare non c'era piú."

Breve riassunto: L’Apocalisse descrive in maniera pittoresca le visioni di Giovanni. Esse proclamano gli ultimi giorni prima del ritorno di Cristo e l’inaugurazione di nuovi cieli e una nuova terra. L’Apocalisse inizia con le lettere alle sette chiese dell'Asia Minore; passa poi a rivelare la serie di devastazioni riversate sulla terra; il marchio della bestia, "666"; la battaglia finale di Armageddon; il legame di Satana; il regno del Signore; il giudizio del grande trono bianco e la natura della città eterna di Dio. Dopo la descrizione di profezie riguardanti Gesù Cristo, c’è una chiamata conclusiva a Sua Signoria che ci assicura che Egli tornerà presto.

Anticipazioni: Il libro dell'Apocalisse è culmine delle profezie sulla fine dei tempi, cominciate già nell'Antico Testamento. Ad esempio, la descrizione dell'anticristo in Daniele 9:27 viene sviluppata completamente nel capitolo 13 dell'Apocalisse. Al di fuori dell’Apocalisse, esempi di letteratura apocalittica nella Bibbia sono Daniele capitoli 7-12, Isaia capitoli 24-27, Ezechiele capitoli 37-41, e Zaccaria capitoli 9-12. Tutte queste profezie si incontrano nel libro dell'Apocalisse.

Applicazione pratica: Hai accettato Cristo come tuo Salvatore? Se è così, come descritto nel libro dell'Apocalisse, non hai nulla da temere del giudizio di Dio sul mondo. Il Giudice è dalla nostra parte. Prima dell'inizio del giudizio finale, dobbiamo testimoniare ad amici e vicini circa l'offerta che Dio ci fa di avere vita eterna in Cristo. Gli eventi in questo libro sono reali. Dobbiamo vivere la nostra vita facendola combaciare con la nostra fede. In questo modo gli altri noteranno la nostra gioia per il nostro futuro e vorranno unirsi a noi in questa nuova e gloriosa città.


Torna alla home page italiana

Libro di Apocalisse