Perché la verginità è così importante nella Bibbia?


Domanda: "Perché la verginità è così importante nella Bibbia?"

Risposta:
Quando la Bibbia usa la parola vergine, si riferisce ad una persona non sposata, che non ha avuto rapporti sessuali (si vedano Ester 2:2 ed Apocalisse 14:4). Nella cultura di oggi, molte persone usano la parola verginità per riferirsi alla purezza sessuale; tuttavia, molti altri la usano come definizione tecnica per trovare delle lacune nelle norme morali, limitando la parola al significato di "condizione di non essere mai andati fino in fondo". Dunque, una coppia può fare qualsiasi cosa, eccetto l'atto sessuale, e continuarsi a chiamare tecnicamente "vergine." Non si tratta di un gioco di parole sconveniente. La castità dovrebbe interessare il cuore, la mente e l'anima, non solo certe parti del corpo.

L'enfasi della Bibbia non è posta tanto su una definizione tecnica o medica della verginità, quanto sulla condizione del cuore di una persona. La moralità che adottiamo e le azioni che scegliamo, mostrano la condizione del nostro cuore. Il modello della Bibbia è chiaro: il celibato prima del matrimonio e la monogamia dopo.

Sono tre le ragioni serie per le quali riservare il sesso per dopo il matrimonio. In primo luogo, come credenti, dobbiamo obbedire a ciò che Dio ci dice di fare. La Prima Lettera ai Corinzi 6:18–20 afferma: "Fuggite la fornicazione. Qualunque altro peccato che l'uomo commetta è fuori del corpo, ma chi commette fornicazione pecca contro il suo proprio corpo. Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi, il quale voi avete da Dio, e che voi non appartenete a voi stessi? Infatti siete stati comprati a caro prezzo, glorificate dunque Dio nel vostro corpo e nel vostro spirito, che appartengono a Dio." Se siamo in Cristo, Egli ci riscatta con il sacrificio della Sua vita. Egli è il nostro Signore e dobbiamo onorarLo.

La seconda ragione è che dobbiamo combattere le nostre battaglie spirituali indossando la corazza della giustizia (Efesini 6:14). Siamo in guerra tra la nostra nuova natura in Cristo e i nostri desideri carnali. La Prima Lettera ai Tessalonicesi 4:3–7 dice: "Poiché questa è la volontà di Dio: la vostra santificazione; che vi asteniate dalla fornicazione. che ciascuno di voi sappia possedere il suo vaso in santità ed onore, non con passioni disordinate, come i gentili che non conoscono Dio, e che nessuno inganni e frodi negli affari il proprio fratello, perché il Signore è il vendicatore di tutte queste cose, come vi abbiamo già detto e attestato prima. Dio infatti non ci ha chiamati all'impurità, ma alla santificazione." Permettere al vostro corpo (piuttosto che allo Spirito) di controllare le vostre azioni, è un atto di sfida contro Dio. Il sesso secondo Dio, amorevole, tra un marito ed una moglie, è altruista e generoso. Usare qualcuno per appagare un desiderio carnale è egocentrico ed offensivo. Anche se il partner acconsente, lo/la starete comunque aiutando a peccare e starete alterando negativamente la relazione di quella persona con Dio e con gli altri.

La ragione finale riguarda il "mistero" del matrimonio (Efesini 5:31-32). Quando Dio parlò di due persone unite come se fossero una, si stava riferendo a qualcosa che stiamo appena cominciando a capire in modo vero, fisiologico. Quando due persone si trovano in intimità, l'ipotalamo nel cervello rilascia sostanze chimiche che portano a sentimenti di attaccamento e fiducia. Fare sesso al di fuori del matrimonio comporta che una persona instauri un attaccamento ed una fiducia verso qualcuno con il quale non ha una relazione seria. La definizione di fiducia nella mente si deteriora. Avere quella sorta di legame con qualcuno senza la sicurezza di operare insieme verso Dio è pericoloso. Due individui che sono, anche leggermente, psicologicamente ossessionati l'uno dall'altro ma non impegnati a crescere in Dio come coppia, possono essere strappati via da Dio e dai Suoi piani per loro.

Al contrario, se due persone fanno scelte consapevoli e deliberate, di impegnarsi l'una con l'altra in matrimonio, e dunque consentono che si crei l'intimità che rilascia queste sostanze chimiche, il corpo può riaffermare la connessione fatta dalla mente. I sentimenti fisiologici di fiducia ed attaccamento vengono rinforzati dalla realtà della relazione. In questo modo, due persone diventano fisicamente una, e questo riflette ciò che Dio ha fatto spiritualmente.

Il matrimonio deve fungere da modello della relazione tra la Chiesa e Cristo. Una coppia sposata deve servire Dio in una unione forte. Il sesso, insieme alla procreazione, fu creato da Dio per rafforzare tale relazione. Il sesso al di fuori del matrimonio crea legami che lacerano i cuori delle persone invece di unirli.

Infine, dobbiamo ricordare alcune cose sulla verginità, e sulla sua mancanza, secondo la grazia di Dio. Coloro i quali vengono a Cristo dopo aver praticato relazioni sessuali prematrimoniali non sono vergini; ad ogni modo, sono pienamente purificati da Cristo nel momento in cui vengono salvati. Dio può redimere chiunque, e può risanare coloro i quali si sono abbandonati ai desideri carnali. Per coloro i quali hanno praticato il sesso prima del matrimonio dopo essere diventati cristiani, c'è perdono in Cristo. Egli ci può purificare da ogni impurità e portare guarigione (1 Giovanni 1:9). E, nel caso orribile di una persona vittima di abuso sessuale o stupro, che potrebbe sentirsi, anche senza colpa, esclusa dal modello ideale di "verginità", Cristo è in grado di ripristinare il suo spirito, far scomparire la sua disperazione e garantirle l'integrità.

English

Torna alla home page italiana

Perché la verginità è così importante nella Bibbia?