Cos'è l'Universalismo Unitariano?


Domanda: "Cos'è l'Universalismo Unitariano?"

Risposta:
L'Universalismo Unitariano è un gruppo religioso relativamente piccolo, ma influente. Relativismo, tolleranza e stili di vita alternativi sono tutti paroloni usati dall'Universalismo Unitariano.

Il nome dell'Universalismo Unitariano proviene dalla sua negazione della dottrina della Trinità e dalla credenza che tutti gli esseri umani ottengano la salvezza. Secondo gli unitariani universalisti, la semplice idea che qualcuno possa andare all'inferno non è compatibile con il carattere di un Dio amorevole. Le sue radici risalgono al sedicesimo secolo, quando le credenze unitariane divennero popolari durante la Riforma. Il pensiero Unitariano e quello Universalista si fusero durante l'ultima parte del diciottesimo secolo, l'Età della Ragione, in America. L'élite intellettuale di quel tempo rifiutò di credere in alcuni insegnamenti biblici, come la depravazione totale e la dannazione eterna, ma al contrario accolse l'idea di un Dio amorevole che non farebbe mai soffrire nessuno.

I seguaci dell'Universalismo Unitariano basano le loro credenze principalmente sulle loro esperienze, e non fanno parte di nessun altro sistema religioso. Credono che gli individui abbiano il diritto di decidere da sé in cosa credere, e che gli altri non debbano violare questo diritto. Di conseguenza, un tale credente potrebbe propendere verso il Cristianesimo liberale, mentre un altro verso la spiritualità New Age. Non esiste un vero dogma oltre la tolleranza in tutto, eccetto nel Cristianesimo biblico. Gli unitariani universalisti vedono la Bibbia come un libro di poesia, mito ed insegnamento morale, un libro interamente umano e non davvero e realmente non La vedono come la Parola di Dio. Rifiutano la rappresentazione della Bibbia di un Dio Trino, lasciando il concetto di Dio all'immaginazione di ogni individuo.

Per l'unitariano universalista, Gesù fu un buon insegnante morale, ma niente di più. Non viene considerato divino, ed ogni miracolo associato a Lui viene respinto, in quanto al di fuori della ragione umana. La maggior parte delle parole di Gesù, riportate dalla Bibbia, sono considerate abbellimenti da parte degli autori. Tra le credenze unitariane universaliste: Gesù non morì per salvare l'umanità dal peccato, in quanto l'uomo non è un peccatore caduto; viene enfatizzata la capacità umana di operare secondo la bontà; il peccato è interamente relativo, ed il termine stesso viene usato raramente; l'uomo si salva per mezzo del miglioramento personale, essendo la salvezza solo un'esperienza puramente mondana, un "risvegliarsi" al mondo che ci circonda. Questo è molto importante, in quanto la morte è definitiva. La maggior parte degli unitariani universalisti nega l'esistenza dell'aldilà, dunque tutto ciò che abbiamo sulla Terra è quello che ci resta.

La Bibbia, d'altra parte, respinge queste falsità. Gesù ha salvato l'umanità, la quale si trovava in uno stato caduto sin dal Giardino dell'Eden, separata da Dio dal peccato (Giovanni 10:15; Romani 3:24-25; 5:8; 1 Pietro 2:24). L'uomo non è buono, bensì è peccatore e disperatamente perduto. È solo per mezzo della grazia di Dio e della fede nel sangue versato da Cristo sulla croce che l'umanità può riconciliarsi con un Dio santo, trascendente (Genesi 2:16-17; 3:1-19; Giovanni 3:36; Romani 3:23; 1 Corinzi 2:14; Efesini 2:1-10; 1 Timoteo 2:13-14; 1 Giovanni 1:8).

L'Universalismo Unitariano non ha nulla in comune con il Cristianesimo biblico. È un falso vangelo, i suoi insegnamenti sono contrari alla Bibbia, ed i suoi membri si oppongono fermamente alle credenze cristiane tradizionali e bibliche (mentre sostengono di essere liberi da qualunque tipo di discriminazione o pregiudizio). La Bibbia rifiuta chiaramente l'Universalismo Unitariano in tutti i punti principali del suo insegnamento.

English


Torna alla home page italiana

Cos'è l'Universalismo Unitariano?