Tricotomia dell'uomo contro dicotomia: quale visione è corretta?


Domanda: "Tricotomia dell'uomo contro dicotomia: quale visione è corretta?"

Risposta:
La Bibbia insegna che l'umanità possiede un corpo fisico, un'anima ed uno spirito. Esistono quattro teorie principali sul modo in cui questi aspetti della natura umana si connettono e si relazionano l'uno all'altro. Due delle posizioni, il monismo antropologico e l'ilomorfismo antropologico, trattano principalmente di come i tre aspetti dell'umanità si combinino per formare la natura umana. Gli altri due modelli, la dicotomia (dualismo antropologico) e la tricotomia, trattano della distinzione tra l'anima umana e lo spirito umano. La distinzione tra l'aspetto materiale (fisico) e quello immateriale (spirituale) della natura umana è chiara. La distinzione tra i due aspetti immateriali della natura umana è sicuramente più difficile.

Anche se alcuni versetti nella Bibbia usano termini come anima e spirito indifferentemente (Matteo 10:28; Luca 1:46–47; 1 Corinzi 5:3; 7:34), altri passaggi biblici non trattano l'anima e lo spirito come se fossero la stessa cosa. Ci sono anche passaggi che suggeriscono la separazione tra anima e spirito (Romani 8:16; 1 Tessalonicesi 5:23; Ebrei 4:12). La Lettera agli Ebrei 4:12 afferma: "La parola di Dio infatti è vivente ed efficace, piú affilata di qualunque spada a due tagli e penetra fino alla divisione dell'anima e dello spirito." Questo versetto ci dice due cose: (1) c'è un punto di divisione tra l'anima e lo spirito, e (2) il punto di divisione è visibile soltanto a Dio. Con tutti questi versetti in mente, né le interpretazioni della dicotomia, né quelle della tricotomia possono essere provate esplicitamente. L'aspetto immateriale della natura umana include un'anima ed uno spirito? Sì. L'anima e lo spirito sono assolutamente unificate ed unite (dicotomia) o intimamente relazionate ma separate (tricotomia)? Questo aspetto non è chiaro.

Chi crede che la natura umana sia una tricotomia, crede in genere che il corpo fisico ci colleghi al mondo fisico intorno a noi, che l'anima sia l'essenza del nostro essere, e che lo spirito sia ciò che ci connette a Dio. Ecco perché chi non è salvato può essere definito spiritualmente morto (Efesini 2:1; Colossesi 2:13), mentre è molto vivo dal punto di vista del fisico e dell'anima. Coloro che credono che la natura umana sia una dicotomia avrebbero la stessa comprensione del corpo ma vedrebbero lo spirito come la parte dell'anima che si collega a Dio. Dunque, la questione dicotomia contro tricotomia essenzialmente sta nel chiedersi se l'anima e lo spirito siano aspetti diversi della natura umana immateriale, o se lo spirito sia semplicemente una parte dell'anima, mentre l'anima è l'intera parte immateriale della natura umana.

Tricotomia contro dicotomia dell'uomo: quale visione è corretta? Non ci sembra saggio essere dogmatici. Entrambe le teorie sono biblicamente possibili. Nessuna interpretazione è eretica. Questo è forse un problema che non siamo in grado di afferrare pienamente con le nostre menti umane finite. Ciò di cui possiamo essere certi è che la natura umana consiste di un corpo, un'anima ed uno spirito. Se l'anima e lo spirito sono una cosa unica, o se sono in qualche modo distinti, non è un problema che Dio decide di rendere molto chiaro nella Sua parola. Che crediamo in una dicotomia o tricotomia, offriamo il nostro corpo come sacrificio vivente (Romani 12:1), ringraziamo Dio per aver salvato la nostra anima (1 Pietro 1:9) e adoriamo Dio in spirito e verità (Giovanni 4:23–24).

English


Torna alla home page italiana

Tricotomia dell'uomo contro dicotomia: quale visione è corretta?