In cosa consisteva la pratica di tirare a sorte?


Domanda: "In cosa consisteva la pratica di tirare a sorte?"

Risposta:
La pratica di tirare a sorte viene menzionata settanta volte nell'Antico Testamento e sette nel Nuovo. Nonostante i molti riferimenti alla pratica di tirare a sorte nell'Antico Testamento, non si sa nulla sulla pratica in se stessa. Potrebbe essersi trattato di bastoncini di varie lunghezze, di sassolini piatti come monete, o di qualche tipo di dadi; ma la natura esatta di ciò che veniva tirato a sorte è sconosciuta. La pratica moderna più simile a quella di tirare a sorte ai tempi della scrittura della Bibbia è probabilmente fare testa o croce con una moneta.

La pratica di tirare a sorte si effettuava molto spesso in relazione alla divisione della terra ai tempi di Giosuè (Giosuè capitoli 14-21); si trattava di una procedura che Dio insegnò agli israeliti diverse volte nel libro dei Numeri (Numeri 26:55; 33:54; 34:13; 36:2). Dio permise agli israeliti di tirare a sorte per specificare la Sua volontà in una determinata situazione (Giosuè 18:6-10; 1 Cronache 24:5,31). Vari titoli e funzioni nel tempio venivano allo stesso modo decisi dalla sorte (1 Cronache 24:5, 31; 25:8-9; 26:13-14). Allo stesso modo, i marinai che si trovavano sulla nave con Giona tirarono a sorte per stabilire chi avesse scatenato l'ira di Dio contro la loro imbarcazione (Giona 1:7). Gli undici apostoli tirarono a sorte per indicare chi avrebbe preso il posto di Giuda (Atti 1:26). Tirare a sorte divenne infine un gioco, al quale le persone partecipavano e sul quale scommettevano. È evidente nel passaggio in cui vengono descritti i soldati romani che tiravano a sorte per spartirsi le vesti di Gesù (Matteo 27:35).

Il Nuovo Testamento non incoraggia da nessuna parte i cristiani ad usare un metodo simile a quello di tirare a sorte per aiutare nel processo decisionale. Adesso che abbiamo la Parola di Dio al completo, così come l'inabitazione dello Spirito Santo a guidarci, non c'è ragione di usare il gioco d'azzardo per prendere decisioni. Al giorno d'oggi, piuttosto che tirare a sorte, lanciare i dadi o fare testa o croce, la Parola, lo Spirito e la preghiera sono sufficienti per discernere la volontà di Dio.

English


Torna alla home page italiana

In cosa consisteva la pratica di tirare a sorte?