Come posso vincere la tentazione?



 

Domanda: "Come posso vincere la tentazione?"

Risposta:
Le Scritture ci dicono che tutti abbiamo delle tentazioni. 1 Corinzi 10:13 dice: “Nessuna tentazione vi ha finora colti se non umana.” Forse questo ci consola un po’, giacché spesso abbiamo la sensazione che il mondo gravi solo su di noi e che gli altri sono immuni alle tentazioni. Ci viene detto che anche Cristo fu tentato: “Infatti, noi non abbiamo un sommo sacerdote che non possa simpatizzare con le nostre infermità, ma uno che è stato tentato in ogni cosa come noi, senza però commettere peccato” (Ebrei 4:15).

Da dove, dunque, vengono queste tentazioni? Prima di tutto, non vengono da Dio, nonostante Egli le permetta. Giacomo 1:13 dice: “perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno.” Nel primo capitolo di Giobbe, vediamo che Dio ha permesso a Satana di tentare Giobbe, ma con delle limitazioni. Satana si aggira sulla Terra come un leone, cercando persone da divorare (1 Pietro 5:8). Il versetto 9 ci dice di resistergli, sapendo che anche gli altri cristiani stanno sperimentando i suoi attacchi. Da questi passaggi possiamo sapere che le tentazioni vengono da Satana. Vediamo in Giacomo 1:14 che la tentazione si origina anche in noi. Ognuno è tentato quando viene " trascinato e adescato dalla propria concupiscenza.” (versetto 14). Ci permettiamo di avere certi pensieri, ci permettiamo di andare dove non dovremmo e di prendere delle decisioni basate sui nostri desideri che ci inducono alla tentazione.

Allora in che modo dovremmo resistere alle tentazioni? Prima di tutto, dobbiamo tornare all’esempio di Gesù quando fu tentato nel deserto da Satana in Matteo 4:1-11. Ognuna delle tentazioni di Satana fu contrastata dalla stessa riposta: "È scritto", seguita dal versetto. Se il Figlio di Dio ha usato la Parola di Dio per porre efficacemente fine alle tentazioni - e sappiamo che funziona perché dopo tre tentativi falliti il "Diavolo lo lasciò" (v. 11)— quanto più la dovremmo usare per resistere alle nostre stesse tentazioni? Tutti i nostri sforzi di resistere saranno deboli ed inefficaci, a meno che non siano resi potenti dallo Spirito Santo mediante una continua lettura, studio e meditazione della Parola. In questo modo saremo “trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente” (Romani 12:2). Non esiste altra arma contro la tentazione eccetto la "spada dello Spirito, che è la parola di Dio” (Efesini 6:17). Colossesi 3:2 dice: “Abbiate in mente le cose di lassú, non quelle che sono sulla terra.” Se le nostre menti sono riempite dagli ultimi show televisivi, dalla musica e da tutto quello che la cultura ha da offrire, saremo bombardati da messaggi ed immagini che inevitabilmente ci porteranno ad avere dei desideri peccaminosi. Ma se la nostra mente è ripiena della maestà e della santità di Dio, dell’amore e della compassione di Cristo, e della luminosità di entrambi riflessa nella Sua Perfetta Parola, scopriremo che il nostro interesse nei desideri peccaminosi del mondo diminuirà fino a scomparire. Ma senza l’influenza della Parola nella nostra mente, siamo ricettivi a qualsiasi cosa Satana voglia gettarci davanti.

Ecco qui, dunque, l’unico mezzo per proteggere il nostro cuore e la nostra mente e per tenere le fonti di tentazione lontane da noi. Ricordate le parole di Cristo ai Suoi discepoli nel giardino nella notte del Suo tradimento: “Vegliate e pregate, per non cadere in tentazione, poiché lo spirito è pronto ma la carne è debole” (Matteo 26:41). La maggior parte dei cristiani non vorrebbe saltare a piè pari nel peccato, tuttavia non possiamo resistere dal caderci perché la nostra carne non è forte abbastanza da resistergli. Ci mettiamo in situazioni sbagliate o riempiamo la nostra mente con delle passioni lascive, e questo ci conduce al peccato.

Dobbiamo rinnovare il nostro modo di pensare, come ci viene detto in Romani 12:1-2. Non dobbiamo più pensare come fa il mondo, o camminare così come fa il mondo. Proverbi 4:14-15 ci dice: “Non entrare nel sentiero degli empi e non camminare per la via dei malvagi; evitala, non passarvi; allontanati da essa e va' oltre.” Dobbiamo evitare il cammino del mondo che ci induce alla tentazione, perché la nostra carne è debole. Veniamo facilmente trascinati via dalle nostre stesse passioni.

Matteo 5:29 ha un eccellente consiglio. “Ora, se il tuo occhio destro ti è causa di peccato, cavalo e gettalo via da te perché è meglio per te che un tuo membro perisca, piuttosto che tutto il tuo corpo sia gettato nella Geenna.” Sembra troppo serio! Il peccato è serio! Gesù non sta dicendo che dovremmo letteralmente amputarci degli arti. Cavarsi un occhio è una misura drastica, e Gesù ci insegna che, se necessario, dovremmo prendere delle misure drastiche per evitare il peccato.


Torna alla home page italiana

Come posso vincere la tentazione?