È possibile sposare la persona sbagliata?


Domanda: "È possibile sposare la persona sbagliata?"

Risposta:
Esistono modi diversi di affrontare questa domanda. Dicendo che abbiamo sposato la persona "sbagliata," potremmo voler fare intendere che c'è solo una persona "giusta," che siamo destinati a sposare. Se sposiamo la persona "sbagliata", potremmo temere di aver rovinato i piani di Dio per le nostre vite. Potremmo anche essere tentati a "correggere" il nostro errore in modi che non onorano Dio. Possiamo certamente fare scelte sbagliate nel matrimonio, e disobbedire alle indicazioni di Dio su chi decidiamo di sposare. Tuttavia, prendendo in considerazione la sovranità di Dio, non possiamo sposare la persona "sbagliata." Dio ha un piano per le nostre vite ed è in grado di redimere le nostre scelte sbagliate e, alla fine, farle cooperare per il bene (Romani 8:28). Una volta sposati, dobbiamo fare il possibile per rendere quel matrimonio onorevole agli occhi del Signore. A prescindere dal fatto che un particolare partner matrimoniale sia la scelta "sbagliata" o meno, il matrimonio è una relazione pattuale. Dio è in grado di trasformare persino il peggiore dei matrimoni in una relazione che Gli porti gloria.

Biblicamente parlando, un cristiano dovrebbe cercare di sposare un altro credente, con il quale condividere un impegno simile nel seguire il Signore Gesù. Sposarsi con un non credente non è contemplato (2 Corinzi 6:14). Dunque, se un cristiano sposa un non cristiano, lui o lei ha in effetti sposato la persona sbagliata, violando la volontà di Dio.

Si può sposare la persona sbagliata in altri modi. Per esempio, sposare una persona violenta, immatura, egoista, o succube comporterà problemi. Sposare una persona con delle dipendenze non curate, o che vive nel peccato recidivo, è allo stesso modo una scelta poco saggia.

Per quali ragioni si sposa la persona sbagliata? Alcuni rimangono invischiati in situazioni deleterie nella credenza errata che il solo potere del loro amore trasformerà il partner in qualcuno che non è violento, immaturo, egoista o succube. Alcuni sono accecati dall'attrazione iniziale e non si rendono conto dei problemi nella loro relazione. Altri vengono manipolati da qualcuno che sembra essere una persona prima del matrimonio, ma poi cambia improvvisamente. Altri casi includono una coppia che non è semplicemente pronta per il matrimonio. Sottovalutano il sacrificio necessario di vivere con un'altra persona. Senza dubbio, le ragioni alla base di matrimoni con la persona sbagliata variano e sono uniche in ciascuna coppia.

Persino la cultura ha un ruolo nell'influenzare le persone a sposare la persona sbagliata. Molte società mostrano il matrimonio come un accordo temporaneo, che può essere adattato o abbandonato a proprio piacimento. Poiché divorziare non è un grande problema in alcune culture, neppure sposarsi lo è. Fin troppe persone pronunciano i loro voti senza un vero impegno verso il loro sposo o verso Dio. In molti luoghi del mondo, viene promossa la fantasia che il matrimonio dovrebbe soddisfare ogni nostro bisogno, sottolineando il nostro proprio bisogno e non quello del coniuge. Il senso comune dice che, quando il matrimonio di una coppia viene messo alla prova, o quando un coniuge sente dei bisogni non soddisfatti, questi dovrebbero semplicemente divorziare: e le leggi, in molti luoghi, rendono il divorzio piuttosto semplice. Piuttosto che risolvere i loro problemi, molte coppie in difficoltà concludono che non si amano più e devono porre fine al loro matrimonio.

Una volta che una persona si rende conto di aver sposato la persona sbagliata, che fare? Prima di tutto, se un credente ha volontariamente disobbedito alle istruzioni di Dio nella Seconda Lettera ai Corinzi 6:14, è necessario confessare il proprio peccato a Dio. In seguito, il peccatore perdonato dovrebbe cercare di trarre il meglio dalla situazione e di risanare la relazione (si veda 1 Corinzi 7:12–14; Efesini 5:21–33). Nel caso in cui la situazione comporti rischi per i coniugi o i figli coinvolti, la separazione è permessa. È allo stesso modo importante cercare il consiglio di un pastore o di un consulente matrimoniale cristiano. Mentre la Bibbia permette il divorzio in alcune circostanze, esso non dovrebbe mai essere la prima opzione. Con Dio nulla è impossibile (Luca 1:37), ed Egli può ricavare bellezza dalle ceneri (Isaia 61:3). Un cristiano che ha preso la decisione sbagliata, nello scegliere il proprio partner matrimoniale, potrebbe scoprire che Dio desidera trasformare un cattivo matrimonio in uno buono (si veda 1 Pietro 3:1–2). Il potere di Dio può trasformare la persona "sbagliata" in quella "giusta."

In che modo si può evitare di sposare la persona sbagliata? La battuta spesso citata di Benjamin Franklin, "Tenete gli occhi spalancati prima del matrimonio, e mezzi chiusi dopo" è un buon consiglio (Poor Richard's Almanac, Giugno 1738), ma è più utile cercare prima il Regno di Dio e la Sua giustizia (Matteo 6:33). Alcune persone cercano prima un coniuge, e la giustizia finisce nel dimenticatoio. Il single dovrebbe concentrarsi per diventare l'individuo che Dio vuole che sia, e dedicarsi a frequentare solo altri cristiani forti e maturi. Per evitare errori, è necessario attenersi alla Parola (Luca 11:28), cercare il consiglio di una persona devota, pregare per la saggezza (Giacomo 1:5) ed essere onesti con Dio e con gli altri.

English


Torna alla home page italiana

È possibile sposare la persona sbagliata?