Cos’è lo spirito umano?



 

Domanda: "Cos’è lo spirito umano?"

Risposta:
Lo spirito umano è la parte incorporea dell’uomo. La Bibbia dice che lo spirito umano è l’alito stesso di Dio Onnipotente e fu soffiato nell’uomo all’inizio della creazione divina: "Allora l'Eterno Dio formò l'uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito di vita, e l'uomo divenne un essere vivente" (Genesi 2:7). È lo spirito umano che ci dà la consapevolezza di noi stessi e di altre straordinarie qualità "simili-a-Dio", sebbene limitate. Lo spirito umano include il nostro intelletto, le emozioni, le paure, le passioni e la creatività. È lo spirito che ci fornisce l’abilità unica di comprendere e di capire (Giobbe 32:8, 18).

Le parole spirito e alito sono traduzioni della parola ebraica neshamah e della parola greca pneuma. Le parole significano “vento forte, getto o ispirazione”. Neshamah è la fonte che dà la vita all’umanità (Giobbe 33:4). È lo spirito umano intangibile: invisibile che governa l’esistenza umana ed emozionale dell’uomo. L’apostolo Paolo disse, "e la polvere ritorni alla terra com'era prima e lo spirito torni a DIO che lo ha dato" (Ecclesiaste 12:7; si veda anche Giobbe 34:14-15; Salmo 104:29-30).

Ogni essere umano ha uno spirito, distinto dallo "spirito", o vita, degli animali. Dio ha reso l’uomo differente dagli animali in quanto ci ha creati a immagine e somiglianza di Dio (Genesi 1:26-27). Dunque, l’uomo è in grado di pensare, di provare emozioni, di amare, di progettare, di creare e di godere della musica, del divertimento e dell’arte. È per via dello spirito umano che abbiamo il "libero arbitrio", cosa che nessun’altra creatura sulla Terra possiede.

Lo spirito umano è stato danneggiato dalla Caduta. Quando Adamo ha peccato, la sua capacità di entrare in comunione con Dio è stata danneggiata; in quel giorno, egli non morì fisicamente, bensì spiritualmente. Da allora, lo spirito umano ha portato su di sé gli effetti della Caduta. Prima della salvezza, una persona è caratterizzata dal suo essere spiritualmente "morta" (Efesini 2:1-5; Colossesi 2:13). Una relazione con Cristo rivitalizza il nostro spirito e ci rinnova giorno dopo giorno (2 Corinzi 4:16).

Curiosamente, proprio come lo spirito umano venne soffiato divinamente sul primo uomo, così lo Spirito Santo fu soffiato sui primi discepoli in Giovanni 20:22: “E, detto questo, [Gesù] soffiò su di loro e disse «Ricevete lo Spirito Santo’” (Giovanni 20:22; vedi anche Atti 2:38). Adamo fu reso vivo dall’alito di Dio, e noi, come "nuove creazioni" in Cristo, siamo resi spiritualmente vivi da "l’Alito di Dio", lo Spirito Santo (2 Corinzi 5:17; Giovanni 3:3; Romani 6:4). Quando accettiamo Gesù Cristo, lo Spirito Santo di Dio si unisce al nostro stesso spirito in modi che non possiamo comprendere. L’apostolo Giovanni disse: “da questo conosciamo che dimoriamo in lui ed egli in noi, perché egli ci ha dato del suo Spirito” (1 Giovanni 4:13).

Quando permettiamo allo Spirito di Dio di guidare le nostre vite, “lo Spirito stesso rende testimonianza al nostro spirito che noi siamo figli di Dio” (Romani 8:16). Come figli di Dio non siamo più guidati dal nostro stesso spirito bensì dallo Spirito di Dio, Che ci conduce alla vita eterna.


Torna alla home page italiana

Cos’è lo spirito umano?