Cosa sono le settanta (70) settimane di Daniele?


Domanda: "Cosa sono le settanta (70) settimane di Daniele?"

Risposta:
La profezia delle "settanta settimane" o "settanta sette" è una delle più significative e dettagliate profezie messianiche dell'Antico Testamento. Si trova in Daniele 9. Il capitolo inizia con Daniele, il quale prega per Israele, riconoscendo i peccati della nazione contro Dio e chiedendoGli la misericordia. Mentre Daniele pregava, l'angelo Gabriele gli apparve e gli diede una visione del futuro di Israele.

Le Divisioni delle 70 Settimane
Nel versetto 24, Gabriele dice: "Settanta settimane sono stabilite per il tuo popolo e per la tua santa città." Quasi tutti i commentatori concordano con l'idea secondo la quale le settanta "sette" dovrebbero essere intese come settanta "settimane" di anni. In altre parole, un periodo di 490 anni. Questi versetti forniscono una sorta di "orologio," che dà un'idea di quando il Messia arriverà e di alcuni degli eventi che accompagneranno la Sua apparizione.

La profezia continua e divide i 490 anni in tre unità più piccole: una di 49 anni, una di 434 anni, ed una di sette anni. La "settimana" finale di sette anni si divide ulteriormente a metà. Il versetto 25 dice: "da quando è uscito l'ordine di restaurare e ricostruire Gerusalemme, fino al Messia, il principe, vi saranno sette settimane e altre sessantadue settimane." Sette "sette" sono 49 anni, e sessantadue "sette" sono altri 434 anni: 49 anni + 434 anni = 483 anni.

Lo Scopo delle 70 Settimane
La profezia contiene una dichiarazione riguardo lo scopo di Dio, consistente di 6 fasi, nel portare a compimento questi eventi. Il versetto 24 dice che questo scopo è 1) "far cessare la trasgressione," 2) "per mettere fine al peccato," 3) "per espiare l'iniquità," 4) "per far venire una giustizia eterna," 5) "per sigillare visione e profezia" e 6) "per ungere il luogo santissimo."

Si noti che tali risultati riguardano lo sradicamento totale del peccato e l'instaurazione della giustizia. La profezia delle 70 settimane riassume quello che succederà prima che Gesù stabilisca il Suo regno dei mille anni. Si noti in particolare il terzo risultato dell'elenco: "per espiare l'iniquità." Gesù ha ottenuto l'espiazione del peccato con la Sua morte sulla croce (Romani 3:25; Ebrei 2:17).

Il Compimento delle 70 Settimane
Gabriele disse che l'orologio profetico si sarebbe messo in moto quando fosse stato dato l'ordine di ricostruire Gerusalemme. Da quella data fino al giorno del Messia sarebbero trascorsi 483 anni. Sappiamo, dalla storia, che il comando di "restaurare e ricostruire Gerusalemme" fu dato da re Artaserse I di Persia nel 445 a.C. circa (si veda Neemia 2:1–8).

La prima unità di 49 anni (sette "sette") riguarda il tempo che ci volle per ricostruire Gerusalemme, "con piazza e fossato, ma in tempi angosciosi" (Daniele 9:25). Questa ricostruzione viene raccontata nel libro di Neemia.

Secondo la tradizione ebraica un anno è composto da 360 giorni; dunque, 483 anni dopo il 445 a.C. ci portano al 30 d.C., che sarebbe coinciso con l'ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme (Matteo 21:1–9). La profezia in Daniele 9 specifica che dopo il completamento di 483 anni, "il Messia sarà messo a morte" (versetto 26). Ciò fu compiuto alla crocifissione di Gesù.

Daniele 9:26 continua predicendo che, dopo l'uccisione del Messia, "il popolo di un capo che verrà distruggerà la città e il santuario." Ciò fu compiuto con la distruzione di Gerusalemme nel 70 d.C. Il "capo che verrà" si riferisce all'Anticristo, il quale, apparentemente, avrà qualche connessione con Roma, visto che i Romani distrussero Gerusalemme.

L'ultima delle 70 Settimane
Dei 70 "sette," 69 si sono realizzati nella storia. Questo significa che rimane un altro "sette" da realizzare. La maggior parte degli studiosi crede che stiamo vivendo in un enorme intervallo di tempo tra la 69ª e la 70ª settimana. L'orologio profetico si è fermato, per così dire. Il "sette" finale di Daniele è quello che chiamiamo di solito il periodo della Tribolazione.

La profezia di Daniele rivela alcune delle azioni dell'Anticristo, il "capo che verrà." Il versetto 27 dice: "Egli stipulerà pure un patto con molti per una settimana." Tuttavia, "ma nel mezzo della settimana […] sulle ali delle abominazioni verrà un devastatore," nel tempio. Gesù avvertì di questo evento in Matteo 24:15. Dopo che l'Anticristo infrangerà l'alleanza con Israele, inizierà un tempo di "grande tribolazione" (Matteo 24:21).

Daniele predice anche che l'Anticristo si troverà davanti al giudizio. Egli regnerà solamente "finché la totale distruzione, che è decretata, sarà riversata sul devastatore" (Daniele 9:27). Dio permetterà al male di arrivare solo ad un certo punto, ed il giudizio dell'Anticristo è già stato pianificato.

Conclusione
La profezia delle 70 settimane è complessa e sorprendentemente dettagliata, e molto è stato scritto su di essa. Naturalmente, ci sono varie interpretazioni, e ciò che abbiamo presentato in questo articolo è la visione dispensazionalista e premillennialista. Una cosa è certa: Dio ha una tabella di marcia, ed Egli mantiene tutto nei termini previsti. Egli conosce la fine sin dal principio (Isaia 46:10), e dovremmo sempre attendere il ritorno trionfale del nostro Signore (Apocalisse 22:7).

English


Torna alla home page italiana

Cosa sono le settanta (70) settimane di Daniele?