Cosa è la dottrina del seme del serpente?


Domanda: "Cosa è la dottrina del seme del serpente?"

Risposta:
La dottrina del seme del serpente è una credenza basata su di un'interpretazione biblica povera e superstiziosa. È la principale risorsa dottrinale per coloro che vogliono usare le Scritture per giustificare il pregiudizio razziale. La dottrina del seme del serpente è anche strettamente correlata ad altre credenze errate come il Movimento d'Identità Cristiana e la dottrina Kenita. Come molte false credenze, possiede un meccanismo di difesa integrato; cioè, chiunque dissenta da essa è accusato di essere un figlio del serpente. Uno dei problemi più sfortunati con la dottrina del seme del serpente è che si basa molto sul pregiudizio e sull'interpretazione biblica distorta che può essere molto difficile discutere razionalmente.

In parole povere, la dottrina del seme del serpente insegna che il peccato di Eva non fu semplicemente la disobbedienza, ma un contatto sessuale con il serpente e che Caino fu il figlio di Eva e del Diavolo. I discendenti di Caino sono, secondo questa idea, i figli di Satana, che includono la maggior parte delle razze o gruppi etnici che il credente della dottrina del seme del serpente sceglie di non amare. Questa idea è radicata in credenze superstiziose ed è particolarmente popolare tra i suprematisti bianchi e gli antisemiti; anche la Chiesa dell'Unificazione sostiene questa idea. Noti falsi profeti e falsi insegnanti come Murray della Shepherd's Chapel e William Branham hanno sposato l'idea. Sebbene un'idea non debba essere criticata quando viene applicata in modo errato, è appropriato condannare un'idea quando conduce logicamente al peccato. Una filosofia che insegna che alcune razze o persone sono universalmente sataniche, come la dottrina del seme del serpente, è una di queste filosofie.

Coloro che supportano la dottrina del seme del serpente citano diversi passaggi della Bibbia come prova che la loro idea sia corretta. Quasi senza eccezione, queste "prove" richiedono un'interpretazione che è totalmente inappropriata al contesto del passaggio. Per esempio, Genesi 3:13 è citato spesso, con l'affermazione che la parola tradotta come "illusa" o "ingannata" significava in realtà "sedotta". Contesto e dottrina non sarebbero d'accordo. Proverbi 30:20 paragona metaforicamente il mangiare e l'immoralità sessuale. Altri passaggi includono Giuda 1:14 e la parabola delle zizzanie in Matteo capitolo 13. Quelli che credono nella dottrina del seme del serpente insegnano che la descrizione di Gesù dei "figli del diavolo" in questa parabola è vera in senso biologico. Di nuovo, solo uno che sta cercando di forzare questa credenza nella Bibbia lo vedrà in questo modo, poiché non è letto naturalmente nella Scrittura.

Ci sono letteralmente dozzine di situazioni nella Bibbia in cui questa falsa idea è stata incastrata, eppure ognuna di esse richiede che una persona creda innanzitutto all'idea del seme del serpente. Solo leggendo un versetto e dicendo: "Se ritieni che la dottrina del seme del serpente sia vera, allora questo significa …" una persona può sostenere questa falsa filosofia. Per questa ragione, discutere contro la dottrina del seme del serpente può essere difficile. Coloro che credono in essa interpretano la Scrittura attraverso una sorta di "lente del seme del serpente" e non sono propensi ad accettare altre interpretazioni, indipendentemente da quanto ben supportate dal contesto e dalla cultura.

Ci sono alcune questioni di base e contraddizioni inerenti alla dottrina del seme del serpente che possono essere usate per dimostrare la sua mancanza di verità. Ad esempio, Galati 3:28 afferma chiaramente che razza e genere non hanno alcuni impatto sulla nostra posizione con Dio. 2 Pietro 3:9 dice che Dio vuole che tutti siano salvati, non "tutti tranne i figli di Caino". In nessun punto della Scrittura nessuno è identificato come un "Kenita" o condannato in base all'essere appartenuto alla discendenza di Caino. Non siamo mai stati avvertiti su tali persone dagli scrittori del Nuovo Testamento. Inoltre, c'è la domanda su come o perché tali persone siano sopravvissute al diluvio. La dottrina suppone che il peccato originale fosse sessuale, ma non può spiegare perché l'intero resto della Bibbia presenta una visione del mondo in cui il peccato originale era disobbedienza, non sessualità.

La filosofia del seme del serpente è la più sfortunata in quanto conduce direttamente e logicamente a due problemi principali. Il razzismo è di gran lunga il peggiore; credere che certe razze siano irrimediabili non ha un'applicazione positiva. Gli unici risultati possibili di tale visione del mondo sono il pregiudizio e il bigottismo. C'è anche la tendenza a liquidare i critici della dottrina del seme del serpente come i "keniti" in cui crede la filosofia. Arnold Murray è particolarmente colpevole di questo abuso. Fortunatamente per i credenti, Dio ci ha dato una risorsa, nella Scrittura, che può mostrarci la verità. Dobbiamo solo leggerlo con occhi imparziali aperti per trovare la vera saggezza.

English


Torna alla home page italiana

Cosa è la dottrina del seme del serpente?