Perché la sana dottrina è così importante?


Domanda: "Perché la sana dottrina è così importante?"

Risposta:
Paolo esorta Tito: "Ma tu parla di cose che siano conformi alla sana dottrina" (Tito 2:1). Tale mandato mostra chiaramente che la sana dottrina è importante. Ma perché lo è? Ciò in cui crediamo fa davvero la differenza?

La sana dottrina è importante perché la nostra fede si basa su un messaggio specifico. L'insegnamento generale della Chiesa contiene molti elementi, ma il messaggio principale viene definito esplicitamente: "Cristo è morto per i nostri peccati secondo le Scritture […] e risuscitò a il terzo giorno secondo le Scritture" (1 Corinzi 15:3-4). Si tratta della buona notizia inequivocabile, ed è di "estrema importanza". Cambiamo quel messaggio, e la base della fede passa da Cristo a qualcos'altro. Il nostro destino eterno dipende dal sentire "la parola della verità, l'evangelo della vostra salvezza" (Efesini 1:13; si veda anche la Seconda Lettera ai Tessalonicesi 2:13-14).

La sana dottrina è importante perché il Vangelo è un compito sacro, e non osiamo interferire con ciò che Dio ha comunicato al mondo. Il nostro dovere è quello di consegnare il messaggio, non di cambiarlo. Giuda dà un senso di urgenza riguardo tale compito: "sono stato obbligato a farlo per esortarvi a combattere strenuamente per la fede, che è stata trasmessa una volta per sempre ai santi" (Giuda 1:3; si veda anche la Lettera ai Filippesi 1:27). "Combattere" contiene l'idea di lottare strenuamente per qualcosa, di metterci tutta la forza che si ha. La Bibbia include un avvertimento a non aggiungere né sottrarre nulla alla Parola di Dio (Apocalisse 22:18-19). Piuttosto che alterare la dottrina degli apostoli, riceviamo quello che ci è stato tramandato e teniamo "il modello delle sane parole che hai udito da me nella fede e nell'amore, che sono in Cristo Gesú" (2 Timoteo 1:13).

La sana dottrina è importante perché ciò in cui crediamo influenza ciò che facciamo. Il comportamento è un'estensione della teologia, e c'è una correlazione diretta tra quello che pensiamo e il modo in cui agiamo. Per esempio, due persone stanno in cima ad un ponte; uno crede di poter volare, e l'altro crede di non poter volare. Le loro azioni successive saranno piuttosto diverse. Allo stesso modo, un uomo che crede che non esista il giusto e lo sbagliato, naturalmente si comporterà in modo differente dall'uomo che crede in modelli morali ben definiti. In uno degli elenchi dei peccati presenti nella Bibbia, vengono menzionati la ribellione, l'omicidio, la menzogna ed il traffico di schiavi. L'elenco si conclude con "qualsiasi altra cosa contraria alla sana dottrina" (1 Timoteo 1:9-10). In altre parole, il vero insegnamento promuove la giustizia; il peccato prospera laddove la "sana dottrina" riceve opposizioni.

La sana dottrina è importante perché dobbiamo stabilire la verità in un mondo di menzogna. "Molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo" (1 Giovanni 4:1). Ci sono zizzanie in mezzo al grano e lupi in mezzo al gregge (Matteo 13:25; Atti 20:29). Il modo migliore di distinguere tra la verità e la falsità è conoscere la verità.

La sana dottrina è importante perché il fine della sana dottrina è la vita. "Abbi cura di te stesso e dell'insegnamento, persevera in queste cose perché facendo cosí, salverai te stesso e coloro che ti ascoltano" (1 Timoteo 4:16). Al contrario, il fine della dottrina infondata è la distruzione. "Si sono infatti infiltrati tra di voi certi uomini, che sono stati da tempo designati per questa condanna, empi che mutano la grazia del nostro Dio in immoralità e negano l'unico Padrone Dio e il Signor nostro Gesú Cristo" (Giuda 1:4). Cambiare il messaggio di grazia di Dio è una cosa "empia", e la condanna per tale azione è seria. Predicare un altro Vangelo ("il quale non è un altro evangelo") comporta una maledizione: "sia maledetto!" (si veda la Lettera ai Galati 1:6-9).

La sana dottrina è importante perché incoraggia i credenti. Un amore per la Parola di Dio porta una "grande pace" (Salmo 119:165), e chi "annunzia la pace […] annuncia la salvezza" è davvero "bello" (Isaia 52:7). Un pastore "che ritenga fermamente l'insegnamento secondo la fedele parola, per essere in grado di esortare nella sana dottrina e di convincere quelli che contraddicono" (Tito 1:9).

La parola di saggezza è "Non spostare il confine antico, posto dai tuoi padri." (Proverbi 22:28). Se possiamo applicare tutto ciò alla sana dottrina, la lezione da imparare è che dobbiamo preservarla intatta. Possiamo non sviarci mai "dalla semplicità che si deve avere riguardo a Cristo" (2 Corinzi 11:3)!

English


Torna alla home page italiana

Perché la sana dottrina è così importante?