Cos’è la rigenerazione battesimale?



 

Domanda: "Cos’è la rigenerazione battesimale?"

Risposta:
La rigenerazione battesimale è la credenza secondo cui il battesimo è necessario per la salvezza o, più precisamente, la rigenerazione non avviene finché una persona non viene battezzata con acqua. La rigenerazione battesimale è un principio presente in un numero di confessioni cristiane, ma viene promossa più attivamente dalle chiese del Movimento di Restaurazione, in particolare la Chiesa di Cristo e la Chiesa Internazionale di Cristo.

I sostenitori della rigenerazione battesimale fanno riferimento a versetti della Scrittura come Marco 16:16, Giovanni 3:5, Atti 2:38, Atti 22:16, Galati 3:27, e 1 Pietro 3:21 per avere il sostegno biblico di tale credenza. E, certamente, questi versetti sembrano indicare che il battesimo sia necessario per la salvezza. Tuttavia, esistono interpretazioni biblicamente e contestualmente valide di tali versetti che non sostengono la rigenerazione battesimale.

I sostenitori della rigenerazione battesimale usano in genere una formula in quattro parti su come venga ricevuta la salvezza. Costoro credono che una persona debba credere, pentirsi, confessarsi ed essere battezzata per essere salvata. Credono questo in quanto esistono dei passaggi biblici che sembrano indicare che ognuna di queste azioni sia necessaria per la salvezza. Per esempio, Romani 10:9–10 collega la salvezza alla confessione. Atti 2:38 collega la salvezza al pentimento e al battesimo.

Il pentimento, inteso in senso biblico, è un requisito per la salvezza. Il pentimento è un cambiamento di parere. Il pentimento, in relazione alla salvezza, significa cambiare idea passando dal rifiuto all’accettazione di Cristo. Non è una fase distinta dalla fede salvifica, piuttosto ne è un aspetto essenziale. Non si può ricevere Gesù Cristo come Salvatore, per grazia mediante la fede, senza cambiare idea riguardo a chi Egli sia e cosa abbia fatto per noi.

La confessione, intesa biblicamente, è la dimostrazione della fede. Se una persona ha davvero ricevuto Gesù Cristo come Salvatore, proclamare quella fede agli altri ne sarà il risultato. Se una persona si vergogna di Cristo e/o del messaggio del vangelo, è piuttosto improbabile che abbia capito il vangelo o sperimentato la salvezza offerta da Cristo.

Il battesimo, inteso biblicamente, è un’identificazione con Cristo. Il battesimo cristiano consiste nell’identificazione di un cristiano con la morte, la sepoltura e la resurrezione di Cristo (Romani 6:3–4). Come con la confessione, se una persona non è disposta ad essere battezzata (non è disposta a riconoscere che la propria vita è stata redenta da Gesù Cristo) quella persona molto probabilmente non è stata resa una nuova creazione (2 Corinzi 5:17) per mezzo della fede in Gesù Cristo.

Coloro che disputano sulla questione della rigenerazione battesimale e/o della sua formula in quattro parti per ricevere la salvezza non vedono queste azioni come opere meritevoli che portano alla salvezza. Il pentimento, la confessione, ecc., non rendono una persona degna della salvezza. Piuttosto, la posizione ufficiale è che la fede, il pentimento, la confessione ed il battesimo siano "opere di obbedienza", cose che una persona deve fare prima che Dio le garantisca la salvezza. Mentre secondo lo standard protestante è la fede l’unico requisito di Dio per garantire la salvezza, i sostenitori della rigenerazione battesimale credono che il battesimo e, per alcuni, il pentimento e la confessione, siano dei requisiti aggiuntivi prima di garantire la salvezza.

Il problema con questa posizione è che esistono dei passaggi biblici che chiaramente ed esplicitamente dichiarano che la fede è l’unico requisito per la salvezza. Giovanni 3:16, uno dei versetti più noti della Bibbia, afferma: “ Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.” In Atti 16:30 il carceriere filippese chiese all’apostolo Paolo: "cosa devo fare per essere salvato?" Si tratta della perfetta occasione per presentare la formula in quattro parti, ammesso che Paolo stesse aspettando una tale occasione. La risposta di Paolo fu semplice: "Credi nel Signore Gesú Cristo, e sarai salvato tu e la casa tua" (Atti 16:31). Nessun battesimo, nessuna confessione, solo la fede.

Esistono letteralmente dozzine di versi nel Nuovo Testamento che attribuiscono la salvezza alla fede/credenza senza altro requisito menzionato nel contesto. Se il battesimo, o qualsiasi altra cosa, fosse necessario per la salvezza, tutti questi versetti sarebbero errati e la Bibbia stessa conterrebbe degli errori, quindi non sarebbe più degna della nostra fiducia.

Non è necessario uno studio esaustivo del Nuovo Testamento sui vari requisiti per la salvezza. Ricevere la salvezza non è un processo o una formula progressiva. La salvezza è un prodotto finito, non una ricetta. Cosa dobbiamo fare per essere salvati? Credere nel Signore Gesù Cristo, e saremo salvati.


Torna alla home page italiana

Cos’è la rigenerazione battesimale?