La religione è la causa della maggior parte delle guerre?



 

Domanda: "La religione è la causa della maggior parte delle guerre?"

Risposta:
Sicuramente, molti conflitti nel corso della storia sono verosimilmente avvenuti per ragioni religiose, ed hanno coinvolto molte religioni diverse. Per esempio, nel cristianesimo sono accadute (solo per nominarne alcune):

• Le Crociate — Una serie di campagne dall’undicesimo al tredicesimo secolo con l’obiettivo ufficiale di riconquistare la Terra Promessa dagli invasori musulmani e soccorrere l’impero bizantino.

• Le Guerre di Religione Francesi — Una serie di guerre nella Francia del 16esimo secolo tra cattolici e protestanti ugonotti.

• La Guerra dei Trent’anni — Un’altra guerra tra cattolici e protestanti durante il 17esimo secolo in quella che è oggi la Germania.

Questa lista non è affatto esaustiva. Oltretutto, si potrebbero aggiungere la Rivolta dei Taiping e i Troubles dell’Irlanda del Nord. Il cristianesimo è certamente stato un fattore presente in molti conflitti nel corso dei suoi 2000 anni di storia.

Nell’islamismo vediamo il concetto di jihad, o "guerra santa". La parola jihad significa letteralmente "lotta", ma il concetto è stato usato per descrivere il conflitto armato nell’espansione e nella difesa del territorio islamico. La guerra quasi continua in Medioriente, durante il mezzo secolo scorso, ha certamente contribuito all’idea che la religione sia la causa di molte guerre. Gli attacchi agli Stati Uniti dell’11 Settembre sono stati visti come una jihad contro il "grande Satana", l’America, che agli occhi dei musulmani è praticamente un sinonimo del cristianesimo . Nel giudaismo le guerre di conquista registrate nell’Antico Testamento (in particolare nel libro di Giosuè) al comando di Dio permisero la presa della Terra Promessa.

Dovrebbe essere ovvio che la religione abbia avuto una parte in molti conflitti armati della storia umana. Tuttavia, questo prova il punto dei critici della religione, secondo i quali essa stessa sia la causa della guerra? La risposta è "sì" e "no". "Sì" nel senso che, come causa secondaria, la religione è stata, almeno in apparenza, l’impulso dietro molti conflitti. Tuttavia, la risposta è “no” nel senso che la religione non è mai la causa primaria della guerra.

Per dimostrare questo punto, guardiamo al 20esimo secolo. A detta di tutti, il 20esimo secolo è stato uno dei secoli più sanguinosi della storia dell’umanità. Le due maggiori guerre mondiali, che non avevano niente a che fare con la religione, l’olocausto ebraico, e le rivoluzioni comuniste in Russia, in Cina, nel Sudest asiatico e a Cuba hanno causato tra i 50 e i 70 milioni di morti (alcuni stimano fino a 100 milioni). L’unica cosa che questi conflitti e genocidi hanno in comune è il fatto che fossero ideologici, non religiosi. Potremmo facilmente dichiarare che sono morte più persone per l’ideologia che per la religione nel corso della storia dell’umanità. L’ideologia comunista deve comandare sugli altri. L’ideologia nazista deve effettuare l’eliminazione delle razze "inferiori". Queste due ideologie da sole sono responsabili della morte di milioni di persone, e la religione non ha niente a che fare con ciò. Infatti, il comunismo è per definizione un’ideologia atea.

Religione ed ideologia sono entrambe delle cause secondarie della guerra. Tuttavia, la causa primaria di ogni guerra è il peccato. Considerate le seguenti Scritture:

“Da dove vengono le guerre e le contese fra voi? Non provengono forse dalle passioni che guerreggiano nelle vostre membra? Voi desiderate e non avete, voi uccidete e portate invidia, e non riuscite ad ottenere; voi litigate e combattete, e non avete, perché non domandate. Voi domandate e non ricevete, perché domandate male per spendere nei vostri piaceri” (Giacomo 4:1-3).

“Poiché dal cuore provengono pensieri malvagi, omicidi, adultèri, fornicazioni, furti, false testimonianze, maldicenze” (Matteo 15:19).

“ Il cuore è ingannevole piú di ogni altra cosa e insanabilmente malato; chi lo può conoscere?” (Geremia 17:9).

“Ora l'Eterno vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che tutti i disegni dei pensieri del loro cuore non erano altro che male in ogni tempo” (Genesi 6:5).

Qual è la testimonianza della Scrittura riguardo alla causa primaria della guerra? Sono i nostri cuori malvagi la causa principale della guerra. La religione e l’ideologia sono semplicemente i mezzi attraverso i quali esercitiamo la malvagità nei nostri cuori. Pensare, come fanno molti atei dichiarati, che possiamo in qualche modo rimuovere il nostro "bisogno poco funzionale della religione" e in qualche modo creare una società più pacifica, significa avere una visione errata della natura umana. La testimonianza della storia umana è che se rimuoviamo la religione, qualcos’altro prenderà il suo posto, e quel qualcosa non è mai positivo. La realtà è che la vera religione tiene l’umanità sotto controllo; senza di essa, la malvagità e il peccato regnerebbero supremi.

Persino con l’influenza della vera religione, il Cristianesimo, non vedremo mai pace in questa età attuale. Non esiste giorno in cui non ci sia qualche conflitto nel mondo. L’unica cura contro la guerra è il Principe della Pace, Gesù Cristo. Quando Cristo ritornerà come ha promesso, concluderà l’età attuale e stabilirà pace eterna:

“Egli farà giustizia fra le nazioni e sgriderà molti popoli. Forgeranno le loro spade in vomeri e le loro lance in falci; una nazione non alzerà piú la spada contro un'altra nazione e non insegneranno piú la guerra” (Isaia 2:4).


Torna alla home page italiana

La religione è la causa della maggior parte delle guerre?