Quali sono i punti forti e i punti deboli della tesi medio-tribolazionista del rapimento, anche conosciuta come medio-tribolazionismo? Quando avverrà il rapimento in relazione alla tribolazione?



 

Domanda: "Quali sono i punti forti e i punti deboli della tesi medio-tribolazionista del rapimento, anche conosciuta come medio-tribolazionismo? Quando avverrà il rapimento in relazione alla tribolazione?"

Risposta:
Escatologicamente parlando, è importante ricordare che quasi tutti i cristiani concordano su tre punti: 1) un tempo futuro di Tribolazione che il mondo non ha mai conosciuto prima, 2) la Seconda Venuta di Gesù Cristo, e 3) il passaggio dei credenti dalla mortalità all’immortalità, comunemente noto come il Rapimento (Giovanni 14:1-3; 1 Corinzi 15:51-52; 1 Tessalonicesi 4:16-17). La domanda è: quando avviene il Rapimento in relazione alla Tribolazione e alla Seconda Venuta? Le tre principali teorie sul tempo del rapimento sono il pre-tribolazionismo (la credenza che il Rapimento avverrà prima della Tribolazione), il medio-tribolazionismo (la credenza che il Rapimento avverrà a metà della Tribolazione) e il post-tribolazionismo (la credenza che il Rapimento avverrà alla fine della Tribolazione). Questo articolo riguarda in particolare la visione medio-tribolazionista.

Il medio-tribolazionismo insegna che il Rapimento avverrà a metà della Tribolazione. A quel tempo, la settima tromba suonerà (Apocalisse 11:15), la Chiesa incontrerà Cristo nell’aria e le coppe del giudizio verranno riversate sulla Terra (Apocalisse 15-16) in un tempo conosciuto come la Grande Tribolazione. In altre parole, il Rapimento e la Seconda Venuta di Cristo (per stabilire il Suo regno) vengono separate da un periodo di tre anni e mezzo. Secondo questa teoria, la chiesa supera la prima parte della Tribolazione ma viene risparmiata dal momento peggiore, che avrà luogo negli ultimi tre anni e mezzo della Tribolazione. Molto vicina al medio-tribolazionismo è la credenza nel rapimento "pre-ira", ovvero la teoria che la chiesa venga portata in Cielo prima che arrivi il "grande giorno della sua ira" (Apocalisse 6:17).

A sostegno di questa teoria, i medio-tribolazionisti indicano la cronologia data in 2 Tessalonicesi 2:1-3. L’ordine degli eventi è il seguente: 1) apostasia, 2) rivelazione dell’Anticristo e 3) il Giorno di Cristo. La visione medio-tribolazionista insegna che l’Anticristo non verrà rivelato completamente fino alla "abominazione della desolazione" (Matteo 24:15), che avrà luogo a metà della Tribolazione (Daniele 9:27). Inoltre, i medio-tribolazionisti interpretano “il Giorno di Cristo” come il Rapimento; dunque, la chiesa non verrà rapita in Cielo fino a quando non verrà rivelato l’Anticristo.

Secondo un altro insegnamento fondamentale del medio-tribolazionismo la tromba descritta in 1 Corinzi 15:52 è la stessa tromba menzionata in Apocalisse 11:15. La tromba descritta in Apocalisse 11 è l’ultima di una serie di trombe; è quindi sensato ipotizzare che possa essere "l’ultima tromba" di cui parla 1 Corinzi 15. Questa logica viene a mancare, tuttavia, se consideriamo il ruolo delle trombe. La tromba che suona al Rapimento è “la tromba di Dio” (1 Tessalonicesi 4:16), ma quella in Apocalisse 11 è una che annuncia un imminente giudizio. Una è il richiamo della grazia per gli eletti di Dio; l’altra è il verdetto del destino dei malvagi. Inoltre, la settima tromba dell’Apocalisse non è "l’ultima" tromba cronologicamente parlando: Matteo 24:31 descrive una tromba successiva che suona all’inizio del regno di Cristo.

1 Tessalonicesi 5:9 afferma che la chiesa non è stata destinata "all'ira, ma ad ottenere salvezza.” Ciò sembrerebbe indicare che i credenti non vivranno la Tribolazione. Tuttavia, il medio-tribolazionismo interpreta "ira" come riferita solo alla seconda metà della Tribolazione; in particolare, alla coppa dei giudizi. D’altra parte, limitare il significato della parola in questo modo ci sembra ingiustificato. Sicuramente i terribili giudizi contenuti nei sigilli e nelle trombe (inclusi carestia, fiumi avvelenati, luna oscurata, spargimento di sangue, terremoti e tormenti) potrebbero anche essere considerati ira di Dio.

Il medio-tribolazionismo colloca il Rapimento descritto in Apocalisse 11 prima dell’inizio della "grande tribolazione". Ci sono due problemi con questa teoria nella cronologia dell’Apocalisse: prima di tutto, il termine "grande tribolazione" appare un’unica volta nel libro dell’Apocalisse, nel capitolo 7:14. In secondo luogo, l’unico riferimento al "grande giorno dell’ira" è in Apocalisse 6:17. Entrambi questi riferimenti avvengono troppo presto per poter ipotizzare un Rapimento medio-tribolazionista.

E una debolezza finale della visione medio-tribolazionista è condivisa dalle altre due teorie: vale a dire che la Bibbia non ci dà una linea temporale esplicita di eventi futuri. La Scrittura non insegna espressamente una visione piuttosto che un’altra, ed ecco perché esiste una diversità di opinioni riguardo la fine dei tempi e alcune teorie su come si dovrebbero armonizzare le profezie ad essa relative.


Torna alla home page italiana

Quali sono i punti forti e i punti deboli della tesi medio-tribolazionista del rapimento, anche conosciuta come medio-tribolazionismo? Quando avverrà il rapimento in relazione alla tribolazione?