Perché Dio permette che veniamo sottoposti a prove e tribolazioni?



 

Domanda: "Perché Dio permette che veniamo sottoposti a prove e tribolazioni?"

Risposta:
Uno degli aspetti più difficili della vita cristiana è il fatto che diventare un discepolo di Cristo non ci rende immuni dalle prove e dalle tribolazioni della vita. Perché un Dio amorevole e buono permette che subiamo cose come la morte di un bambino, malattia, ferite sia su noi stessi che sui nostri cari, difficoltà finanziarie, preoccupazioni e paure? Sicuramente, se Lui ci ha amasse, allontanerebbe tutte queste cose da noi. Dopo tutto, il fatto che Lui ci ami non significa forse che vuole che le nostre vite siano facili e comode? Beh, no, non significa questo. La Bibbia insegna chiaramente che Dio ama i Suoi figliuoli, e in Lui "tutte le cose cooperano per il bene" (Romani 8:28). Così questo deve significare che le prove e le tribolazioni che permette nella nostra vita sono parte di questo far cooperare tutte le cose per il bene. Di conseguenza, per il credente, tutte le prove e le tribolazioni devono avere uno scopo divino.

Come in tutte le cose, lo scopo supremo di Dio per noi è quello di farci crescere sempre di più a immagine di Suo Figlio (Romani 8:29). Questo è l’obiettivo del cristiano e ogni cosa nella vita, incluse le prove e le tribolazioni, è designata al fine di permetterci di raggiungere quello scopo. Fa parte del processo di santificazione: essere messi da parte per i propositi di Dio e resi in grado di vivere per la Sua gloria. Il modo in cui le prove ottengono questo risultato è spiegato in 1 Pietro 1:6-7: "A motivo di questo voi gioite anche se al presente, per un podi tempo, dovete essere afflitti da varie prove, affinché la prova della vostra fede, che è molto piú preziosa dell'oro che perisce anche se vien provato col fuoco, risulti a lode, onore e gloria nella rivelazione di Gesú Cristo." La fede del vero credente verrà assicurata dalle prove che viviamo, così possiamo riposare nella consapevolezza che è reale e che durerà per sempre.

Le prove sviluppano il carattere devoto, e questo fa sì che ci "vantiamo anche nelle afflizioni, sapendo che l'afflizione produce perseveranza, la perseveranza esperienza e l'esperienza speranza. Or la speranza non confonde, perché l'amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato” (Romani 5:3-5). Gesù Cristo ci ha dato l’esempio perfetto. "Ma Dio manifesta il suo amore verso di noi in questo che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi" (Romani 5:8). Questi versetti rivelano degli aspetti del Suo scopo divino sia per le prove e le tribolazioni di Gesù Cristo che per le nostre. Perseverare prova la nostra fede. "Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica" (Filippesi 4:13).

Tuttavia, dobbiamo stare attenti a non cercare delle scuse per le nostre "prove e tribolazioni", se queste sono il risultato del nostro comportamento errato. "Nessuno di voi abbia a soffrire come omicida o ladro o malfattore, o perché si impiccia negli affari degli altri" (1 Pietro 4:15). Dio perdonerà i nostri peccati perché la punizione eterna per loro è stata pagata dal sacrificio di Cristo sulla croce. Tuttavia, dobbiamo ancora sopportare le conseguenze naturali in questa vita per i nostri peccati e per le nostre scelte sbagliate. Ma Dio usa persino queste sofferenze per modellarci per i Suoi scopi e per il nostro bene supremo.

Prove e tribolazioni vengono insieme ad uno scopo e a una ricompensa."Considerate una grande gioia, fratelli miei, quando vi trovate di fronte a prove di vario genere, sapendo che la prova della vostra fede produce costanza. E la costanza compia in voi un'opera perfetta, affinché siate perfetti e completi, in nulla mancanti […] Beato l'uomo che persevera nella prova, perché, uscendone approvato, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promesso a coloro che l'amano" (Giacomo 1:2-4,12).

Attraverso tutte le prove e le tribolazioni della vita otteniamo la vittoria. "Ma rendiamo grazie a Dio, che ci dà la vittoria attraverso il Nostro Signore, Gesù Cristo." Nonostante ci troviamo in una battaglia spirituale, Satana non ha autorità sul credente in Cristo. Dio ci ha dato la Sua Parola per guidarci, il Suo Spirito Santo per darci potenza e il privilegio di venire a Lui in qualsiasi luogo, in qualsiasi momento, per pregare riguardo a qualsiasi cosa. Egli ci ha anche assicurati che nessuna prova sarà al di sopra delle nostre capacità di sopportazione e che “con la tentazione vi darà anche la via d'uscita, affinché la possiate sostenere” (1 Corinzi 10:13).


Torna alla home page italiana

Perché Dio permette che veniamo sottoposti a prove e tribolazioni?