Perché pregare per gli altri è così importante?


Domanda: "Perché pregare per gli altri è così importante?"

Risposta:
Pregare per gli altri, parlando di preghiera in generale, è una cosa di cui è facile dubitare. Perché dovremmo pregare se Dio ha già a cuore il nostro migliore interesse? Egli è infinitamente più saggio di noi. Perché ha bisogno che preghiamo? Non sarebbe meglio credere semplicemente che Egli farà il meglio per noi? È vero che Dio è più saggio di noi (1 Corinzi 1:25) e che dovremmo confidare in Lui (Proverbi 3:5–6). Ed è esattamente per queste ragioni che dobbiamo pregare, in quanto pregare per noi stessi e per gli altri è un Suo comandamento.

Pregare per gli altri viene consigliato come fonte di sollievo (Giacomo 5:16) e confessione. Giacomo ci dice che "molto può la preghiera del giusto, fatta con efficacia." Dunque, ciò significa che solo le preghiere delle persone buone vengono ascoltate? No, la parola giusto nella Bibbia si riferisce a chi ha fede ed è protetto dalla giustizia di Gesù (Romani 5:1; 3:21–22; 4:2–3).

Gesù ci ha detto di pregare in Suo nome (Giovanni 14:13–14). Se fate qualcosa "nel nome di" qualcun altro, significa che lo fate secondo i suoi desideri. Dunque, conoscere Dio e capirLo sono parte integrante della preghiera. Adesso cominciamo a comprendere perché pregare per gli altri sia importante. Pregare non significa ottenere qualsiasi cosa vogliamo, o proteggere le altre persone, tenerle in salute e libere dai problemi in qualunque momento. La preghiera è un modo efficace di conoscere il nostro Salvatore, e avvicina i credenti. La preghiera efficace per gli altri ci avvicinerà a Dio, in quanto essa si basa su una conoscenza della Sua volontà (1 Giovanni 5:14). Ci avvicinerà anche agli altri, quando giungeremo a conoscerli meglio e ci concentreremo sulle loro necessità.

La maggior parte di noi prega per gli altri in questo modo: "Signore, dai al mio amico un lavoro, un mezzo di trasporto affidabile, buona salute e sicurezza." Se conosciamo davvero bene qualcuno, potremmo pregare per il suo matrimonio o le sue altre relazioni. Non c'è niente di sbagliato nel pregare per queste cose; anzi, la Bibbia ci incoraggia a pregare per ogni cosa e così, facendolo, potremo placare le nostre ansie (Filippesi 4:6). È giusto pregare per la salute e perché accadano cose buone (3 Giovanni 1:2).

Tuttavia, la maggior parte delle preghiere riportate nella Bibbia è di altro tipo. Quando Gesù pregava per gli altri, pregava per la loro fede (Luca 22:32), contro le tentazioni nelle loro vite (Luca 22:40), per la loro unità (Giovanni 17:11) e per la loro santificazione (Giovanni 17:17). Paolo pregava per la salvezza dei perduti (Romani 10:1); pregava che i suoi fratelli rimanessero nel giusto cammino (2 Corinzi 13:7), e che i credenti venissero rafforzati dallo Spirito, fossero radicati nell'amore, fossero capaci di comprendere la volontà di Dio e fossero ricolmi di Lui (Efesini 3:14–19). Si tratta di preghiere per benedizioni spirituali; sono tutte "nel nome di Gesù" e seguono la volontà del Padre; è garantito che ricevano un "sì" in Cristo (2 Corinzi 1:20).

Pregare per gli altri è importante perché rispetta un comandamento del Nuovo Testamento. Dobbiamo pregare per tutti (1 Timoteo 2:1). Dobbiamo pregare per i leader di governo (1 Timoteo 2:2). Dobbiamo pregare per chi non è salvo (1 Timoteo 2:3–4). Dobbiamo pregare per gli altri Cristiani (Efesini 6:18). Dobbiamo pregare per i ministri del Vangelo (Efesini 6:19–20). Dobbiamo pregare per la Chiesa perseguitata (Ebrei 13:3). Pregare per gli altri distoglie l'attenzione da noi stessi e la rivolge verso i bisogni di chi ci circonda. Mentre "portate i pesi gli uni degli altri", "così adempirete la legge di Cristo" (Galati 6:2). Cominciate a pregare per gli altri oggi, ed aiutate a edificare il Corpo di Cristo.

English


Torna alla home page italiana

Perché pregare per gli altri è così importante?