Come posso non andare all’inferno?


Domanda: "Come posso non andare all’inferno?"

Risposta:
Non andare all’inferno è più facile di ciò che pensi. Alcune persone credono che devono obbedire ai dieci comandamenti per tutta la vita per evitare l’inferno. Altre persone credono che devono osservare certi riti e funzioni per non andare all’inferno. Altre ancora credono che non c’è modo di essere sicuri di non finire all’inferno. Ma nessuna di queste opinioni è esatta. La Bibbia rende molto chiaro come si può evitare di andare all’inferno dopo la morte.

La Bibbia descrive l’inferno come un posto terrificante e orribile. L’inferno è descritto come “il fuoco eterno” (Matteo 25:41), “un fuoco inestinguibile” (Matteo 3:12), “una eterna infamia” (Daniele 12:2), un posto dove “il fuoco non si spegne mai” (Marco 9:44-49) e una “distruzione eterna” (2 Tessalonicesi 1:9). Apocalisse 20:10 descrive l’inferno come uno “stagno di fuoco e di zolfo” dove i malvagi sono “tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli” (Apocalisse 20:10). Ovviamente, l’inferno è un luogo che tutti vorremmo evitare.

Perché dunque esiste l’inferno, e perché Dio ci manda alcune persone? La Bibbia ci dice che Dio “ha preparato” l’inferno per il diavolo e per gli angeli caduti dopo la loro ribellione contro di Lui (Matteo 25:41). Coloro che rifiutano il perdono di Dio subiranno lo stesso destino eterno del diavolo e degli angeli caduti. Perché l’inferno è necessario? Ogni peccato, in ultima analisi, è contro Dio (Salmo 51:4) e dato che Dio è un essere eterno ed infinito, l’unica pena sufficiente è una pena eterna e infinita. L’inferno è il posto dove vengono attuate le misure corrispondenti alla santità e alla giustizia di Dio. L’inferno è dove Dio condanna il peccato e tutti coloro che Lo rifiutano. La Bibbia rende chiaro che tutti abbiamo peccato (Ecclesiaste 7:20; Romani 3:10-23) e che, come conseguenza, tutti meritiamo di andare all’inferno.

Cosa dobbiamo dunque fare per non andare all’inferno? Dato che l’unico pagamento sufficiente è di natura infinita e eterna, così è necessario che venga pagato un prezzo eterno ed infinito. Dio è diventato un essere umano nella persona di Gesù Cristo. In Gesù Cristo Dio è vissuto tra di noi, ci ha insegnato tante cose e ci ha guarito; ma quelle cose non erano la sua missione finale. Dio è diventato un essere umano (Giovanni 1:1,14) in modo da poter morire per noi. Gesù, Dio in forma umana, è morto sulla croce. Essendo Dio, la Sua morte ebbe un valore eterno ed infinito, e ha dunque pagato il prezzo completo per il peccato (1 Giovanni 2:2). Dio ci invita a ricevere Gesù Cristo come Salvatore, accettando la Sua morte come il pagamento pieno e giusto per i nostri peccati. Dio promette che chiunque crede in Gesù (Giovanni 3:16) e mette la sua fiducia esclusiva in Lui come Salvatore (Giovanni 14:6), sarà salvato e non andrà all’inferno.

Dio non vuole che nessuno vada all’inferno (2 Pietro 3:9). Ecco perché Dio ha compiuto il sacrificio finale, perfetto e sufficiente per noi. Se non vuoi andare all’inferno, ricevi Gesù come tuo Salvatore. E’ semplice. Di’ a Dio che ti riconosci un peccatore e che meriti di andare all’inferno. Dichiara a Dio che metti la tua fiducia in Gesù Cristo come tuo Salvatore. Ringrazia Dio che ha provveduto per la tua salvezza e per la liberazione dall’inferno. La fede semplice e la fiducia in Gesù Cristo come Salvatore sono il modo di non andare all’inferno.

Hai preso una decisione per Cristo grazie a quello che hai letto qui? Se lo hai fatto, ti preghiamo di cliccare sul pulsante sottostante "Oggi ho accettato Gesù".

English
Torna alla home page italiana

Come posso non andare all’inferno?