Come può un credente trovare conforto dopo la morte di un genitore?


Domanda: "Come può un credente trovare conforto dopo la morte di un genitore?"

Risposta:
La morte di un genitore (o di un altro membro della famiglia) può essere davvero difficile per un cristiano. Anche quando chi abbiamo perso è un credente, non è mai facile dire addio, specialmente se il lutto è stato improvviso. Il cordoglio per i nostri cari è appropriato e prevedibile; Cristo stesso pianse sulla tomba del Suo amico Lazzaro (Giovanni 11:35). La Bibbia fornisce consolazione e come cristiani possiamo trovare conforto anche per la perdita di qualcuno a noi così caro.

Nel perdere un genitore cristiano, il più grande conforto di un credente è la speranza e la fiducia che il nostro rapporto con i nostri genitori non finisca con la morte. Un cristiano che ha perso un genitore cristiano può riposare nella promessa che ci sarà una riunione in cielo. Il nostro genitore è attualmente con Cristo, vivendo la Sua gioia (2 Corinzi 5:8). Al momento della resurrezione, tutti coloro che hanno accettato Cristo saranno glorificati e otterranno corpi incorruttibili (1 Corinzi 15:42–44; Giovanni 11:25). Per i cristiani, Cristo ha vinto la morte! Come Paolo gioiosamente scrive in 1 Corinzi 15:54–57, "'La morte è stata inghiottita dalla vittoria. O morte, dov'è il tuo dardo? Ora il dardo della morte è il peccato, e la forza del peccato è la legge. Ma ringraziato sia Dio che ci dà la vittoria per mezzo del Signor nostro Gesú Cristo."

Perdere un genitore può essere più difficile se non siamo sicuri della salvezza dei nostri genitori. Ma possiamo ancora aggrapparci alle promesse di Dio e cercarLo per ricevere conforto. Attendiamo con ansia il momento in cui tutte le cose saranno rese nuove e confidiamo nel fatto che Egli è giusto e buono.

Il Dio della Bibbia si compiace di confortare gli afflitti e di guarire il cuore spezzato (Geremia 17:14; 2 Corinzi 1:3–4; 7:6). Egli è "padre degli orfani" (Salmo 68:5). Quando siamo addolorati per la perdita dei nostri cari, Dio è pronto a offrirci la Sua pace. Nel mezzo del nostro lutto, possiamo conoscere la presenza di Dio con noi; anche nel nostro dolore, possiamo avvicinarci a Lui in preghiera e adorazione. Come credenti, anche noi non dobbiamo soffrire da soli. Abbiamo altri nel corpo di Cristo che aiuteranno a sopportare il peso, condividere il dolore e "piangere con quelli che piangono" (Romani 12:15).

La perdita dei nostri genitori può essere profondamente dolorosa, soprattutto dal momento che giocano un ruolo chiave nel plasmare le nostre vite. In effetti, i nostri genitori sono spesso quelli che ci confortano quando siamo feriti e perdendoli può sembrare che stiamo perdendo il nostro sostegno emotivo. Ma noi Cristiani possiamo farci coraggio perché troviamo conforto in qualcosa di più che le nostre famiglie; lo stesso Dio della Creazione, che ci conosce meglio di quanto conosciamo noi stessi, capisce il nostro dolore ed è desideroso di farci crescere, guarirci e darci la Sua pace.

English


Torna alla home page italiana

Come può un credente trovare conforto dopo la morte di un genitore?