Cosa significa essere una moglie devota?


Domanda: "Cosa significa essere una moglie devota?"

Risposta:
Per definire la moglie devota, dobbiamo prima considerare il significato della parola devoto. In 1 Timoteo 2:2, Paolo usa la parola in relazione all'essere "tranquillo," "quieto" e "decoroso." La Bibbia dice che lo Spirito, che si trova in ogni credente, produce atti visibili ed invisibili di devozione: "amore gioia, pace, pazienza, gentilezza, bontà, fede, mansuetudine, autocontrollo" (Galati 5:22–23). La definizione ultima di devozione sarebbe "essere simili a Cristo." La devozione significa uno sforzo sincero di imitare Cristo, di essere come Lui in pensiero ed azione, come fece l'apostolo Paolo (1 Corinzi 11:1). Queste caratteristiche si applicano ad ogni credente, che sia un uomo o una donna. Per fortuna, la Bibbia ci fornisce delle qualifiche più specifiche su come deve essere una donna devota, in particolare una moglie.

Nel libro dei Proverbi, viene data una meravigliosa immagine della moglie devota. Le virtù di una moglie devota non sono cambiate, neanche dopo migliaia di anni. Una moglie devota è colei la quale ha la fiducia completa del proprio marito. Egli non deve preoccuparsi che sia tentata dai sotterfugi di un altro uomo, che faccia debiti con le carte di credito, o che trascorra tutto il giorno a guardare telenovelas. Lui sa che è una donna dignitosa, saggia e devota (Proverbi 31:11, 12, 25, 26). Egli è sicuro del suo appoggio e del suo amore sincero, perché non è vendicativa né critica. Suo marito ha una buona reputazione nella comunità, e sua moglie non parla mai male di lui, non fa pettegolezzi suo conto. Piuttosto, è sempre pronta a tirarlo su e ad elogiarlo. Si prende completamente cura della casa ed è anche lei ben rispettata (Proverbi 31:12, 21, 23).

Una moglie devota trascorre meno tempo davanti allo specchio che condividendo ciò che ha con i poveri ed i bisognosi, perché è altruista e benevola (Proverbi 31:20, 30). Ma non si trascura; mantiene il suo corpo ed il suo spirito forti ed in buona salute. Anche se lavora duro e per molte lunghe ore, non ha un aspetto tirato; si impegna in cose positive, per migliorare se stessa e la propria famiglia (Proverbi 31:17, 21, 22).

Al contrario di quanti credono sia l'immagine biblica della moglie devota, Proverbi 31 rivela che è intraprendente ed ambiziosa. La moglie di Proverbi 31 ha una piccola attività: intesse e vende indumenti. Prende le proprie decisioni d'affari indipendentemente, e solo lei decide cosa fare con il proprio guadagno (Proverbi 31:16, 24). Si noti, tuttavia, che ciò che guadagna non viene speso in scarpe o borse, ma piuttosto per comprare un campo nel quale piantare un vigneto, qualcosa che porterà beneficio a tutta la famiglia.

In tutte le sue imprese, servizio e lavoro duro, la moglie devota è gioiosa. Riesce a vedere che tutto quello che sta facendo è vantaggioso, il che provoca in lei un senso di soddisfazione (Proverbi 31:18). Una moglie devota non si preoccupa di ciò che potrà portarle il futuro. Sorride al futuro perché sa che il Suo Signore ne ha il controllo (Proverbi 31:25, 30). Il versetto 30 è la chiave dell'intero passaggio, perché una donna non può essere devota senza prima temere il Signore. È il fatto che la donna devota segua Gesù e si attenga a Lui, che porta il frutto della devozione alla realizzazione nella sua vita (si veda Giovanni 15:4).

Infine, una donna devota dovrebbe essere sottomessa a suo marito (Efesini 5:22). Com'è una moglie sottomessa? Non è come pensate. La Bibbia insegna che Gesù si sottomette a Suo Padre (Giovanni 5:19). Eppure, Gesù è uguale al Padre (Giovanni 10:30). Dunque, una moglie sottomessa non ha meno valore, come essere umano; il suo ruolo non è meno importante: è differente. I cristiani sanno che Cristo è tanto divino quanto il Padre (e lo Spirito Santo), ma ognuno ha un ruolo diverso nella redenzione. Allo stesso modo, gli uomini e le donne hanno parti distinte nel matrimonio. Dunque, il fatto che una moglie debba essere sottomessa al marito come Cristo Lo è al Padre, significa che lei permette di propria volontà che il marito la guidi. Gesù andò alla croce di sua volontà, anche se non senza angoscia (Matteo 26:39). Cristo sapeva che la via del Padre era la migliore. Una donna devota potrebbe trovare che il sentiero di sottomissione è a volte doloroso, ma seguire Dio porterà sempre a ricompense spirituali che durano per tutta l'eternità (1 Timoteo 4:7–8).

La Bibbia identifica la sottomissione al marito con quella a Dio (Efesini 5:22). In altre parole, se una donna non può sottomettersi a suo marito, potrebbe trattarsi di un riflesso della sua riluttanza a sottomettersi a Cristo. La sottomissione non significa debolezza; una moglie sottomessa non è "non intelligente" o "non importante." La sottomissione necessita di forza, dignità e devozione, come impariamo dalla donna di Proverbi 31.

Proverbi 31 presenta l'ideale. Una donna può essere devota senza essere perfetta (sappiamo che non esiste la perfezione umana). Ma quando la donna si avvicina sempre più a Cristo nella sua relazione con Lui, diventerà sempre più devota nel suo matrimonio. La devozione si oppone spesso all'idea della società secolare sulle aspirazioni della donna. Tuttavia, come donne di Dio, la nostra preoccupazione principale deve sempre essere incentrata su ciò che compiace Dio.

English


Torna alla home page italiana

Cosa significa essere una moglie devota?