La Bibbia ha forse copiato alcune storie da altre leggende e miti religiosi?



 

Domanda: "La Bibbia ha forse copiato alcune storie da altre leggende e miti religiosi?"

Risposta:
Sono molte le storie della Bibbia che presentano notevoli somiglianze con i racconti di altre religioni, leggende e miti. Ai fini del presente articolo, esamineremo due degli esempi più evidenti.

Prima di tutto, consideriamo il racconto della Caduta dell’umanità in Genesi capitolo 3. C’è una leggenda greca, quella del Vaso di Pandora, i cui dettagli differiscono tanto drammaticamente dal racconto biblico della Caduta che non si potrebbe mai sospettare un collegamento. Ma nonostante le loro differenze significative, potrebbero in effetti confermare lo stesso evento storico. Entrambe le storie parlano di come la prima donna abbia liberato il peccato, la malattie e la sofferenza nel mondo che era stato fino a quel momento un paradiso edenico. Entrambe le storie finiscono con la speranza; speranza in un Redentore promesso nel caso della Genesi e "speranza" come entità liberata dal vaso alla fine della leggenda di Pandora.

Come nel caso delle numerose leggende sul Diluvio presenti in tutto il mondo, il Vaso di Pandora dimostra come la Bibbia potrebbe a volte presentare analogie con miti pagani. Ciò avviene semplicemente perché tutte le fonti parlano di una verità storica centrale che nel passare degli anni si è manifestata o in storie antiche (nel caso della Bibbia) o in allegorie poetiche (nel caso del Vaso di Pandora, la cui narrazione presenta differenze tra le varie versioni greche ma la cui verità centrale rimase costante). Le somiglianze non suggeriscono che una storia abbia copiato dall’altra, bensì che entrambe siano basate sullo stesso evento storico.

Infine, ci sono i casi di presa in prestito; tuttavia, in quei casi la fonte originale era la Bibbia, non i miti pagani (nonostante alcuni pseudo-accademici sostengano il contrario). Considerate il caso della nascita di Sargon. La leggenda sostiene che la madre di Sargon lo mise in un cesto di vimini e lo fece portare via dalla corrente del fiume. Egli fu poi salvato da Aqqi, il quale lo adottó come suo figlio. Somiglia tantissimo alla storia di Mosè in Esodo 2, non è vero? Sargon visse circa 800 anni prima della nascita di Mosè. Dunque la storia di Mosè, il bambino mandato lungo il fiume per essere poi salvato ed adottato, deve essere stata presa in prestito dalla storia di Sargon, giusto?

Ciò sembra ragionevole in principio, se non fosse che ogni notizia che abbiamo su Sargon proviene quasi interamente da leggende scritte molte centinaia di anni dopo la sua morte. Ci sono pochissimi resoconti contemporanei della vita di Sargon. La leggenda dell’infanzia di Sargon, e di come fosse stato messo in un cesto di vimini e mandato lungo il fiume, proviene da due tavolette scritte in cuneiforme nel settimo secolo avanti Cristo (dalla biblioteca del re Assiro Ashurbanipal, il quale regnò dal 668 al 627 aC). Esse furono scritte centinaia di anni dopo il libro dell’Esodo. Se qualcuno volesse davvero accusare uno dei racconti di aver copiato dall’altro, sarebbe il contrario: la leggenda di Sargon sembra aver copiato la storia di Mosè nell’Esodo biblico.

La Bibbia afferma chiaramente chi sia l’autore dei suoi libri. Nonostante molti uomini diversi presero la penna in mano, lo Spirito Santo di Dio è il vero autore. 2 Timoteo 3:16-17 ci dice che la Scrittura è ispirata da Dio. Cosa significa che la Bibbia è ispirata? Significa che è letteralmente "soffiata da Dio". Egli la scrisse, la preservò nel corso dei secoli, vive nelle sue stesse pagine e il Suo potere si manifesta nella nostra vita per mezzo di essa.


Torna alla home page italiana

La Bibbia ha forse copiato alcune storie da altre leggende e miti religiosi?