È possibile essere gay e cristiano?



 

Domanda: "È possibile essere gay e cristiano?"

Risposta:
“Non sapete voi che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v'ingannate: né i fornicatori, né gli idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né gli omosessuali, né i ladri, né gli avari, né gli ubriaconi, né gli oltraggiatori, né i rapinatori erediteranno il regno di Dio” (1 Corinzi 6:9-10). C’è una tendenza a dichiarare l’omosessualità il peggiore di tutti i peccati. Nonostante sia innegabile, biblicamente parlando, che l’omosessualità sia immorale ed innaturale (Romani 1:26-27), da nessuna parte la Bibbia descrive l’omosessualità come un peccato imperdonabile. Tantomeno la Bibbia insegna che l’omosessualità sia un peccato contro il quale i cristiani non lotteranno mai.

Forse questa è la parola chiave nel comprendere la domanda se sia possibile essere gay e cristiani: "lottare contro". È possibile per un cristiano lottare contro le tentazioni omosessuali. Molti omosessuali che diventano cristiani hanno continue lotte contro i sentimenti e i desideri omosessuali. Alcuni uomini e donne decisamente eterosessuali hanno sperimentato una "scintilla" di interesse omosessuale in qualche momento della loro vita. Che questi desideri e tentazioni esistano non determina se una persona sia cristiana o meno. La Bibbia afferma chiaramente che nessun cristiano è privo di peccato (1 Giovanni 1:8,10). Mentre il peccato specifico / la tentazione varia da un cristiano all’altro, tutti i cristiani hanno delle lotte contro il peccato, e tutti i cristiani a volte falliscono in quelle lotte (1 Corinzi 10:13).

Quello che distingue la vita di un cristiano da quella di un non cristiano è la lotta contro il peccato. La vita cristiana è un viaggio progressivo per vincere le "opere della carne" (Galati 5:19-21) e permettere allo Spirito di Dio di produrre il "frutto dello Spirito" (Galati 5:22-23). Sì, i cristiani peccano, a volte orribilmente. Purtroppo, alcune volte i cristiani sono indistinguibili dai non cristiani, tuttavia un vero cristiano si pentirà sempre, prima o poi tornerà sempre a Dio e riprenderà sempre la lotta contro il peccato. Ma la Bibbia non sostiene affatto l’idea che una persona coinvolta perpetuamente e in modo impenitente nel peccato possa in realtà essere un cristiano. Notate 1 Corinzi 6:11: " Or tali eravate già alcuni di voi; ma siete stati lavati, ma siete stati santificati, ma siete stati giustificati nel nome del Signore Gesú e mediante lo Spirito del nostro Dio."

1 Corinzi 6:9-10 elenca dei peccati che, se si indulge continuamente in essi, identificano la persona che li pratica come non redenta - non cristiana. Spesso l’omosessualità viene presa di mira in questa lista. Se una persona lotta contro le tentazioni omosessuali, si pensa che non sia redenta. Se una persona partecipa di fatto ad atti omosessuali, si pensa che sicuramente non sia redenta. Tuttavia, gli stessi presupposti non vengono attribuiti, o almeno non con la stessa enfasi, ad altri peccati della lista: fornicazione (sesso pre-matrimoniale), idolatria, adulterio, furto, cupidigia, alcolismo, calunnia ed inganno. È incoerente, per esempio, affermare che le persone colpevoli di praticare il sesso pre-matrimoniale sono dei "cristiani disobbedienti", mentre gli omosessuali sono decisamente non cristiani.

È possibile essere gay e cristiano? Se l’espressione "gay cristiano" si riferisce a una persona che lotta contro i desideri e le tentazioni omosessuali - sì, un "gay cristiano" è possibile. Tuttavia, la descrizione di "gay cristiano" non sarebbe accurata per questa persona, dal momento che lui/lei non desidera essere gay e sta lottando contro le tentazioni. Questa persona non è un "gay cristiano", ma semplicemente un cristiano che sta lottando, così come ci sono dei cristiani che lottano contro la fornicazione, le bugie e il furto. Se la frase "gay cristiano" si riferisce ad una persona che vive uno stile di vita omosessuale attivamente, costantemente e in modo impenitente - no, non è possibile per tale persona essere davvero cristiana.


Torna alla home page italiana

È possibile essere gay e cristiano?