Cos'è la leadership cristiana?


Domanda: "Cos'è la leadership cristiana?"

Risposta:
Cos'è la leadership cristiana? Come dovrebbe essere un leader cristiano? Non esiste esempio migliore di leadership cristiana di nostro Signore Gesù Cristo. Egli dichiarò: "Io sono il buon pastore; il buon pastore depone la sua vita per le pecore" (Giovanni 10:11). È in questo versetto che vediamo la descrizione perfetta di un leader cristiano. Egli è colui il quale agisce come un pastore ed al quale sono affidate queste "pecore".

Quando Gesù si riferì a noi come "pecore," non parlava in termini affettuosi. In realtà, le pecore sono tra gli animali meno intelligenti della Creazione. Una pecora smarrita, anche se a portata d'orecchio dal gregge, è disorientata, confusa, spaventata, ed incapace di ritrovare la strada. Incapace di respingere i predatori affamati, la pecora smarrita è forse la più indifesa tra tutte le creature. Si dice che intere greggi di pecore siano annegate in casi di alluvione, persino in vista di alture facilmente accessibili. Che ci piaccia o meno, quando Gesù ci chiamò le Sue pecore, intendeva dire che, senza un pastore, siamo indifesi.

Il pastore ha diversi compiti nei riguardi delle sue pecore. Le guida, le nutre, le alimenta, le consola, le corregge e le protegge. Il pastore del gregge del Signore guida per mezzo dell'esempio di santità e giustizia fornito nella sua stessa vita, ed incoraggiando gli altri a seguire il suo esempio. Naturalmente, il nostro esempio definitivo, e quello che dovremmo seguire, è Cristo Stesso. L'Apostolo Paolo lo capì: "Siate miei imitatori, come anch'io lo sono di Cristo" (1 Corinzi 11:1). Il leader cristiano è colui il quale segue Cristo ed ispira gli altri a seguirLo nello stesso modo.

Il leader cristiano è anche il nutritore delle pecore, ed il "cibo per pecore" per eccellenza è la Parola di Dio. Proprio come il pastore guida il suo gregge al pascolo più lussureggiante affinché possa crescere e prosperare, così il leader cristiano nutre il suo gregge con l'unico cibo che produrrà cristiani forti e vibranti. La Bibbia, non la psicologia né la sapienza del mondo, è l'unica dieta che può produrre cristiani in salute. "[…] l'uomo non vive soltanto di pane, ma vive di ogni parola che procede dalla bocca dell'Eterno" (Deuteronomio 8:3).

Inoltre, il leader cristiano consola le pecore, fasciandone le ferite ed applicando il balsamo della compassione e dell'amore. Come grande Pastore di Israele, il Signore Stesso promise: "fascerò la ferita, fortificherò la malata" (Ezechiele 34:16). Essendo cristiani nel mondo di oggi, subiamo molte ferite nei nostri spiriti, ed abbiamo bisogno di leader compassionevoli che portino con noi i nostri fardelli, simpatizzino con le nostre circostanze, mostrino pazienza verso di noi, ci incoraggino nella Parola, e portino le nostre preoccupazioni davanti al trono del Padre.

Proprio come il pastore usava il bastone con gancio per riportare una pecora vagante all'ovile, così il leader cristiano corregge e disciplina quelli che dipendono da lui, quando sono portati fuori strada. Senza rancore né spirito autoritario, ma con uno "spirito di mansuetudine" (Galati 6:1), la leadership deve correggere secondo i principi scritturali. La correzione o la disciplina non sono mai un'esperienza piacevole per nessuna delle due parti, ma il leader cristiano che fallisce in quest'ambito non mostra amore per quelli che dipendono da lui. "Perché l'Eterno corregge colui che egli ama […]" (Proverbi 3:12), ed il leader cristiano deve seguire il Suo esempio.

Il compito finale del leader cristiano è quello di protettore. Il pastore che era negligente in quest'ambito, spesso si rendeva conto di perdere regolarmente delle pecore per via dei predatori, che stavano in agguato nei dintorni e, a volte, all'interno del gregge. I predatori oggi sono coloro i quali cercano di attirare le pecore con la falsa dottrina, respingendo la Bibbia in quanto bizzarra ed antiquata, insufficiente, non chiara, o inconoscibile. Gesù ci avvertì contro questi diffusori di menzogne: "Guardatevi dai falsi profeti, i quali vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci" (Matteo 7:15). I nostri leader devono proteggerci dai falsi insegnamenti di chi ci vuole allontanare dalla verità della Scrittura e dal fatto che Cristo sia l'unica via per la salvezza: "Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me" (Giovanni 14:6).

Alcune parole conclusive sui leader cristiani provengono dall'articolo "Cercasi: Buoni Pastori (Devono essere in grado di lavare i piedi)" di John MacArthur:

"Nel disegno ordinato da Dio per la Chiesa, la leadership è una posizione di servizio umile ed amorevole. La leadership della Chiesa è ministero, non gestione. Quelli che Dio ha designato come leader, sono chiamati non ad essere dei monarchi al governo, bensì umili servi; non furbe celebrità, bensì servi al lavoro. Quelli che devono guidare il popolo di Dio devono, prima di tutto, essere esempi di sacrificio, devozione, sottomissione ed umiltà. Gesù Stesso ci ha dato questo modello quando Si chinò per lavare i piedi ai Suoi discepoli, un compito che di solito veniva eseguito dal più umile dei servi (Giovanni 13). Se il Signore dell'universo fa tutto ciò, nessun leader della Chiesa ha il diritto di credersi un pezzo grosso."

English

Torna alla home page italiana

Cos'è la leadership cristiana?