Un cristiano dovrebbe avere degli hobby?


Domanda: "Un cristiano dovrebbe avere degli hobby?"

Risposta:
Un hobby è qualcosa che facciamo al di fuori del nostro lavoro regolare, per piacere o per rilassarci. Alcuni esempi potrebbero essere fare trekking, lavorare il legno, suonare uno strumento, leggere, fare dei giochi, o una miriade di altre occupazioni. Dio sa che abbiamo bisogno di rilassarci di tanto in tanto e divertirci, ma dobbiamo farlo in modo puro e in modo puro e devoto, non mondano e peccatore. Dunque, è sbagliato che i cristiani abbiano degli hobby? Non necessariamente. La maggior parte degli hobby è neutra e non è né giusta, né sbagliata. La chiave è l'atteggiamento della persona che partecipa all'hobby.

Paolo scrisse: "E qualunque cosa facciate, in parola o in opera, fate ogni cosa nel nome del Signore Gesú, rendendo grazie a Dio Padre per mezzo di lui" (Colossesi 3:17). Egli scrisse anche: "Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate alcun'altra cosa, fate tutte le cose alla gloria di Dio" (1 Corinzi 10:31). Il vero barometro per i nostri hobby dovrebbe di fatto misurare se glorificano Dio o meno, se li vediamo come doni di Dio per i quali essere grati, e se allontanano la nostra attenzione da Lui. Gran parte del divertimento disponibile oggi è radicato nel peccato, glorificandolo ed alimentando il desiderio della carne e degli occhi. Dobbiamo assicurarci che i nostri hobby non siano radicati nel peccato.

Gli hobby possono essere sbagliati, se li coltiviamo per sfuggire a Dio o con l'atteggiamento sbagliato. Potremmo praticare alcuni sport e godere dello spirito di squadra e dell'esercizio che ci offrono. Ma se la nostra natura competitiva ci fa inveire quando perdiamo o giochiamo male, se imbrogliamo nei punteggi, o se cominciamo a vedere i nostri avversari come nemici, allora tale hobby sarebbe inopportuno e non glorificherebbe Dio. Gli sport di per sé non sono sbagliati; sono i nostri atteggiamenti e l'approccio che abbiamo verso di essi che costituiscono il problema. Se ci dedichiamo ad un'attività divertendoci, ma con atteggiamento di gratitudine verso Dio, e la nostra partecipazione non ostacola la relazione che abbiamo con Lui, allora quello sport o quell'hobby è un'influenza positiva nelle nostre vite.

Abbiamo la tentazione di usare gli hobby come mezzo per sfuggire dalla realtà e dunque da Dio. Possono privarci di tempo, diventare idoli nelle nostre vite, e distrarci dal glorificare Dio in ogni cosa. Abbiamo una libertà meravigliosa in Cristo, ma Paolo ci diede queste parole di avvertimento: "Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà; soltanto non usate questa libertà per dare un'occasione alla carne ma servite gli uni gli altri per mezzo dell'amore" (Galati 5:13).

Lo ripetiamo, gli hobby non sono necessariamente sbagliati, ma quando ci consumano e distolgono i nostri occhi da Cristo, allora lo sono sicuramente. Anche il più innocente degli hobby potrebbe diventare un ostacolo da mettere da parte, in quanto ci rallenterebbe nella nostra corsa, che è la vita cristiana (Ebrei 12:1). Per mettere ciò alla prova potreste porvi queste domande: quanto è importante per me questo hobby? Il Signore da solo è ancora sufficiente per me? Se questo hobby mi venisse strappato via, sarei ancora felice in Cristo?

Dunque, sì, i cristiani possono avere degli hobby, ma dobbiamo assicurarci che non rimpiazzino mai Cristo. Questa è la tentazione, e dobbiamo assicurarci di evitarla.

English


Torna alla home page italiana

Un cristiano dovrebbe avere degli hobby?