Che tipo di carriere dovrebbe considerare un cristiano?


Domanda: "Che tipo di carriere dovrebbe considerare un cristiano?"

Risposta:
A volte pensiamo che i cristiani dovrebbero aspirare a "carriere cristiane", come lavorare in una chiesa o nel ministero di un'organizzazione para-ecclesiastica. Potremmo renderci conto che i cristiani possono anche lavorare al di fuori delle mura della chiesa o della parola "cristiano", ma a quel punto tendiamo a limitarci a professioni di "assistenza". I cristiani possono essere dottori, infermieri, insegnanti, assistenti all'infanzia, operatori sociali, agenti delle forze dell'ordine, o consiglieri. Ma un uomo d'affari? Un avvocato? Un tecnico? Un inventore? Un costruttore? Uno stilista? Un conduttore del telegiornale? Un produttore TV? Un musicista? Un artista? Tendiamo a non elencare questi lavori tra i più desiderabili per i cristiani. Non c'è niente di biblico in tale atteggiamento restrittivo.

I cristiani possono prendere in considerazione quasi ogni carriera. Paolo scrisse ai Corinzi: "Negli altri casi, ciascuno continui a vivere nella condizione che Dio gli ha assegnato e come il Signore lo ha chiamato, e cosí ordino in tutte le chiese. […] Ciascuno rimanga nella condizione nella quale è stato chiamato. Sei tu stato chiamato quando eri schiavo? Non ti affliggere; se però puoi divenire libero, è meglio che lo fai. […] Fratelli, ognuno rimanga presso Dio nella condizione in cui è stato chiamato" (1 Corinzi 7:17, 20-21, 24). Paolo non dice ai credenti di lasciare la loro occupazione attuale e diventare missionari o pastori. Dice loro di rimanere nel luogo in cui si trovano e di servire Dio da lì. Paolo scrisse qualcosa di simile ai Colossesi: "E qualunque cosa facciate, in parola o in opera, fate ogni cosa nel nome del Signore Gesú, rendendo grazie a Dio Padre per mezzo di lui" (Colossesi 3:17). Non è tanto quello che facciamo che importa, bensì per chi lo facciamo. Glorifichiamo Dio quando lavoriamo sodo e con spirito allegro, che sia come pastori, investitori, attori, casalinghe, commessi, o altri tipi di lavoro.

Scegliere una carriera potrebbe essere difficile. Ovviamente, è una questione che richiede la preghiera. Dovreste cercare la guida di Dio riguardo la Sua volontà nella vostra vita. Potrebbe altresì essere proficuo esaminare i doni particolari che Dio vi ha dato. Egli ci rende tutti differenti (1 Corinzi 12; Romani 12:4-8) con desideri, talenti ed interessi unici, e per scopi unici. È anche utile parlare con persone che conoscete bene. Tali persone potranno essere saggi consiglieri (Proverbi 15:22), dandovi spesso opinioni valide. Potrebbe pure essere vantaggioso parlare con qualcuno che lavora nello stesso campo nel quale desiderate lavorare, o trascorrere un giorno con loro sul posto di lavoro, oppure fare i volontari nel campo in cui vi sentite chiamati.

I cristiani potrebbero prendere in considerazione qualunque carriera nella quale onorino Dio ed usare l'unicità con la quale Dio li ha creati. Naturalmente, ci sono certe carriere che disonorano Dio per definizione, la maggior parte di esse non strettamente legali, come la prostituzione e la pornografia. Ma ogni carriera che non richieda il peccato nella sua esecuzione è un lavoro cristiano encomiabile e può essere eseguita per la gloria di Dio (Colossesi 3:23).

English


Torna alla home page italiana

Che tipo di carriere dovrebbe considerare un cristiano?