In che modo un cristiano dovrebbe vedere l’ambientalismo?



 

Domanda: "In che modo un cristiano dovrebbe vedere l’ambientalismo?"

Risposta:
Esiste una differenza tra la visione biblica dell’ambiente e il movimento politico noto come "ambientalismo." Capire tale differenza renderà chiara la visione cristiana riguardo all’ambientalismo. La Bibbia afferma chiaramente che la Terra e tutto ciò che essa contiene sono state date da Dio all’uomo per governarla e assoggettarla. "E DIO li benedisse e DIO disse loro «Siate fruttiferi e moltiplicatevi, riempite la terra e soggiogatela, e dominate sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo e sopra ogni essere vivente che si muove sulla terra" (Genesi 1:28). Essendo stati creati a Sua immagine, Dio diede agli uomini e alle donne un posto privilegiato tra tutte le creature e comandò loro di gestire la Terra (Genesi 1:26-28; Salmo 8:6-8). Tale compito significa prendersi cura della Terra, non abusarne. Dobbiamo gestire in modo intelligente le risorse che Dio ci ha dato, operando con diligenza per preservarle e proteggerle. Questo viene visto nell’Antico Testamento, dove Dio comandò che i campi e i vigneti venissero seminati e mietuti per sei anni, e poi lasciati a maggese per il settimo anno per rifornire il terreno di sostanze nutrienti, sia per dare riposo alla terra che per assicurare una provvigione continua per il Suo popolo nel futuro. (Esodo 23:10-11; Levitico 25:1-7).

Oltre al nostro ruolo di custodi dobbiamo apprezzare la funzionalità e la bellezza dell’ambiente. Nella Sua incredibile grazia e potere, Dio ha fornito questo pianeta di tutto ciò che è necessario per nutrire, vestire e ospitare miliardi di persone che ci hanno vissuto sin dal Giardino dell’Eden. Tutte le risorse che Dio ha provveduto per i nostri bisogni sono rinnovabili, ed Egli continua a provvedere il sole e la pioggia necessari per sostenere e reintegrare tali risorse. Se ciò non fosse abbastanza, Dio ha anche decorato il pianeta con colori gloriosi e panorami meravigliosi per affascinare il nostro senso estetico ed entusiasmare nostre anime riempiendole di meraviglia. Esistono innumerevoli varietà di fiori, uccelli esotici e altre manifestazioni della Sua grazia per noi.

Allo stesso tempo, la Terra nella quale abitiamo non è un pianeta eterno e tantomeno Dio lo intende come tale. Il movimento ambientalista si affanna nel tentativo di preservare il pianeta per sempre, mentre sappiamo che questo non è il disegno di Dio. Egli ci dice in 2 Pietro 3:10 che alla fine dell’età presente, la Terra e tutto quello che Lui ha creato verranno distrutti: "Ora il giorno del Signore verrà come un ladro di notte; in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi si dissolveranno consumati dal calore e la terra e le opere che sono in essa saranno arse" La Terra fisica, naturale, nella sua forma attuale, con l’intero universo verranno consumati e Dio creerà "un nuoo cielo ed una nuova terra" (2 Pietro 3:13; Apocalisse 21:1).

Così, piuttosto che provare a preservare la terra per migliaia o persino milioni di anni a venire, dobbiamo esserne dei buoni custodi fintanto che durerà, ovvero finché servirà al disegno e allo scopo sovrano di Dio.


Torna alla home page italiana

In che modo un cristiano dovrebbe vedere l’ambientalismo?