Come dovrebbe essere la vita cristiana?


Domanda: "Come dovrebbe essere la vita cristiana?"

Risposta:
La vita cristiana dovrebbe essere una vita vissuta in fede. È per fede che entriamo nella vita cristiana, ed è per fede che la viviamo. Quando adottiamo la vita cristiana, venendo a Cristo per il perdono del peccato, capiamo che ciò che cerchiamo non può essere ottenuto in altri modi che per mezzo della fede. Non possiamo guadagnarci la via al Cielo con le opere, perché ciò che facciamo non sarebbe mai sufficiente. Chi crede di poter ottenere la vita eterna rispettando regole e regolamenti, ovvero una lista di cose da fare e da non fare, nega il chiaro insegnamento della Bibbia. "Poiché è manifesto che nessuno è giustificato mediante la legge davanti a Dio, perché: «Il giusto vivrà per la fede»" (Galati 3:11). I farisei, ai tempi di Gesù, respingevano Cristo perché Egli gli aveva detto quella esatta verità, ovvero che tutte le loro opere giuste non avevano valore e che solo la fede nel Messia li avrebbe salvati.

Nella Lettera ai Romani 1, Paolo dice che il Vangelo di Gesù Cristo è il potere che ci salva, essendo esso la buona notizia che tutti coloro i quali credono in Lui avranno la vita eterna. Quando adottiamo la vita cristiana per fede in questa buona notizia, vediamo la nostra fede crescere tanto più, quanto più veniamo a conoscenza del Dio che ci ha salvati. Il Vangelo di Cristo in realtà ci rivela Lui, mentre viviamo per avvicinarci a Lui giorno dopo giorno. La Lettera ai Romani 1:17 dice: "Perché la giustizia di Dio è rivelata in esso di fede in fede, come sta scritto: «Il giusto vivrà per fede».'" Dunque, parte della vita cristiana è leggere e studiare diligentemente la Parola, accompagnandola con preghiere per la comprensione e la saggezza e per una relazione più intima con Dio per mezzo dello Spirito Santo.

La vita cristiana dovrebbe anche essere morte del sé per vivere una vita di fede. Paolo disse ai galati: "Io sono stato crocifisso con Cristo e non sono piú io che vivo, ma è Cristo che vive in me; e quella vita che ora vivo nella carne, la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha dato se stesso per me" (Galati 2:20). Essere crocifissi con Cristo significa che la nostra vecchia natura è stata inchiodata alla croce ed è stata rimpiazzata da una nuova natura, che è di Cristo (2 Corinzi 5:17). Colui il quale ci ha amato ed è morto per noi, adesso vive in noi, e la vita che viviamo è per fede in Lui. Ciò significa sacrificare i nostri desideri, le nostre ambizioni e le nostre glorie, e sostituirle con quelle di Cristo. Possiamo farlo solo per mezzo del Suo potere, con la fede che Egli ci dona per grazia. Parte della vita cristiana significa pregare per quello scopo.

La vita cristiana dovrebbe anche perseverare fino alla fine. La Lettera agli Ebrei 10:38-39 affronta la problematica citando dal profeta dell'Antico Testamento Abacuc: "E il giusto vivrà per fede, ma se si tira indietro l'anima mia non lo gradisce»." Dio non si compiace di coloro i quali "si tirano indietro" da Lui dopo aver preso un impegno. Al contrario, chi vive per fede non si tirerà mai indietro, perché è mantenuto dallo Spirito Santo, che ci assicura che continueremo con Cristo fino alla fine (Efesini 1:13-14). Lo scrittore della lettera agli Ebrei continua sanzionando questa verità nel versetto 39: "Ma noi non siamo di quelli che si tirano indietro a loro perdizione, ma di quelli che credono per la salvezza dell'anima." Il vero credente è colui il quale crede fino alla fine.

Dunque la vita cristiana è vissuta per fede nel Dio che ci ha salvati, che ci dà potere, che ci sigilla per il Cielo, e per il cui potere siamo mantenuti per sempre. La vita quotidiana di fede è quella che cresce e si rafforza, mentre cerchiamo Dio nella Sua Parola e per mezzo della preghiera, e mentre ci uniamo agli altri cristiani con i quali condividiamo l'obiettivo di divenire più simili a Cristo.

English

Torna alla home page italiana

Come dovrebbe essere la vita cristiana?