Cosa è il creazionismo della terra vecchia?


Domanda: "Cosa è il creazionismo della terra vecchia?"

Risposta:
Si prega di notare che, come ministero, GotQuestions.org riconosce ufficialmente il creazionismo della terra giovane. Crediamo realmente e pienamente che il creazionismo della terra giovane si adatti meglio al racconto biblico della creazione. Tuttavia, riconosciamo che il creazionismo della terra vecchia è un punto di vista valido che un cristiano può abbracciare. In nessun modo il creazionismo della terra vecchia è un'eresia e in nessun modo i creazionisti della terra vecchia devono essere evitati come se non fossero fratelli e sorelle in Cristo. Abbiamo pensato che sarebbe valsa la pena avere un articolo che presenta positivamente il creazionismo della terra vecchia, poiché è sempre positivo che i nostri punti di vista siano sfidati, motivandoci a cercare ulteriormente nelle Scritture per assicurarci che le nostre convinzioni siano biblicamente valide.

Il creazionismo della terra vecchia (OEC) è un termine generico usato per descrivere i creazionisti biblici che negano che l'universo sia stato creato negli ultimi 6000-10000 anni, nel corso di sei giorni consecutivi di 24 ore. Piuttosto, i creazionisti della terra vecchia credono che Dio abbia creato l'universo e i suoi abitanti (inclusi un Adamo e una Eva letterali) in un periodo di tempo molto più lungo di quello consentito dai creazionisti della terra giovane. L'elenco dei leader cristiani famosi che sono (o erano durante la loro vita) aperti almeno a un'interpretazione del concetto di terra vecchia è lungo e questa lista continua a crescere. L'elenco comprende uomini come Walter Kaiser, Norman Geisler, William Dembski, J. I. Packer, J. P. Moreland, Philip E. Johnson, Chuck Colson, Francis Schaefer e Gleason Archer, studioso dell'Antico Testamento.

I creazionisti della terra vecchia di solito concordano con le stime scientifiche tradizionali dell'età dell'universo, dell'umanità e della Terra stessa, mentre allo stesso tempo respingono le affermazioni dei teorici evoluzionisti moderni riguardo all'evoluzione biologica. I creazionisti della terra vecchia e i loro fratelli creazionisti della terra giovane hanno diversi punti importanti in comune, tra cui:

1) La creazione letterale dell'universo dal nulla in un tempo finito (creazione ex nihilo).

2) La creazione letterale di Adamo dalla terra e di Eva da una parte di Adamo così come riporta il racconto storico della Genesi.

3) Il rifiuto dell'affermazione dei darwinisti, secondo i quali la mutazione casuale e la selezione naturale possono adeguatamente spiegare la complessità della vita.

4) Il rifiuto dell'affermazione secondo la quale Dio ha usato il processo evolutivo per portare l'uomo ad oggi (evoluzione teistica). Sia il creazionismo della terra vecchia che della terra nuova respingono categoricamente la teoria della discendenza comune.

Tuttavia, i creazionisti della terra vecchia si differenziano dai creazionisti della terra giovane su quanto segue:

1) L'età dell'universo. I creazionisti della terra giovane credono che Dio abbia creato l'universo 6000-10000 anni fa. I creazionisti della terra vecchia collocano l'evento della creazione a circa 13,7 miliardi di anni fa, quindi sono più in linea con la scienza "ufficiale", almeno su questo punto.

2) Il tempo della creazione di Adamo ed Eva. I giovani creazionisti della terra collocano la creazione di Adamo non più tardi di 10000 anni fa. I creazionisti della terra vecchia hanno un'idea diversa su questo punto con stime che vanno da 30000 a 70000 anni fa.

La controversia tra le due visioni del creazionismo dipende dal significato della parola ebraica yom, che significa "giorno". I creazionisti della terra giovane insistono sul fatto che il significato della parola yom nel contesto di Genesi 1–2 sia un periodo di tempo di 24 ore. I creazionisti della terra vecchia dissentono e credono che la parola yom sia usata per indicare un periodo di tempo più lungo. I creazionisti della terra vecchia usano numerose argomentazioni bibliche per difendere il loro punto di vista includendo quanto segue:

1) Yom è usato altrove nella Bibbia in riferimento ad un lungo periodo di tempo, in particolare Salmo 90:4, che viene in seguito citato dall'apostolo Pietro: "Un giorno (yom) è come un migliaio di anni" (2 Pietro 3:8).

2) Il settimo "giorno" è lungo migliaia di anni. Genesi 2:2-3 afferma che Dio si è riposato il settimo "giorno" (yom). La Scrittura insegna che siamo certamente ancora nel settimo giorno; pertanto, la parola "giorno" potrebbe anche riferirsi a un lungo periodo di tempo con riferimento ai giorni dall'1 al 6.

3) La parola "giorno" in Genesi 1-2 indica un periodo più lungo di 24 ore. Genesi 2:4 recita: "Queste sono le origini dei cieli e della terra quando furono creati. Nel giorno che Dio il SIGNORE fece la terra e i cieli". In questo verso, "giorno" si riferisce ai primi sei giorni nel loro insieme e quindi ha un significato più flessibile di un semplice periodo di 24 ore.

4) Il sesto "giorno" è probabilmente più lungo di 24 ore. Genesi 2:19 ci dice che Adamo osservò e poi catalogò ogni animale vivente sulla terra. Dal lato pratico, non sembra che Adamo avrebbe potuto completare un compito così monumentale in un periodo di sole 24 ore.

A dire il vero, le questioni che dividono i creazionisti della terra giovane e della terra vecchia sono sia complesse che significative. Tuttavia, questo problema non dovrebbe essere reso un test di ortodossia.

Ci sono uomini e donne credenti da entrambi i lati di questo dibattito. Infine, i creazionisti biblici, sia della terra nuova che di quella vecchia, hanno molto in comune e dovrebbero collaborare per difendere l'affidabilità storica del racconto nella Genesi.

English


Torna alla home page italiana

Cosa è il creazionismo della terra vecchia?