I cristiani dovrebbero festeggiare i compleanni?


Domanda: "I cristiani dovrebbero festeggiare i compleanni?"

Risposta:
Nella Scrittura non viene proibito ai cristiani di festeggiare i compleanni, né tantomeno esiste alcuna indicazione sul fatto che dobbiamo festeggiarli. Parlando dal punto di vista della Scrittura, la celebrazione del compleanno da parte di un cristiano non è un problema. La Bibbia menziona due individui che festeggiano il loro compleanno: il Faraone egiziano ai tempi di Giuseppe (Genesi 40:20) ed il re Erode ai tempi di Gesù (Matteo 14:6; Marco 6:21). Alcuni puntano a questi riferimenti per evidenziare che festeggiare il compleanno è sbagliato, in quanto entrambi gli uomini erano non credenti, dunque le loro feste di compleanno vengono viste come qualche sorta di rituale pagano. Tuttavia, non si può trarre chiaramente tale conclusione da nessuno dei passaggi. La Bibbia non accenna neppure che fosse sbagliato festeggiare il compleanno del Faraone o di Erode. E tantomeno la Scrittura dissuade un cristiano dal festeggiare un compleanno.

Nella sua epistola ai Romani, Paolo affronta la problematica di quale giorno dedicare all'adorazione, ma forse potremmo anche applicarlo al festeggiamento dei compleanni per i cristiani: "L'uno stima un giorno piú dell'altro, e l'altro stima tutti i giorni uguali; ciascuno sia pienamente convinto nella sua mente. Chi ha riguardo al giorno, lo fa per il Signore" (Romani 14:5–6). È accettabile per un cristiano festeggiare il compleanno come un giorno speciale; è allo stesso modo accettabile che un credente non festeggi i compleanni. Lasciamo che ognuno sia "pienamente convinto nella sua mente."

Il modo in cui un cristiano glorifica il Signore in tutte le sue attività è più importante del fatto che festeggi il compleanno oppure no (1 Corinzi 10:31). Se un cristiano organizza una festa di compleanno, la festa dovrebbe glorificare il Signore; il comportamento peccatore non dovrebbe fare parte del festeggiamento. Se un cristiano salta i compleanni, dovrebbe occupare il suo tempo con cose che glorificano il Signore.

Che un cristiano festeggi un compleanno o meno, dovremmo lottare per ottenere una coscienza pulita e amore per i nostri fratelli e le nostre sorelle in Cristo. Coloro i quali festeggiano i compleanni non dovrebbero disprezzare chi non lo fa, e quelli che non festeggiano non dovrebbero guardare dall'alto in basso coloro i quali lo fanno. Come con altri problemi non affrontati in particolare nella Scrittura, abbiamo la libertà di festeggiare i compleanni o meno, secondo la nostra preferenza personale.

English


Torna alla home page italiana

I cristiani dovrebbero festeggiare i compleanni?