Perché appartenere ad una chiesa è importante?


Domanda: "Perché appartenere ad una chiesa è importante?"

Risposta:
La Chiesa universale — il Corpo di Cristo (Romani 12:5), è costituita da tutti i veri credenti in Cristo, e le chiese locali devono essere un microcosmo della Chiesa universale. Essendo credenti, i nostri nomi sono scritti nel libro della vita dell'Agnello (Apocalisse 20:12), e questa è la cosa più importante. Ad ogni modo, è anche importante dedicarsi ad una chiesa locale in cui possiamo condividere le nostre risorse, servire gli altri ed essere responsabili.

La Bibbia non affronta direttamente il concetto di affiliazione formale ad una chiesa, ma ci sono diversi passaggi che accennano con forza alla sua esistenza nella Chiesa delle origini. "Lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. E il Signore aggiungeva alla chiesa ogni giorno coloro che erano salvati" (Atti 2:47). Questo versetto indica che la salvezza era un prerequisito per essere "aggiunti" alla chiesa. Negli Atti 2:41, sembra che qualcuno stesse tenendo il conto di quelli che erano salvi e si stavano unendo alla chiesa. Le chiese di oggi, che richiedono la salvezza prima dell'affiliazione, stanno semplicemente seguendo il modello biblico. Si veda anche la seconda Lettera ai Corinzi 6:14-18.

Ci sono altre parti del Nuovo Testamento che mostrano che la chiesa locale è un gruppo ben definito: negli Atti 6:3, si dice che la Chiesa a Gerusalemme stava tenendo delle elezioni di qualche tipo: "cercate fra voi sette uomini." L'espressione tra di voi suggerisce un gruppo di persone distinto dagli altri che non erano "tra" di loro. Con parole semplici, i diaconi dovevano essere membri della Chiesa.

L'affiliazione ad una chiesa è importante perché aiuta a definire la responsabilità del pastore. La Lettera agli Ebrei 13:17 ci dice: "Ubbidite ai vostri conduttori e sottomettetevi a loro, perché essi vegliano sulle anime vostre, come chi ha da renderne conto." A chi deve rendere conto un pastore, eccetto i membri della sua propria chiesa? Egli non è responsabile per tutti i cristiani del mondo, ma soltanto per quelli della sua parrocchia. Allo stesso modo, egli non è responsabile per tutte le persone nella sua comunità, ma unicamente per i credenti sotto la sua guida: i membri della sua chiesa. L'appartenenza ad una chiesa locale è un modo di sottomettersi volontariamente all'autorità di un pastore.

Anche l'affiliazione ad una chiesa è importante perché, senza di essa, non ci può essere responsabilità o disciplina nella Chiesa. La Prima Lettera ai Corinzi 5:1–13 insegna ad una chiesa come relazionarsi con il peccato evidente e recidivo nelle sue mischie. Nei versetti 12–13, le parole dentro ed fuori vengono usate in riferimento al Corpo della Chiesa. Giudichiamo solo quelli che sono "all'interno" della chiesa, i membri della chiesa. Come possiamo sapere chi si trova "all'interno" o "all'esterno" della chiesa senza una lista ufficiale dei membri? Si veda anche Matteo 18:17.

Nonostante non ci sia alcun mandato spirituale per l'affiliazione ufficiale ad una chiesa, non c'è sicuramente nulla che lo proibisca, e sembra che la Chiesa delle origini fosse strutturata in modo che le persone sapessero chiaramente se qualcuno si trovava "dentro" o "fuori" la chiesa. L'affiliazione ad una chiesa è un modo per identificare qualcuno con un corpo locale di credenti, e di rendersi responsabili di una guida spirituale adeguata. L'affiliazione ad una chiesa è una dichiarazione di solidarietà e simili vedute (si veda la Lettera ai Filippesi 2:2). L'affiliazione ad una chiesa ha valore anche per scopi organizzativi. È un buon modo per determinare a chi viene permesso di votare in importanti decisioni per la chiesa e chi è eleggibile per posizioni ufficiali al suo interno. L'affiliazione ad una chiesa non è richiesta ai cristiani. È semplicemente un modo di dire: "sono cristiano, e credo che questa chiesa sia buona".

English


Torna alla home page italiana

Perché appartenere ad una chiesa è importante?