I bambini sono sempre una benedizione di Dio?



 

Domanda: "I bambini sono sempre una benedizione di Dio?"

Risposta:
Le Scritture affermano chiaramente che Dio è presente nella creazione di ogni vita umana. L’esempio più vivido si può vedere nel Salmo 139:13-18. Davide loda Dio per il fatto che Egli abbia diretto la sua creazione nella Sua sovranità. Davide sottolinea anche il fatto che Dio aveva pianificato i dettagli della sua vita prima dell’eternità. In Geremia 29:11 Dio conferma i pensieri di Davide: “Poiché io conosco i pensieri che ho per voi», dice l'Eterno, «pensieri di pace e non di male, per darvi un futuro e una speranza.” Naturalmente questo fa sorgere un’ottima domanda. Che dire di coloro che sono stati concepiti da un atto di violenza carnale o in modo illegittimo? Il genitore o i genitori responsabili per quel figlio potrebbero non "sentire" che quel figlio sia una benedizione di Dio, ma il modo in cui il bambino è stato concepito non significa che Dio non ne abbia diretto sovranamente la formazione nel grembo come dice Davide. Dio ha un disegno e un proposito per ogni persona concepita, a prescindere da come ciò sia avvenuto. Se non fosse stato vero, allora la Bibbia non lo avrebbe detto. Nel Nuovo Testamento leggiamo che Dio ci ama così tanto da aver inviato Suo Figlio a morire per noi (Giovanni 3:16).

Tale è l’amore che portò il Salvatore ad insegnare ai discepoli la Parola di Dio e a dimostrare l’amore di Dio per noi per mezzo della Sua morte e della Sua resurrezione (1 Giovanni 4:7-8). Non c’è limite all’amore di Dio verso di noi e al Suo desiderio di benedirci. Una delle intenzioni di Dio nel creare l’uomo era che avesse comunione con Lui. 1 Giovanni 4 ci dice che una volta riconosciuto l’amore di Dio, siamo in grado di amare gli altri. Il fatto di vedere ogni bambino come una benedizione di Dio dipende da quanto vediamo quel bambino con gli occhi di Dio. Quando guardiamo ogni bambino con gli occhi di Dio, non c’è dubbio alcuno che ognuno di loro sia una benedizione. Se guardassimo quel bambino con gli occhi del peccato, allora potremmo dubitare della benedizione in quanto ci concentreremmo sulla creatura e non sul Creatore.

Il desiderio di Dio è che ogni bambino nasca secondo il Suo disegno, ovvero all’interno del matrimonio. Il fatto che un bambino nasca fuori dal matrimonio non lo esclude dall’amore e dalla cura che Dio ha per lui. Davide, nel Salmo 139:17, concluse dicendo che i pensieri di Dio per coloro che sono Suoi sono senza dubbio preziosi e innumerevoli. Ciò viene dimostrato nella genealogia di Cristo in Matteo 1. In quell’elenco di nomi riconosciamo delle persone che erano venute meno in qualche modo e altre nate dall’illegittimità e dal peccato. Tutto questo non ostacolò comunque il compimento della Parola di Dio o la venuta del Salvatore.


Torna alla home page italiana

I bambini sono sempre una benedizione di Dio?