Qual è il significato e l’importanza dell’ascensione di Gesù Cristo?



 

Domanda: "Qual è il significato e l’importanza dell’ascensione di Gesù Cristo?"

Risposta:
Dopo essere risorto dai morti, Gesù "Si presentò vivente" (Atti 1:3) alle donne vicino al sepolcro (Matteo 28:9-10), ai Suoi discepoli (Luca 24:36-43) e a più di 500 persone (1 Corinzi 15:6). Nei giorni successivi alla Sua resurrezione Gesù insegnò ai Suoi discepoli cose concernenti il regno di Dio (Atti 1:3).

Quaranta giorni dopo la Sua resurrezione, Gesù e i Suoi discepoli salirono al Monte degli Ulivi, vicino Gerusalemme. LìGesù promise ai Suoi seguaci che presto avrebbero ricevuto lo Spirito Santo, e disse loro di rimanere a Gerusalemme fino all’arrivo dello Spirito. In seguito Gesù li benedisse, e mentre impartiva la benedizione cominciò ad ascendere al Cielo. Il resoconto dell’ascensione di Gesù al cielo si trova in Luca 24:50-51 e in Atti 1:9-11.

Risulta evidente dalla Scrittura che l’ascesa di Gesù fu un ritorno al cielo letterale e corporeo. Egli Si sollevò dal terreno gradualmente e visibilmente, osservato da molti attenti spettatori. Mentre i discepoli si sforzavano di riuscire a dare un’ultima occhiata a Gesù, una nuvola Lo nascose alla loro vista, e due angeli apparvero e promisero il ritorno di Cristo "nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo" (Atti 1:11).

L’Ascensione di Gesù Cristo è significativa per diverse ragioni:
1) Indicò la fine del Suo ministero terreno. Con amore Dio Padre aveva mandato Suo Figlio nel mondo a Betlemme, e adesso il Figlio stava tornando dal Padre. Il Suo periodo di limitazioni umane si era concluso.

2) Significò il successo della Sua opera sulla Terra. Tutto ciò che Egli era venuto a fare era stato compiuto.

3) Segnò il ritorno della Sua gloria divina. La gloria di Gesù era stata celata durante il Suo tempo sulla Terra, con una breve eccezione durante la Trasfigurazione (Matteo 17:1-9).

4) Simboleggiò la Sua esaltazione da parte del Padre (Efesini 1:20-23). Colui del Quale il Padre si era compiaciuto (Matteo 17:5) era stato ricevuto con onore e Gli era stato dato un nome al di sopra di ogni altro nome (Filippesi 2:9).

5) Gli permise di preparare un posto per noi (Giovanni 14:2).

6) Indicò l’inizio della Sua nuova opera come Sommo Sacerdote (Ebrei 4:14-16) e Mediatore del Nuovo Patto (Ebrei 9:15).

7) Stabilì lo schema del Suo ritorno. Quando Gesù verrà per instaurare il Suo regno, tornerà nello stesso modo in cui è andato via—in modo letterale, corporeo e visibile tra le nuvole (Atti 1:11; Daniele 7:13-14; Matteo 24:30; Apocalisse 1:7).

Al momento il Signore Gesù Si trova in Cielo. Le Scritture frequentemente Lo ritraggono alla destra del Padre, una posizione di onore e di autorità (Salmo 110:1; Efesini 1:20; Ebrei 8:1). Cristo è il Capo della Chiesa (Colossesi 1:18), il datore di doni spirituali (Efesini 4:7-8) e Colui Che riempie tutte le cose (Efesini 4:9-10). l’Ascensione di Cristo è stata l’evento che ha portato alla transizione di Gesù dal Suo ministero terreno a quello divino.


Torna alla home page italiana

Qual è il significato e l’importanza dell’ascensione di Gesù Cristo?