Gli angeli appaiono alle persone al giorno d’oggi?



 

Domanda: "Gli angeli appaiono alle persone al giorno d’oggi?"

Risposta:
Nella Bibbia gli angeli appaiono alle persone in modi diversi ed imprevedibili. Da una lettura superficiale della Scrittura un lettore potrebbe trarre l’idea che le apparizioni fossero in un certo senso comuni, ma non è questo il caso. Oggi c’è un crescente interesse nei confronti degli angeli, e vengono riportati molti resoconti di apparizioni. Gli angeli sono presenti in quasi ogni religione e generalmente sembrano avere lo stesso ruolo di messaggeri. Per determinare se gli angeli appaiono oggi, dobbiamo prima esaminare la visione biblica delle loro antiche apparizioni.

La prima apparizione di angeli nella Bibbia la troviamo in Genesi 3:24, quando Adamo ed Eva furono espulsi dal Giardino dell’Eden. Dio posizionò lì un cherubino per bloccare l’ingresso con una spada fiammeggiante. L’apparizione angelica successiva è in Genesi 16:7, circa 1900 anni dopo. Ad Agar, la serva egiziana che aveva partorito Ismaele ad Abramo, fu comandato da un angelo di tornare indietro e di sottomettersi alla sua padrona, Sarai. Abramo fu visitato da Dio insieme a due angeli in Genesi 18:2, quando Dio lo informò dell’imminente distruzione di Sodoma e Gomorra. Gli stessi due angeli visitarono Lot e gli ordinarono di fuggire dalla città con la sua famiglia, prima che venisse distrutta (Genesi 19:1-11). Gli angeli in questo caso mostrarono anche dei poteri soprannaturali accecando gli uomini malvagi che stavano minacciando Lot.

Quando Giacobbe vide una moltitudine di angeli (Genesi 32:1), egli immediatamente li riconobbe come l’esercito di Dio. In Numeri 22:22 un angelo confrontò Balaam, il profeta disubbidiente, ma Balaam non vide l’angelo in un primo momento, sebbene la sua asina lo avesse già visto. Maria ricevette la visita di un angelo che le disse che sarebbe stata la madre del Messia e Giuseppe fu avvertito da un angelo di portare Maria e Gesù in Egitto per proteggerli dall’editto di Erode (Matteo 2:13). Quando gli angeli appaiono, quelli che li vedono di solito sono colpiti da grande timore (Giudici 6:22; 1 Cronache 21:30; Matteo 28:5). Gli angeli consegnano messaggi da parte di Dio ed eseguono i Suoi ordini, a volte in modo soprannaturale. In ogni caso, gli angeli dirigono le persone a Dio e danno a Lui la gloria. Gli angeli santi rifiutano di essere adorati (Apocalisse 22:8-9).

Secondo le segnalazioni attuali, le manifestazioni angeliche avvengono in una molteplicità di forme. In alcuni casi, un’estraneo salva qualcuno dal ferirsi gravemente o dalla morte e poi scompare misteriosamente. In altri casi, un essere alato o vestito di bianco viene visto momentaneamente e poi scompare. La persona che vede l’angelo viene spesso lasciata con un senso di pace e di sicurezza della presenza di Dio. Questo tipo di manifestazioni sembra accordarsi con il modello biblico visto in Atti 27:23.

Un altro tipo di manifestazione che viene a volte riportata oggi è quella del "coro di angeli". In Luca 2:13 i pastori furono visitati da un coro celestiale quando furono avvertiti della nascita di Gesù. Alcune persone hanno riportato esperienze simili in luoghi di adorazione. Quest’esperienza non si accorda altrettanto bene con il modello biblico, giacché di solito non ha altro scopo se non quello di fornire una sensazione di euforia spirituale. Il coro degli angeli nel Vangelo di Luca stava annunciando delle notizie specifiche.

Un terzo tipo di manifestazione riguarda solo una sensazione fisica. Le persone anziane spesso riportano di percepire delle braccia o delle ali che le avvolgono in momenti di estrema solitudine. Dio è certamente il Dio della consolazione, e la Scrittura ci dice che Dio ci copre con le Sue ali (Salmo 91:4). Tali resoconti potrebbero benissimo essere degli esempi di questa copertura.

Dio è ancora attivo nel mondo come lo è sempre stato, e i Suoi angeli sono sicuramente ancora all’opera. Così come gli angeli hanno protetto i figli di Dio nel passato, possiamo stare certi che ci proteggono anche oggi. Ebrei 13:2 dice: “Non dimenticate l'ospitalità, perché alcuni, praticandola, hanno ospitato senza saperlo degli angeli.” Mentre obbediamo alle direttive di Dio è piuttosto possibile che possiamo incontrare i Suoi angeli, anche se non ce ne rendiamo conto. In circostanze speciali, Dio ha permesso al Suo popolo di vedere i Suoi angeli invisibili, in modo tale da incoraggiarlo e da permettergli di andare avanti al Suo servizio (2 Re 6:16-17).

Dobbiamo anche prestare ascolto agli avvertimenti della Scrittura riguardo ad altri esseri angelici: essi sono angeli caduti che operano al servizio di Satana, il quale farebbe di tutto per corromperci e per distruggerci. Galati 1:8 ci avverte di stare in guarda nei confronti di ogni "nuovo" vangelo, anche se consegnato da un angelo. Colossesi 2:18 ci avverte contro l’adorazione degli angeli. Ogni volta che nella Bibbia gli uomini si sono inchinati ai piedi degli angeli questi esseri hanno fermamente rifiutato di essere adorati. Ogni angelo che riceve l’adorazione, o che non dà gloria al Signore Gesù, è un impostore. 2 Corinzi 11:14-15 afferma che Satana e i suoi angeli si travestono da angeli di luce per ingannare e fuorviare chi li ascolta.

Siamo incoraggiati dalla consapevolezza che gli angeli di Dio sono all’opera. In circostanze speciali, possiamo persino avere una di queste rare manifestazioni personali. Più grande di quella conoscenza, comunque, è quella di sapere che, come Gesù Stesso ha detto: "Or ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine dell'età presente” (Matteo 28:20). Gesù, Che ha creato gli angeli e riceve la loro adorazione, ci ha promesso la Sua presenza nelle nostre prove.


Torna alla home page italiana

Gli angeli appaiono alle persone al giorno d’oggi?