Dovremmo adorare lo Spirito Santo?



 

Domanda: "Dovremmo adorare lo Spirito Santo?"

Risposta:
Sappiamo che solo Dio dovrebbe essere adorato. Solo Dio pretende l’adorazione, e solo Dio merita l’adorazione. Possiamo rispondere alla domanda se dobbiamo adorare lo Spirito Santo semplicemente determinando se lo Spirito è Dio. Contrariamente alle idee di alcune sette, lo Spirito Santo non è semplicemente una "forza", bensì una personalità. Ci si riferisce a Lui con termini personali (Giovanni 15:26; 16:7-8, 13-14). Egli agisce come farebbe un Essere con una personalità: parla (1 Timothy 4:1), ama (Romans 15:30), insegna (John 14:26), intercede (Romans 8:26), e così via.

Lo Spirito Santo possiede una natura divina: Egli impartisce gli attributi di Dio. La Sua essenza non è né angelica né umana. Egli è eterno (Ebrei 9:14). È presente ovunque (Salmo 139:7-10). Lo Spirito è onnisciente; per esempio, Egli conosce “ogni cosa, anche le profondità di Dio” (1 Corinzi 2:10-11). Egli insegnò agli apostoli “ogni cosa” (Giovanni 14:26). Era coinvolto nel processo della creazione (Genesi 1:2). Lo Spirito Santo viene descritto come una Persona intimamente collegata sia al Padre che al Figlio (Matteo 28:19; Giovanni 14:16). Essendo una Persona, Gli si può mentire (Atti 5:3-4) e Lo si può addolorare (Efesini 4:30). Inoltre, alcuni passaggi nell’Antico Testamento che sono attribuiti a Dio vengono applicati allo Spirito Santo nel Nuovo Testamento (vedi Isaia 6:8 con Atti 28:25, ed Esodo 16:7 con Ebrei 3:7-9).

Una Persona divina è degna di adorazione. Dio è “degno di essere lodato” (Salmo 18:3). Dio è grande e “degno di somma lode” (Salmo 48:1). Ci viene comandato di adorare Dio (Matteo 4:10; Apocalisse 19:10; 22:9). Se, allora, lo Spirito è una divinità, la terza Persona del nostro Dio uno e trino, Egli è degno di adorazione. Filippesi 3:3 ci dice che i veri credenti sono coloro i cui cuori sono stati circoncisi, e che adorano Dio mediante lo Spirito e si gloriano e gioiscono in Cristo. Ecco una bella immagine di adorazione di tutti e tre i membri della Trinità.

Come adoriamo lo Spirito Santo? Allo stesso modo in cui adoriamo il Padre e il Figlio. L’adorazione cristiana è spirituale e scaturisce dall’opera interiore dello Spirito Santo, alla quale rispondiamo offrendo le nostre vite a Lui (Romani 12:1). Adoriamo lo Spirito obbedendo ai Suoi comandi. Riferendosi a Cristo, l’Apostolo Giovanni spiega che “Chi osserva i suoi comandamenti dimora in Dio, ed egli in lui; e da questo sappiamo che egli dimora in noi: dallo Spirito che egli ci ha dato” (1 Giovanni 3:24). Qui vediamo il collegamento tra l’obbedienza a Cristo e lo Spirito Santo che dimora in noi, dandoci il convincimento riguardo ogni cosa— specialmente riguardo al nostro bisogno di adorare per mezzo dell’obbedienza—e dandoci il potere di adorare.

L’adorazione è di per sé una funzione dello Spirito. Gesù dice che dobbiamo “adorarlo in spirito e verità” (Giovanni 4:24). La persona spirituale è quella in cui risiede lo Spirito, il Quale rende testimonianza al nostro spirito che apparteniamo a Lui (Romani 8:16). La Sua presenza nei nostri cuori ci consente, di Rimando, di adorarLo nello Spirito. Siamo in Lui così come Egli è in noi, così come Cristo è nel Padre e il Padre è in noi mediante lo Spirito (Giovanni 14:20, 17:21).


Torna alla home page italiana

Dovremmo adorare lo Spirito Santo?