Dovremmo usare degli strumenti musicali in chiesa?



 

Domanda: "Dovremmo usare degli strumenti musicali in chiesa?"

Risposta:
Gli strumenti musicali erano certamente usati nel culto dell’Antico Testamento (1 Cronache 15:16; 16:42; 23:5; 2 Cronache 7:6; 23:13; 29:26-27; 30:21; 34:12; Neemia 12:36; Salmo 4:1; 6:1; 54:1; 55:1; 61:1; 67:1; 76:1; Isaia 38:20; Amos 6:5; Abacuc 3:19). Il fatto che il Nuovo Testamento non condanni da nessuna parte gli strumenti musicali indica che la pratica dell’Antico Testamento fu portata avanti dalla chiesa del Nuovo Testamento. La prima chiesa era costituita quasi interamente da ebrei. È molto probabile che essi abbiano continuato ad usare degli strumenti musicali nella chiesa proprio come erano abituati a fare in precedenza quando adoravano.

Così, anche senza un riferimento esplicito nel Nuovo Testamento, è chiaro che la chiesa può usare gli strumenti musicali durante l’adorazione. D’altronde c’è un possibile riferimento nel Nuovo Testamento agli strumenti musicali. Efesini 5:19 dichiara: "parlandovi gli uni gli altri con salmi inni e cantici spirituali, cantando e lodando col vostro cuore il Signore." Il verbo "lodando" è una traduzione della parola greca psallontes, la cui radice significava "strofinare o toccare" o "fare ondeggiare o fare vibrare". Si usava comunemente in greco in riferimento al suonare uno strumento musicale a corda. In ogni caso la Bibbia non vieta né comanda l’uso degli strumenti musicali in chiesa, di conseguenza la chiesa ha la libertà di usarli o meno in base a come si sente guidata da Dio in proposito.


Torna alla home page italiana

Dovremmo usare degli strumenti musicali in chiesa?