Cosa intendeva Gesù quando disse: 'questa generazione non passerà'?



 

Domanda: "Cosa intendeva Gesù quando disse: 'questa generazione non passerà'?"

Risposta:
Questa citazione di Gesù riguardo alla fine dei tempi si trova in Matteo 24:34, Marco 13:30e Luca 21:32. Gesù disse: “In verità vi dico che questa generazione non passerà, finché tutte queste cose non siano avvenute.” Le cose di cui stava parlando Gesù (l’ascesa dell’Anticristo, la desolazione del Luogo Santo e l’oscuramento del sole) non sono avvenuti durante la vita di quelle persone. Ovviamente, Gesù intendeva qualcosa di diverso quando parlò di "questa generazione."

La chiave per capire che cosa intendesse Gesù con "questa generazione non passerà, finché tutte queste cose non siano avvenute” è il contesto; ovvero, dobbiamo capire i versetti intorno a Matteo 24:34, specialmente quelli precedenti. In Matteo 24:4–31 Gesù sta chiaramente dando una profezia: sta parlando di eventi futuri. Gesù aveva già detto a coloro che vivevano durante il Suo ministero terreno che il regno era stato loro tolto (Matteo 21:43). È perciò tassativo il fatto che Matteo 24-25 riguardi un tempo futuro. La generazione che Gesù dice che "non passerà" fino al Suo ritorno è una generazione futura, cioè le persone che saranno in vita quando avverranno gli eventi predetti. La parola generazione si riferisce alle persone che vivranno nel futuro in cui avranno luogo gli eventi descritti in Matteo 24-25.

Il punto reso da Gesù nella Sua dichiarazione, "questa generazione non passerà, finché tutte queste cose non siano avvenute," è che gli eventi della fine dei tempi avverranno rapidamente. Una volta che I segni della fine cominciano a manifestarsi , la fine è già in arrivo; la seconda venuta e il giudizio avverranno in quell’ultima generazione. Gesù ha rafforzato questo significato con una parabola in Matteo 24:32–33: “Ora imparate dal fico questa similitudine: quando ormai i suoi rami s'inteneriscono e le fronde germogliano, sapete che l'estate è vicina. Cosí anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che egli è vicino, anzi alle porte.” Un indizio sicuro dell’estate in arrivo è quando il fico mette le foglie; un segno certo della fine del mondo è che "tutte queste cose" (descritte in Matteo 24) staranno accadendo. Alle persone che si troveranno sulla Terra in quel momento non rimarrà molto tempo.

Un’altra interpretazione è che la profezia di Gesù in Matteo 24 abbia un "doppio adempimento." Secondo questa ipotesi, "questa generazione" sono le persone alle quali stava parlando Gesù in quel momento; alcune delle cose da Lui predette dovevano accadere durante il periodo della loro vita. Così, quando i romani distrussero Gerusalemme nel 70 d.C, la profezia di Gesù si compì in parte; la caduta di Gerusalemme fu un’anticipazione delle cose ancora peggiori che devono venire. Tuttavia, diversi aspetti della profezia di Gesù non si sono avverati nel 70 d.C; per esempio, i segni nei cieli di Matteo 24:29–31. Il problema principale con l’interpretazione a "doppio adempimento" è che non armonizza con la dichiarazione di Gesù che "tutte" queste cose avverranno in "questa generazione.",di conseguenza è meglio considerare "questa generazione" in riferimento alla generazione che vivrà quando gli eventi della fine dei tempi si staranno svolgendo.

In sostanza, Gesù sta dicendo che, una volta cominciati gli eventi della fine dei tempi, questi si svolgeranno velocemente. L’epoca della grazia è durata per molto tempo, ma quando infine arriverà il tempo del giudizio, le cose si concluderanno rapidamente. Questo concetto di Dio che porta le cose a rapida conclusione viene ripetuta in molti altri passaggi della Scrittura (Matteo 24:22; Marco 13:20; Apocalisse 3:11; 22:7, 12, 20).


Torna alla home page italiana

Cosa intendeva Gesù quando disse: 'questa generazione non passerà'?