www.GotQuestions.org/Italiano




Domanda: "Cosa dice la Bibbia sulla transessualità / sul transgenderismo?"

Risposta:
La transessualità, chiamata anche transgenderismo, Disturbo dell'Identità di Genere (DIG), o disforia di genere, è la sensazione che il genere biologico / genetico / fisiologico non corrisponda al genere con il quale ci si identifica e/o si percepisce come proprio. I transessuali/transgender spesso si descrivono come "intrappolati" in un corpo che non corrisponde al loro vero genere. Spesso praticano il travestitismo e potrebbero anche cercare la terapia d'ormoni e/o la chirurgia di cambiamento di genere per conformare i loro corpi al genere che percepiscono come proprio.

La Bibbia non menziona esplicitamente il transgenderismo da nessuna parte, tantomeno descrive persone transgender. Tuttavia, essa ha molto da dire sulla sessualità umana. La comprensione più basilare che abbiamo sul genere, è che Dio ha creato due e solo due generi: "li creò maschio e femmina" (Genesi 1:27). Tutta la speculazione moderna sui numerosi generi o sulla fluidità di generi, o persino sul "continuum" senza limiti di generi, è estranea alla Bibbia.

La Bibbia si avvicina alla menzione del transgenderismo nelle sue condanne contro l'omosessualità (Romani 1:18–32; 1 Corinzi 6:9–10) ed il transvestitismo (Deuteronomio 22:5). La parola greca spesso tradotta come "gli omosessuali" o "i sodomiti" in 1 Corinzi 6:9 significa letteralmente "uomini effemminati." Dunque, mentre la Bibbia non menziona direttamente il transgenderismo, quando menziona altri esempi di "confusione" di genere, li identifica chiaramente ed esplicitamente come peccato.

Che dire della possibilità che quanti soffrano di transgenderismo abbiano un cervello che funziona come se appartenesse ad un genere, mentre il resto del corpo appartiene biologicamente all'altro? La Bibbia non accenna affatto a questa possibilità. Tuttavia, la Bibbia non menziona neppure l'ermafroditismo (una condizione nella quale una persona ha sia l'organo sessuale maschile che quello femminile), il quale innegabilmente accade (nonostante sia estremamente raro). Inoltre, le persone possono nascere o sviluppare qualsiasi tipo di difetto o disfunzione cerebrale. Come si può dire che è impossibile che un cervello femminile si trovi in un corpo maschile (o viceversa)?

Usando l'ermafroditismo come prova, non possiamo dire che se la Bibbia non menziona qualcosa, significa che questa non avviene. Dunque, potrebbe essere possibile che una persona nasca con un cervello organizzato in modo da contribuire alla disforia di genere. Questa potrebbe anche essere una spiegazione per alcuni casi di omosessualità. Tuttavia, solo perché qualcosa potrebbe avere una causa biologica, non significa che accettarne gli effetti sia la cosa giusta da fare. Alcune persone hanno una sessualità iperattiva. Ciò non significa che sia giusto per loro abbandonarsi all'immoralità sessuale. È scientificamente provato che, nel cervello di alcuni psicopatici/sociopatici, i meccanismi di controllo degli impulsi siano gravemente indeboliti. Questo non vuol dire che sia giusto per loro lasciarsi andare a tutti i comportamenti devianti che gli passino per la testa.

Non importa se la distinzione di genere ha una causa genetica, ormonale, psicologica, fisiologica o spirituale; essa può essere superata e sanata per mezzo della fede in Cristo e facendo continuamente affidamento sul potere dello Spirito Santo. Anche se sono coinvolti fattori biologici/fisiologici, si può guarire, si può superare il peccato e si possono cambiare vite per mezzo della salvezza fornitaci da Gesù. I credenti corinzi sono un esempio di tale trasformazione: "Or tali eravate già alcuni di voi; ma siete stati lavati, ma siete stati santificati, ma siete stati giustificati nel nome del Signore Gesú e mediante lo Spirito del nostro Dio" (1 Corinzi 6:11). C'è speranza per tutti: transessuali, transgender, coloro i quali soffrono di disturbo dell'identità di genere e persino i travestiti, grazie al perdono di Dio disponibile in Gesù Cristo.