Quali sono i motivi validi per il divorzio secondo la Bibbia?



 

Domanda: "Quali sono i motivi validi per il divorzio secondo la Bibbia?"

Risposta:
Quando si parla di ciò che dice la Bibbia sul divorzio, è importante tenere in mente le parole di Malachia 2:16: “egli odia il divorzio […] dice l’Eterno.” Qualunque siano le basi per cui la Bibbia possa concedere il divorzio, non implicano il fatto che Dio lo desideri. Piuttosto che chiedere: " _______ è un motivo valido per il divorzio?" Spesso la domanda dovrebbe essere: " _________ è motivo valido per il perdono, la restaurazione e/o la consulenza matrimoniale?"

La Bibbia fornisce chiaramente due motivi validi per il divorzio: (1) immoralità sessuale (Matteo 5:32; 19:9) e (2) abbandono da parte di un miscredente (1 Corinzi 7:15). Persino in questi due esempi, tuttavia, il divorzio non è richiesto né tantomeno incoraggiato. Il massimo che si può dire è che l’immoralità sessuale e l’abbandono sono delle basi valide (un permesso) per il divorzio. La confessione, il perdono, la riconciliazione e il ristabilimento sono sempre i primi passi. Il divorzio dovrebbe essere visto solo come l’ultima risorsa.

Ci sono altri motivi validi per il divorzio oltre a quelli esplicitamente dettati dalla Bibbia? Forse, ma non facciamo delle supposizioni sulla Parola di Dio. È molto pericoloso spingersi rispetto a ciò che dice la Bibbia (1 Corinzi 4:6). Altri motivi per il divorzio che le persone chiedono più frequentemente sono gli abusi di un coniuge (emozionali o fisici), gli abusi a danno dei bambini (emozionali, fisici o sessuali), la dipendenza da pornografia, l’uso di droga/alcol, il crimine / l’imprigionamento e la cattiva gestione delle finanze (per esempio, la dipendenza dal gioco d’azzardo). Nessuna di queste motivazioni si può rivendicare come una base esplicitamente biblica per il divorzio.

Questo non significa, tuttavia, che Dio non approverebbe nessuno di questi fattori come motivo valido per il divorzio. Per esempio, non possiamo immaginare che Dio desideri che una moglie rimanga con un marito che abusi fisicamente di lei e/o dei loro bambini. In questo caso, la moglie dovrebbe certamente separarsi e allontanare i figli dal marito violento. Tuttavia, persino in una situazione del genere, l’ideale sarebbe trascorrere un tempo di separazione con l’obiettivo di portare al pentimento e al ristabilimento il coniuge che ha commesso gli abusi, senza dover necessariamente cominciare subito un procedimento di divorzio. Che sia chiaro; dire che questi non sono motivi validi per il divorzio in senso biblico, non significa che un uomo/donna il cui coniuge è coinvolto in questo genere di attività dovrebbe rimanere in quella situazione. Se esiste un rischio per la propria vita o per quella dei bambini, la separazione è un passo giusto e appropriato.

Un altro modo di considerare questo problema è differenziare tra motivi biblici per il divorzio e motivi biblici per il divorzio e un nuovo matrimonio. Alcuni interpretano i due motivi validi per il divorzio della Bibbia menzionati prima come gli unici due motivi validi per risposarsi dopo un divorzio, ma permettono il divorzio senza secondo matrimonio negli altri esempi. Nonostante questa sia un’interpretazione plausibile, sembra fare troppe congetture sulla Parola di Dio.

In sintesi, quali sono i motivi validi per il divorzio secondo la Bibbia? La risposta è: immoralità sessuale e abbandono. Ci sono degli ulteriori motivi validi per il divorzio oltre a questi due? È possibile. Il divorzio deve essere trattato alla leggera o usato come primo ricorso? Assolutamente no. Dio è in grado di cambiare e di riformare qualsiasi persona. Dio è capace di risanare e rinnovare qualunque matrimonio. Il divorzio dovrebbe avvenire solo in casi di peccato orribile ripetuto e impenitente.


Torna alla home page italiana

Quali sono i motivi validi per il divorzio secondo la Bibbia?