Cos’è il Giainismo?



 

Domanda: "Cos’è il Giainismo?"

Risposta:
Il Giainismo ebbe inizio nel sesto secolo come movimento di riforma all’interno dell’Induismo. È basato sugli insegnamenti del suo fondatore, Mahavira. Credendo che una vita di abnegazione fosse il modo giusto per raggiungere "l’illuminazione", egli vagò nudo e muto in giro per tutta l’India per 12 anni, affrontando difficoltà e subendo abusi. In seguito, egli prese con sé alcuni discepoli e predicò la sua fede rinnovata. Mahavira si oppose veementemente all’idea di riconoscere o adorare un essere supremo. Nonostante egli avesse negato l’esistenza di uno o più dei da venerare, così come altri leader religiosi, fu in seguito divinizzato dai suoi seguaci. Fu nominato il ventiquattresimo Tirthankara, l’ultimo e il più grande tra tutti i saggi. Secondo gli scritti giainisti, Mahavira discese dal cielo, non commise mai alcun peccato e attraverso la meditazione si liberò da ogni desiderio terreno.

Il Giainismo è una religione di estremo legalismo, in quanto in esso la salvezza può essere ottenuta solo attraverso il cammino dell’ascetismo (rigida abnegazione). Non esiste libertà in questa religione, solo regole, principalmente i Cinque Grandi Voti, ovvero la rinuncia a: 1) uccidere esseri viventi, (2) mentire, (3) l’avarizia, (4) il piacere sessuale e (5) gli attaccamenti terreni. Si devono evitare completamente le donne perché si pensa che siano la causa di tutti i tipi di mali.

Come tutte le false religioni, il Giainismo è incompatibile con il Cristianesimo. Prima di tutto, la Bibbia condanna l’adorazione di ogni altro dio eccetto Yahweh, il Dio vero e vivente. "Io sono l'Eterno, il tuo DIO […] Non avrai altri dei davanti a me” (Esodo 20:2,3). “Io sono l'Eterno e non c'è alcun altro; fuori di me non c'è DIO” (Isaia 45:5). Mahavira non era affatto un dio, bensì un uomo. Come tutti gli uomini, egli è nato, ha peccato ed è morto. Non ha raggiunto la perfezione senza peccato. Solo un Uomo ha vissuto perfettamente, il Signore Gesù Cristo che "è stato tentato in ogni cosa come noi, senza però commettere peccato" (Ebrei 4:15).

In secondo luogo, la Bibbia afferma chiaramente che seguire le leggi e gli insegnamenti, persino quelli provenienti dal Vero Dio Vivente, non comporterà mai la giustizia richiesta per la nostra salvezza. “Sapendo che l'uomo non è giustificato per le opere della legge” (Galati 2:16). La Bibbia insegna che la salvezza avviene per grazia attraverso la fede nel sangue versato da Gesù Cristo (Efesini 2:8-9), il Quale portò i nostri peccati sulla croce affinché potessimo condividere la Sua giustizia "Poiché egli ha fatto essere peccato per noi colui che non ha conosciuto peccato, affinché noi potessimo diventare giustizia di Dio in lui." (2 Corinzi 5:21). Gesù allevia i fardelli della gente, mentre il Giainismo li aumenta.

Infine, due dei "grandi voti" del Giainismo contraddicono direttamente la parola rivelata di Dio. Anche se evitare l’avarizia, la menzogna e gli attaccamenti terreni sono principi lodevoli, evitare il piacere sessuale, se portato ai suoi estremi, comporterebbe la fine dell’umanità. Per assicurarsi la sopravvivenza della specie umana sulla Terra, Dio ha offerto il dono dell’impulso sessuale. All’interno dei limiti del santo matrimonio, l’impulso sessuale trova la sua completa soddisfazione e allo stesso tempo viene assicurato il futuro della nostra specie (Genesi 1:28, 2:24, 9:1). Oltretutto, uno dei principi del Giainismo è ahimsa, il divieto di uccidere qualsiasi essere vivente. Ciò contraddice sia l’Antico che il Nuovo Testamento, in cui Dio consegnò gli animali per provvedere cibo all’umanità (Levitico 11 ed Atti 10).

Come tutte le false religioni, il Giainismo è un’altra menzogna di Satana, il cui desiderio è quello di intrappolarci in un sistema che concentra l’attenzione su noi stessi, in una introspezione della mente e dello spirito che ci faccia credere di essere degni per mezzo dell’abnegazione e del rispetto delle leggi. Gesù ci ha comandato di morire a noi stessi e di vivere per Lui e, per mezzo di Lui, per gli altri. Il fallimento del Giainismo nel suo non avanzare oltre certe aree dell’India parla chiaramente da sé sul fatto che non faccia fronte al bisogno umano universale. Ciò è in netto contrasto con Gesù Cristo, il cui impatto è universale.


Torna alla home page italiana

Cos’è il Giainismo?