Dio può salvarmi?


Domanda: "Dio può salvarmi?"

Risposta:
La domanda "Dio può salvarmi?" è stata fatta da milioni di persone nel corso della storia. Non solo Dio può salvarci, ma solo Dio può salvarci. Per comprendere perché la risposta a "Dio può salvarmi?" è "Sì!", dobbiamo prima di tutto capire perché abbiamo bisogno di essere salvati. Quando Adamo disobbedì a Dio nel Giardino dell'Eden, il suo peccato avvelenò il resto della creazione (Romani 5:12), e la natura peccatrice che abbiamo ereditato da Adamo ci ha separati da Dio. Tuttavia, grazie al grande amore che Dio prova per noi, Egli ha ideato un piano (Genesi 3:15). Egli sarebbe venuto sulla Terra come essere umano, nella persona di Gesù Cristo, e avrebbe volontariamente dato la Sua vita per noi, prendendo su di Sé la punizione che noi meritiamo. Quando il nostro Salvatore gridò, dalla croce, "È compiuto" (Giovanni 19:30), il nostro debito del peccato fu pagato in pieno e per sempre. Gesù Cristo ci ha salvati da una morte certa e da un'eternità orribile, senza Dio.

Per poter trarre beneficio dal sacrificio espiatorio di Cristo, dobbiamo credere solamente in Lui e nel Suo sacrificio come pagamento del peccato (Giovanni 3:16; Atti 16:31). Nel momento in cui facciamo ciò, Dio ci coprirà con la giustizia di Cristo (Romani 3:22). Ma se non fosse per questa giustizia che ci hanno concesso, non saremmo mai e poi mai in grado di presentarci al cospetto del nostro Dio Santo (Ebrei 10:19–25).

Tuttavia, la nostra salvezza interessa molto di più del nostro destino eterno; "essere salvati" ha anche un impatto immediato. La buona notizia è che l'opera terminata da Cristo sulla croce ci ha salvati dalla separazione eterna da Dio, e ci ha anche salvati dal potere che il peccato esercita su di noi in questa vita. Una volta che accettiamo Cristo, il Suo Spirito inabita in noi e non siamo più controllati dalla nostra natura peccatrice. Tale libertà ci rende capaci di dire "no" al peccato e superare la nostra schiavitù ai desideri peccaminosi della carne. "Se […] non siete piú nella carne ma nello Spirito. Ma se uno non ha lo Spirito di Cristo, non appartiene a lui" (Romani 8:9).

Non importa chi siamo o cosa abbiamo fatto. Gesù Cristo è venuto in questo mondo per salvare i peccatori (1 Timoteo 1:15), e siamo tutti peccatori (Romani 3:23). Nessuno, tra di noi, è fuori dalla portata della grazia salvatrice di Dio (Isaia 59:1). L'apostolo Paolo è un grande esempio della grazia estesa di Dio. Paolo trascorse la prima parte della sua vita odiando, imprigionando, perseguitando e persino uccidendo i cristiani. Poi, un incontro con Gesù Cristo trasformò Paolo in uno dei più grandi missionari cristiani che siano mai vissuti. Se Dio ha potuto salvare Paolo, il "primo dei peccatori" (1 Timoteo 1:15), Egli può salvare chiunque.

L'umanità è il fiore all'occhiello della creazione di Dio, fatta a Sua immagine (Genesi 1:26). Dio desidera che siamo tutti salvati (1 Timoteo 2:4) e che nessuno perisca (2 Pietro 3:9; Ezechiele18:32). A coloro i quali credono nel nome di Gesù, Dio dà il diritto di divenire figli di Dio (Giovanni 1:12). Ciò che il Signore farà per i Suoi figliuoli è descritto nel Salmo 91: "Poiché egli ha riposto in me il suo amore io lo libererò e lo leverò in alto al sicuro perché conosce il mio nome. Egli mi invocherà e io gli risponderò; sarò con lui nell'avversità; lo libererò e lo glorificherò. Lo sazierò di lunga vita e gli farò vedere la mia salvezza" (Salmo 91:14–16).

English


Torna alla home page italiana

Dio può salvarmi?