Cosa significa che Dio è onnipotente?



 

Domanda: "Cosa significa che Dio è onnipotente?"

Risposta:
La parola omnipotente viene da onni- che significa “tutto” e potente che significa “potere.” Così come per gli attributi di onniscienza e di onnipresenza ne consegue che, se Dio è infinito e sovrano così come sappiamo che è, allora deve necessariamente essere anche onnipotente. Egli ha potere illimitato su tutte le cose in ogni momento e in ogni modo.

Giobbe parlò del potere di Dio in Giobbe 42:2: “Riconosco che puoi tutto, e che nessun tuo disegno può essere impedito.” Giobbe stava riconoscendo l’onnipotenza di Dio nel portare a compimento i Suoi disegni. Anche a Mosè fu ricordato da Dio stesso che Egli aveva tutto il potere necessario per completare i Suoi propositi riguardanti gli israeliti: “L'Eterno rispose a Mosè: «Il braccio dell'Eterno è forse raccorciato? Ora vedrai se la mia parola si adempirà o no»” (Numeri 11:23).

L’onnipotenza di Dio è si evidenzia al massimo nella creazione. Dio disse: “Sia…” e così fu (Genesi 1:3, 6, 9, ecc.). L’uomo ha bisogno di strumenti e di materiali per creare; Dio parlò semplicemente e con il potere della Sua parola ogni cosa è stata creata dal nulla. “II cieli furono fatti per mezzo della parola dell'Eterno, e tutto il loro esercito mediante il soffio della sua bocca” (Salmo 33:6).

Il potere di Dio è anche visibile nella preservazione della Sua creazione. Tutta la vita sulla Terra perirebbe se non fosse per la continua provvigione divina di tutto ciò di cui abbiamo bisogno quanto a cibo, vestiario e riparo- - tutte cose fornite tramite fonti rinnovabili sostenute dal Suo potere in qualità di protettore di uomini e bestie (Salmo 36:6). I mari che ricoprono gran parte della Terra, e contro i quali nulla possiamo, ci sommergerebbero se Dio non avesse tracciato i loro confini (Giobbe 38:8-11).

L’onnipotenza di Dio si estende ai governi e ai loro capi (Daniele 2:21), in quanto Egli li trattiene o li lascia proseguire secondo i Suoi disegni e propositi. Il Suo potere è illimitato riguardo Satana e i suoi demoni. L’attacco di Satana su Giobbe era limitato solo a certe azioni, in quanto era trattenuto dal potere illimitato di Dio (Giobbe 1:12, 2:6). Gesù ricordò a Pilato che non aveva alcuna autorità su di Lui se non fosse perché gli era stata accordata dal Padre onnipotente (Giovanni 19:11).

Essendo onnipotente, Dio può fare ogni cosa. Tuttavia, ciò non significa che Dio abbia perso la Sua onnipotenza quando la Bibbia dice che non può fare certe cose. Per esempio, Ebrei 6:18 dice che non può mentire. Questo non significa che Dio non possieda il potere di mentire, ma piuttosto che Dio sceglie di non mentire in accordo alla Sua perfezione morale. Allo stesso modo, nonostante il Suo essere onnipotente e il Suo odio per il male, Egli permette che il male avvenga, secondo i Suoi propositi a fin di bene. Egli può permettere che avvengano certi eventi malvagi in modo da portare a compimento i Suoi propositi, come ad esempio quando avvenne il male più grande in assoluto —l’uccisione dell’Agnello di Dio, perfetto, santo e innocente, per la redenzione dell’umanità.

Essendo Dio incarnato, Gesù Cristo è onnipotente. Il Suo potere è visibile nei miracoli da Lui compiuti—le numerose guarigioni, la moltiplicazione dei pani (Marco 6:30-44), la tempesta sedata (Marco 4:37-41), e la suprema dimostrazione di potere: la resurrezione di Lazzaro e della figlia di Giairo dalla morte (Giovanni 11:38-44, Marco 5:35-43) - un esempio del controllo da Lui esercitato sulla vita e sulla morte. La morte è la ragione primaria per la quale Gesù è venuto sulla Terra—al fine di distruggerla (1 Corinzi 15:22, Ebrei 2:14) e per portare i peccatori ad avere una giusta relazione con Dio. Il Signore Gesù ha dichiarato chiaramente di avere il potere di dare la propria vita e di riprenderla, un fatto da Lui illustrato allegoricamente quando parlò del tempio (Giovanni 2:19). Egli aveva il potere di mandare a chiamare dodici legioni di angeli per salvarLo durante il Suo processo, se fosse stato necessario (Matteo 26:53), eppure offrì umilmente Se Stesso al posto degli uomini (Filippesi 2:1-11).

Il grande mistero è che questo potere può essere condiviso dai credenti che sono uniti a Dio in Gesù Cristo. Paolo dice: "Perciò molto volentieri mi glorierò piuttosto delle mie debolezze, affinché la potenza di Cristo riposi su di me" (2 Corinzi 12:9). Il potere di Dio viene esaltato in noi al massimo nel momento di massima debolezza perché Egli “può, secondo la potenza che opera in noi, fare smisuratamente al di là di quanto chiediamo o pensiamo” (Efesini 3:20). È il potere di Dio che continua a tenerci in uno stato di grazia nonostante il nostro peccato (2 Timoteo 1:12), e grazie al Suo potere veniamo salvaguardati da ogni caduta (Giuda 24). Il Suo potere verrà proclamato da tutta la moltitudine celeste per l’eternità (Apocalisse 19:1). Che sia questa la nostra preghiera per l’eternità!


Torna alla home page italiana

Cosa significa che Dio è onnipotente?