Perché Dio odia il divorzio


Domanda: "Perché Dio odia il divorzio"

Risposta:
Spesso viene menzionato il passaggio in Malachia 2:16, il quale parla dell'opinione di Dio sul divorzio. "Poiché l'Eterno, il DIO d'Israele, dice che egli odia il divorzio." Tuttavia, questo passaggio dice molto di più. Se torniamo ai versetti 13-15, leggiamo: "Voi fate anche quest'altra cosa: coprite l'altare, dell'Eterno di lacrime, di pianto e di lamenti, perché non riguarda piú con favore la vostra offerta e non la riceve piú con piacere dalle vostre mani. Eppure dite: «Per quale ragione?». Poiché l'Eterno è testimone fra te e la moglie della tua giovinezza, verso la quale ti sei comportato perfidamente, benché ella sia la tua compagna e la moglie del tuo patto."

Da questo passaggio impariamo diverse cose. Prima di tutto, Dio non ascolta le richieste di benedizione di coloro i quali hanno infranto il patto del matrimonio. 1 Pietro 3:7 dice: "Similmente voi, mariti, vivete con le vostre mogli con la comprensione dovuta alla donna, come al vaso piú debole, e onoratele perché sono coeredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite (corsivo aggiunto)." Esiste una correlazione diretta tra il modo in cui un uomo tratta sua moglie e l'efficacia delle sue preghiere.

Dio spiega chiaramente le ragioni per le quali stima tanto il matrimonio. Egli dice di essere stato Colui il quale "li fece uno" (Malachia 2:15). Il matrimonio è un'idea di Dio. Se Egli lo ha progettato, allora può definirlo. Qualsiasi deviazione dal Suo progetto, Per Lui è ripugnante. Il matrimonio non è un contratto; è un patto. Il divorzio distrugge l'intero concetto del patto, che è tanto importante per Dio.

Nella Bibbia, Dio offre spesso esempi per insegnare delle verità spirituali. Quando Abramo offrì suo figlio Isacco sull'altare, si trattava di una rappresentazione del giorno, che sarebbe arrivato centinaia di anni dopo, in cui il Signore Dio avrebbe offerto il Suo unico Figlio (Genesi 22:9; Romani 8:32). Quando Dio richiedeva sacrifici di sangue per il perdono del peccato, Egli stava offrendo esempi del sacrificio perfetto che Lui Stesso avrebbe fatto sulla croce (Ebrei 10:10).

Il matrimonio è una rappresentazione del patto tra Dio e il Suo popolo (Ebrei 9:15). Un patto è un impegno indissolubile, e Dio vuole che ne comprendiamo la serietà. Quando divorziamo da qualcuno con il quale abbiamo stretto un patto, ci stiamo facendo beffe del concetto del sacro vincolo, creato da Dio. La Chiesa (gli individui che hanno ricevuto Gesù come Salvatore e Signore) è presentata nella Scrittura come la "Sposa di Cristo" (2 Corinzi 11:2; Apocalisse 19:7-9). Essendo il Suo popolo, siamo "sposati" con Lui, per mezzo di un patto da Lui stabilito. Un esempio simile viene usato in Isaia 54:5, nei riguardi di Dio ed Israele.

Quando Dio istituì il matrimonio nel Giardino dell'Eden, lo creò come esempio del maggior livello di unità conosciuto dagli esseri umani (Genesi 2:24). Egli voleva che comprendessimo il concetto dell'unità che possiamo avere in Lui, per mezzo della redenzione (1 Corinzi 6:17). Quando un marito o una moglie decidono di violare il sacro vincolo del matrimonio, macchiano l'esempio del patto tra noi e Dio.

Malachia 2:15 offre un'altra ragione per la quale Dio odia il divorzio. Egli dice che "cercava una discendenza da DIO." Il piano di Dio per la famiglia era quello di un uomo ed una donna, che si impegnano l'uno con l'altra per la vita, e crescono dei figli affinché anche loro capiscano il concetto di patto. I figli cresciuti in una casa sana, con due genitori, avranno molto più probabilmente successo nel loro matrimonio.

Quando a Gesù fu chiesto perché la Legge consentisse il divorzio, Egli rispose che Dio lo aveva permesso solo "Per la durezza dei vostri cuori […] ma da principio non era cosí" (Matteo 19:8). Dio non aveva mai inteso il divorzio come parte dell'esperienza umana, e Si addolora quando induriamo i nostri cuori e infrangiamo un patto creato da Lui.

English


Torna alla home page italiana

Perché Dio odia il divorzio