Che cosa significa che Dio è buono?


Domanda: "Che cosa significa che Dio è buono?"

Risposta:
Gesù disse che “nessuno è buono, tranne uno solo, cioè Dio” (Luca 18:19). 1Giovanni 1:5 dice che “Dio è luce e in lui non vi è tenebra alcuna.” Dire che Dio è buono è dire che Dio agisce sempre in base a ciò che è giusto, vero e buono. La bontà fa parte della natura di Dio ed Egli non può contraddire la Propria natura. La santità e la giustizia fanno parte della natura di Dio; Egli non può fare nulla di empio o ingiusto. Dio è il modello di tutto ciò che è buono.

Il fatto che Dio è buono significa che in Lui non si trova alcun male, che le sue intenzioni e motivazioni sono sempre buone, che fa sempre ciò che è giusto e che l'esito del suo disegno è sempre buono (si veda Genesi 50:20). In Lui non c'è nulla di sgradevole, malvagio o oscuro. La Bibbia insegna che la bontà di Dio si estende dalla Sua natura a tutto ciò che fa (Salmi 119:68). “L'Eterno è buono; la sua benignità dura in eterno e la sua fedeltà per ogni età.” (Salmi 100:5).

Tutto ciò che Dio ha creato era buono all’inizio: “DIO vide tutto ciò che aveva fatto, ed ecco, era molto buono” (Genesi 1:31; cfr. 1Timoteo 4:4). La bontà di Dio è dimostrata nella Legge che ha dato a Israele; la Legge è santa, giusta e buona (Romani 7:12). “Ogni buona donazione e ogni dono perfetto vengono dall'alto” (Giacomo 1:17). Dio può creare solo ciò che è buono, perché Egli è completamente buono.

Dio non ha creato il male (Abacuc 1:13; 1Giovanni 1:5). Bensì, il male è l'assenza del bene; è qualunque cosa Dio non è. Per via della Sua bontà, Dio detesta il peccato e un giorno lo giudicherà (Romani 2:5). Il nostro buon Dio non vuole mai che noi pecchiamo: “Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno” (Giacomo 1:13).

La bontà di Dio dovrebbe portarci a essere grati: “Celebrate l'Eterno, perché egli è buono, perché la sua benignità dura in eterno” (Salmi 107:1; cfr. 1Cronache 16:34; Salmi 118:1; Salmi 136). Eppure, spontaneamente la gente non vuole seguire o ringraziare Dio. Al contrario, “gli uomini hanno amato le tenebre più che la luce, perché le loro opere erano malvagie” (Giovanni 3:19). Nell’Antico Testamento, gli Israeliti ripetutamente rifiutarono la buona Legge di Dio, dimenticarono la Sua bontà nei loro confronti, e non Gli furono fedeli: “dimenticarono le sue opere e le meraviglie che aveva loro mostrato” (Salmi 78:11).

In ultima analisi, la bontà di Dio è palese nel Suo piano di redenzione dal peccato. Il vangelo è la “buona notizia”. Nella Sua bontà, Dio ha mandato Suo Figlio, perché diventasse il sacrificio perfetto e senza macchia, così che i nostri peccati potessero essere perdonati. Dio non vuole “che alcuno perisca, ma che tutti vengano a ravvedimento” (2Pietro 3:9), ed è “la bontà di Dio” che “spinge al ravvedimento” (Romani 2:4).

C’è solo Uno che è totalmente e veramente buono: Dio. Questo Dio buono ci invita a cercarLo: “gustate e vedete quanto l'Eterno è buono; beato l'uomo che si rifugia in lui” (Salmi 34:8).

English
Torna alla home page italiana

Che cosa significa che Dio è buono?

Scopri come ...

ricevere la vita eterna



ricevere il perdono da Dio