Che aspetto ha Dio?



 

Domanda: "Che aspetto ha Dio?"

Risposta:
Dio è Spirito (Giovanni 4:24), e pertanto il Suo aspetto non è qualcosa che possiamo descrivere. Esodo 33:20 ci dice: “Tu non puoi vedere la mia faccia, perché nessun uomo mi può vedere e vivere” Essendo umani e peccatori, non possiamo vedere Dio in tutta la Sua gloria. Il Suo aspetto è assolutamente inimmaginabile e troppo glorioso per essere percepito dall’uomo peccatore senza correre rischi.

La Bibbia descrive come Dio sia apparso ad alcune persone in diverse occasioni. Questi esempi non dovrebbero essere intesi come una descrizione esatta dell’aspetto di Dio, ma piuttosto come un modo a noi comprensibile mediante il quale Dio Si rivela a noi. L’aspetto di Dio è al di sopra della nostra capacità di comprendere e di descrivere. Dio ci concede di vedere degli sprazzi del Suo aspetto per insegnarci delle verità che Lo riguardano, non necessariamente per farci avere un’immagine di Lui nelle nostre menti. Due passaggi che descrivono efficacemente l’aspetto straordinario di Dio sono Ezechiele 1:26-28 e Apocalisse 1:14-16.

Ezechiele 1:26-28 dichiara, “Al di sopra del firmamento che stava sopra le loro teste, c'era la sembianza di un trono che sembrava come una pietra di zaffiro, e su questa specie di trono, in alto su di esso, stava una figura dalle sembianze di uomo. Da ciò che sembravano i suoi lombi, in su vidi pure come il colore di bronzo incandescente che sembrava come fuoco tutt'intorno dentro di esso; e da ciò che sembravano i suoi lombi in giú vidi qualcosa somigliante al fuoco e che emanava tutt'intorno un grande splendore. Come l'aspetto dell'arcobaleno nella nuvola in un giorno di pioggia, cosí era l'aspetto di quello splendore che lo circondava.” Apocalisse 1:14-16 afferma: “Il suo capo e i suoi capelli erano bianchi come bianca lana, come neve, e i suoi occhi somigliavano ad una fiamma di fuoco, i suoi piedi erano simili a bronzo lucente, come se fossero stati arroventati in una fornace e la sua voce era come il fragore di molte acque, egli aveva nella sua mano destra sette stelle e dalla sua bocca usciva una spada a due tagli, acuta, e il suo aspetto era come il sole che risplende nella sua forza.”

In questi passaggi, Ezechiele e Giovanni fanno del loro meglio per descrivere l’aspetto di Dio. Hanno dovuto usare un linguaggio simbolico per descrivere quello per cui nella lingua umana non ci sono parole, come ad esempio; “c’era la sembianza,” “che sembrava,” “come l’aspetto,” ecc.. Sappiamo che quando saremo in cielo, “lo vedremo come egli è” (1 Giovanni 3:2). Il peccato non esisterà più e saremo in grado di percepire Dio in tutta la Sua gloria.


Torna alla home page italiana

Che aspetto ha Dio?