Cosa dice la Bibbia riguardo alla prostituzione? Dio perdonerà una prostituta?



 

Domanda: "Cosa dice la Bibbia riguardo alla prostituzione? Dio perdonerà una prostituta?"

Risposta:
Ci si riferisce spesso alla prostituzione come al "mestiere più antico del mondo". In effetti, è sempre stato un modo comune per le donne di guadagnare, persino in tempi biblici. La Bibbia ci dice che la prostituzione è immorale. Proverbi 23:27-28 dice: "Perché la prostituta è una fossa profonda e la donna altrui un pozzo stretto. Anch'essa sta in agguato come un ladro e aumenta fra gli uomini il numero di quelli infedeli."

Dio vieta ogni coinvolgimento con le prostitute perché Egli sa che tale coinvolgimento è nocivo sia agli uomini che alle donne. "Poiché le labbra della donna adultera stillano miele e la sua bocca è piú morbida dell’olio; ma alla fine ella è amara come l'assenzio, tagliente come una spada a due tagli. I suoi piedi scendono alla morte, i suoi passi portano direttamente allo Sceol" (Proverbi 5:3-5).

Non solo la prostituzione distrugge matrimoni, famiglie e vite, ma distrugge lo spirito e l’anima ad un livello che conduce alla morte fisica e spirituale. Il desiderio di Dio è che rimaniamo puri e che usiamo i nostri corpi come strumenti che Lui possa usare e per la Sua gloria (Romani 6:13). 1 Corinzi 6:13 dice: "il corpo però non è per la fornicazione, bensí per il Signore, e il Signore per il corpo."

Sebbene la prostituzione sia peccaminosa, le prostitute non sono fuori dalla portata del perdono di Dio. La Bibbia mostra come Egli abbia usato una prostituta di nome Rahab per compiere ulteriormente il Suo disegno. Come conseguenza della sua obbedienza, lei e la sua famiglia furono ricompensati e benedetti (Giosuè 2:1; 6:17-25). Nel Nuovo Testamento, una donna nota come peccatrice nell’ambito sessuale - prima che Gesù la perdonasse e purificasse dal peccato - trovò un’opportunità di servire Gesù mentre Egli stava visitando la casa di un fariseo. La donna, avendo riconosciuto Cristo per Chi Egli era, Gli portò una bottiglia di profumo costoso. Con rammarico e pentimento, la donna pianse e versò il profumo sui Suoi piedi, asciugandoli con i propri capelli. Quando i farisei criticarono Gesù per aver accettato questo atto di amore da parte della donna "immorale", Egli li ammonì ed accettò la sua adorazione. A motivo della sua fede, Cristo perdonò tutti i suoi peccati, e lei fu accolta nel Suo regno (Luca 7:36-50).

Parlando a coloro che avevano rifiutato di credere la verità su di Lui, Gesù Cristo disse: "«In verità vi dico che i pubblicani e le meretrici vi precedono nel regno dei cieli. Poiché Giovanni è venuto a voi per la via della giustizia, e voi non gli avete creduto, mentre i pubblicani e le meretrici gli hanno creduto; e voi, nemmeno dopo aver visto queste cose, vi siete ravveduti per credergli»" (Matteo 21:31-32).

Proprio come chiunque altro, le prostitute hanno l’opportunità di ricevere la salvezza e la vita eterna da Dio, di essere purificate da tutte le loro colpe e di ricevere una nuova vita! Tutto quello che devono fare è voltare le spalle al loro stile di vita peccaminoso e rivolgersi al Dio vivente, la cui grazia e misericordia sono senza limiti. "Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate; ecco, tutte le cose sono diventate nuove." (2 Corinzi 5:17).


Torna alla home page italiana

Cosa dice la Bibbia riguardo alla prostituzione? Dio perdonerà una prostituta?