Possiamo / Dovremmo interpretare la Bibbia in maniera letterale?



 

Domanda: "Possiamo / Dovremmo interpretare la Bibbia in maniera letterale?"

Risposta:
Non solo possiamo prendere la Bibbia alla lettera, ma dobbiamo prenderla alla lettera. Un’interpretazione letterale è l’unico modo per comprendere quello che Dio vuole comunicarci. Quando leggiamo un’opera letteraria qualunque dobbiamo comprendere quello che l’autore vuole comunicare. Molti leggeranno un versetto o un passaggio della Scrittura e poi creeranno le loro proprie definizioni per parole, frasi o paragrafi, ignorando il contesto e l’intenzione dell’autore. Ma questo non è ciò che Dio intendeva, ed ecco perché ci dice di gestire correttamente la Parola della verità (2 Timoteo 2:15).

Uno dei motivi per cui dovremmo prendere la Bibbia alla lettera è che Gesù Cristo la prendeva alla lettera. Ogni volta che il Signore Gesù citava dei brani dall’Antico Testamento era sempre chiaro che credeva nella sua interpretazione letterale. Per esempio, quando Gesù fu tentato da Satana in Luca 4, Egli rispose citando l’Antico Testamento. Se gli ordini di Dio in Deuteronomio 8:3, 6:13, e 6:16 non fossero stati letterali, Gesù non li avrebbe usati ed essi non sarebbero stati in grado di chiudere la bocca a Satana, come invece fecero.

Anche i discepoli prendevano le direttive di Cristo (che sono parte della Bibbia) alla lettera. Gesù comandò ai discepoli di andare e di fare un numero maggiore di discepoli in Matteo 28:19-20. Nel libro degli Atti scopriamo che i discepoli presero comando di Gesù alla lettera il comandamento di Gesù quando andarono in giro per il mondo conosciuto predicando il vangelo e dicendo a tutti: "credi nel Signore Gesù Cristo, e sarai salvato tu e la casa tua" (Atti 16:31). Anche noi dobbiamo prendere le parole di Gesù alla lettera. Come possiamo essere sicuri della nostra salvezza se non crediamo che Egli venne a cercare e a salvare ciò che era perduto (Luca 19:10), a pagare il prezzo per il nostro peccato (Matteo 26:28) e ad offrire vita eterna (Giovanni 6:54)?

Prendere la Bibbia alla lettera lascia comunque spazio alle figure retoriche. Un esempio di figura retorica è quando qualcuno dice: "il sole sta sorgendo." Tecnicamente, il sole non sorge; la Terra ruota in modo tale da dare l’impressione che il sole sorga. Tuttavia quasi tutti capiscono le figure retoriche abbastanza bene da permettere questo tipo di comunicazione. Ci sono ovvie figure retoriche nella Bibbia che non devono essere prese alla lettera (vedi Salmo 17:8, per esempio.)

Infine, quando ci ergiamo ad arbitri decisivi riguardo a quali parti della Bibbia siano letterali e quali no, ci eleviamo al di sopra di Dio. Egli ci ha dato la Sua parola per comunicare con noi. La confusione e le distorsioni che risulterebbero inevitabilmente da un’interpretazione non-letterale renderebbero, in sostanza, le Scritture nulle. La Bibbia è la Parola di Dio per noi, ed è Sua intenzione che ci crediamo—letteralmente e completamente.


Torna alla home page italiana

Possiamo / Dovremmo interpretare la Bibbia in maniera letterale?