Cos’è l’Arminianesimo, ed è biblico?



 

Domanda: "Cos’è l’Arminianesimo, ed è biblico?"

Risposta:
L’Arminianesimo è un sistema di credenze che cerca di spiegare la relazione tra la sovranità di Dio e il libero arbitrio dell’uomo, specialmente in relazione alla salvezza. L’Arminianesimo prende il nome da Jacob Arminius (1560—1609), un teologo olandese. Mentre il Calvinismo enfatizza la sovranità di Dio, l’Arminianesimo enfatizza la responsabilità dell’uomo. Se l’Arminianesimo venisse suddiviso in cinque punti, come i cinque punti del Calvinismo, questi sarebbero:

(1) Depravazione Parziale – l’umanità è depravata, ma ancora in grado di cercare Dio. Siamo caduti e corrotti dal peccato, ma non a tal punto da non poter scegliere di venire a Dio e di accettare la salvezza, con l’aiuto della Sua grazia preveniente. A motivo di tale grazia, la volontà umana è libera ed ha il potere di sottomettersi all’influenza dello Spirito. Da notare: molti Arminiani rifiutano la depravazione parziale e mantengono una posizione molto vicina a quella della depravazione totale supportata dal Calvinismo. (2) Elezione Condizionata – Dio “sceglie” solo coloro che Egli sa che sceglieranno di credere. Nessuno è predestinato per il paradiso o l’inferno. (3) Espiazione Illimitata – Gesù è morto per tutti, persino per coloro che non sono stati scelti e che non crederanno. La morte di Gesù è avvenuta per tutta l’umanità, e tutti possono essere salvati credendo in Lui. (4) Grazia Respingibile - La chiamata di Dio ad essere salvati può essere respinta e/o rifiutata. Possiamo opporre resistenza all’attrazione di Dio verso la salvezza, se vogliamo. (5) Salvezza Condizionata - i cristiani possono perdere la loro salvezza se rifiutano attivamente l’influenza dello Spirito Santo nella loro vita. A un cristiano viene richiesto di mantenere la propria salvezza. Da notare: molti Arminiani negano "la salvezza condizionata" e sostengono invece la "sicurezza eterna."

L’unico punto dell’Arminianesimo che i Calvinisti dei quattro-punti considerano biblico, è il punto numero 3: la Espiazione Illimitata. 1 Giovanni 2:2 dice: “Egli è l'espiazione per i nostri peccati; e non solo per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.” 2 Pietro 2:1 ci dice che Gesù ha anche riscattato i falsi profeti che sono condannati: “Or vi furono anche dei falsi profeti fra il popolo, come pure vi saranno fra voi dei falsi dottori che introdurranno di nascosto eresie di perdizione e, rinnegando il Padrone che li ha comprati, si attireranno addosso una fulminea distruzione.” La salvezza di Gesù è disponibile per tutti coloro che credono in Lui. Gesù non è morto soltanto per quelli che verranno salvati.

Il Calvinismo dei quattro punti (la posizione ufficiale dei Ministeri di Got Questions) considera gli altri quattro punti dell’Arminianesimo non biblici, in diversa misura. Romani 3:10–18 argomenta fortemente a favore della depravazione totale. L’elezione condizionata, o l’elezione basata sulla prescienza di Dio riguardo all’agire dell’uomo, enfatizza troppo poco la sovranità di Dio (Romani 8:28–30). La grazia respingibile sottovaluta il potere e la determinazione di Dio. La salvezza condizionata rende la salvezza un premio per le opere piuttosto che un dono di grazia (Efesini 2:8–10). Ci sono problemi con entrambi i sistemi, ma il Calvinismo è molto più biblico in confronto all’Arminianesimo. Tuttavia, entrambi i sistemi falliscono nello spiegare adeguatamente la relazione tra la sovranità di Dio e il libero arbitrio dell’umanità. Ciò è dovuto al fatto che è impossibile per una mente umana limitata discernere un concetto che solo Dio può capire appieno.


Torna alla home page italiana

Cos’è l’Arminianesimo, ed è biblico?