Uora ci desi a me firucia a Cristu…chi succedi?



Uora ci desi a me firucia a Cristu…chi succedi?

Congratulazzioni! Pigghiasti na ddecisioni ca ti cancia a vita! Forsi sta pinsannu, “Uora chi succedi? Comu accuminciu u me viaggiu cu Ddiu?” I cincu passi muntuvati cca ssutta ti danu na direzzioni ca veni ra Bibbia. Quannu hai dumanni supra u tò viaggiu, pi ffauri visita u situ www.GotQuestions.org/Sicilianu.

1. Assicùrati ca capisci soccu è u sarvamentu.

1 Giuvanni 5:13 nni rici, “Scrivu sti cosi a vvuiautri ca crirìti nto nomi ru Figghiu ri Ddiu, accussì putiti sapiri ca aviti a vita eterna.” Ddiu vuoli ca capemu soccu è u sarvamentu. Ddiu vuoli ca semu sicuri ca nni sarvamu. Videmu rapidamenti i punti cchiù mpurtanti ru sarvamentu:

(a) Tutti amu fattu piccati. Tutti amu fattu cosi ca ‘o Signuruzzu un ci piaciunu (Rumani 3:23).

(b) Pi nostri piccati, nni meritamu a punizioni ra eterna separazioni ri Ddiu (Rumani 6:23).

(c) Cristu muriu n’cruci pi ppaiari a pena ri nostri piccati (Rumani 5:8; 2 Corinzi 5:21). Cristu muriu ‘o postu nostru, i appi a punizioni ca nni meritameru nuiautri. A sò resurrezzioni ammustrò ca a morti i Cristu bastò pi ppaiari pi nostri piccati.

(d) Ddiu assicura u pirdunu i u sarvamentu a tutti chiddi ca ianu fedi ‘n Cristu – i crìrinu cà ca Sò morti paiò pi nostri piccati (Giuvanni 3:16; Rumani 5:1; Rumani 8:1).

Chissu è u missaggiu ru sarvamentu! Si avisti firucia ‘n Cristu comu u tò Sarvaturi, sì ssarvu! Tutti i tò piccati sunnu pirdunati, i Ddiu prometti ca un ti lassa i un t’abbandona mai (Rumani 8:38-39; Matteu 28:20). T’à rricurdari ca u tò sarvamentu è ‘o sicuru cu Cristu (Giuvanni 10:28-29). Si iai firucia sulu ‘n Cristu comu u tò Sarvaturi, pò stari sicuru ca passi l’eternità cu Ddiu ‘n pararisu!

2. Truova na chiesa bbuona ca nzigna a Bibbia.

Un pinzari ca ‘a chiesa è un edificiu. ‘A chiesa è fatta ri pirsoni. È assai mpurtanti ca chiddi ca criunu ‘n Cristu addiventanu amici l’uni cull’autri. Chissù è unu ri l’obbiettivi principali ra chiesa. Uora ca ci dasti firucia a Cristu, t’incuraggiamu a truvari na chiesa ca criri nna Bibbia nto to quartieri i a parrari cu preti, pì ddirici ca ià fedi ‘n Cristu.

Un secunnu obbiettivu ra chiesa è nzignari a Bibbia. Pò mparari comu applicari li nzignamenti ri Ddiu nna tò vita. Capìri a Bibbia è a cosa cchiù mpurtanti pi vvìviri na vita cristiana furtunata i forti. 2 Timòteu 3:16-17 rici, “Nta tutta a Scrittura c’è u rrespiru ri Ddiu, i a Scrittura è utili pi nzignari, rimpruverari, currèggiri i educari nna ggiustizia; accussì l’omu ri Ddiu poi sapi fari tutti i cosi cchiù bbuoni.”

Un terzu obbiettivu ra chiesa è a preghiera. A preghiera è un ringrazziamentu a Ddiu pi chiddu chi fici! Ddiu nni sarvò. Ddiu nni ama. Diu nni pensa. Ddiu ni guira i nni duna na direzzioni. L’avemu a ringrazziari pi fforza! Ddiu è santu, giustu, affettuosu, ginirùsu, i chinu i razia. Rivelazioni 4:11 rici, “Tu ti meriti, nostru Signuruzzu e Ddiu, gloria, onore e potenza, picchì criasti tutti cosi, i pa tò volontà i cosi furunu criati i ànu a sò essenza.”

3. Tutti i iorna dèdica na picca i tiempu a pinsàri a Ddiu.

È mpurtanti pi nnuiautri dedicàri tutti i iorna na picca i tiempu a pinsàri a Ddiu. Ci sù cristiani ca u chiamanu “un tiempu tranquillu.” Autri u chiamanu “devozzioni”, picchì è un momentu pi ddedicàrisi a Ddiu. Ad arcuni ci piaci cchiù assai dedicàri tiempu à matina, all’autri à sira. Unn’avi mpurtanza comu chiamati stu tiempu o cuannu vi ci dedicati. A cosa mpurtanti è passari regolarmenti na picca i tiempu cu Ddiu. Cuali su i circustanzi ca creanu u nostru tiempu cu Ddiu?

(a) Preghiera. A preghiera è na semplice discurruta cu Ddiu. Parrari cu Ddiu ri tò preoccupazzioni e probblemi. Dumannàrici a Ddiu ri dàriti saggezza i na direzzioni. Dumànnaci a Ddiu ri aiutàriti pi tò necessità. Dìcci a Ddiu chi u ami i quantu ti piaci chiddu chi ffaci pi ttia. Nta na preghiera si ricinu tutti sti cosi.

(b) Lèggiri a Bibbia. A chiesa, a Scola ra Rùminica, e/o i studi supra a Bibbia ti nzignanu soccu è a Bibbia – ma è mpurtanti ca t’à leggi sùlu. Nna Bibbia ci trovi tuttu chiddu ca ti serbi pi vvìviri na vita cristiana furtunata. Ci trovi a ddirezzioni ca ti runa Ddiu pi pigghiari na ddecisioni saggia, canùsciri a sò volontà, aiutàri l’autri, i avìri chiù spiritualità. A Bibbia è a palora ri Ddiu pi nnuiautri. A Bibbia è comu un manuali r’istruzzioni ri Ddiu ca nni nzigna comu vìviri na vita ca nni suddisfa i chi cci piaci puru a Iddu.

4. Aviri rapporti cu ccristiani ca ti ponu aiutari spiritualmenti.

1 Corinzi 15:33 nni rici, “Un vi fati mbrugghiari: ‘I mali cumpagnii ruvinanu i boni caràttiri.’” A Bibbia nni rici tanti vuoti ri stari attienti i “mali” cristiani ca putemu ncucciàri. Stari na picca i tiempu chi i cristiani ca fanu cosi storti i piccati nni faci càriri n’tentazioni. U caràttiri ri chiddi ca nni stanu vicinu nni “cuntaggia”. Pirciò è mpurtanti stari cu ccristiani ca amanu u Signuruzzu i sunnu devoti a Iddu.

Prova a truvari un amico o ddui, maiari nta tò chiesa, ca ti pozzunu aiutari e ncuraggiàri (Ebrei 3:13; 10:24). Dumànnaci i tò amici ca stanu attenti si sì responsabbile ro tò tiempu tranquillu, ri tò cosi, i ra to strata cu Ddiu. Ddumànnaci si pò fari u stissu pi iddi. Chissu un significa ca à lassari i tò amici ca un ricanùsciunu u Signuruzzu comu u sò Sarvaturi. Continua a iessiri sò amico i a vulìrici beni. Facci sapìri ca Cristu ti canciò a vita i chi un po fari cchiù i cosi ca facevi prima. Ddumànnaci a Ddiu si pò fari canùsciri Cristu ‘i tò amici.

5. Vattìati.

Tanti cristiani un capìscinu bbuonu soccu è u vattiu. A palora “vattiari” voli diri mèttiri nta l’acqua. Nn’a Bibbia u vattiu è na manera pi ddiri pubblicamente ca iai fedi in Cristu i ci vò iri appressu. U fattu di èssiri misi nta l’acqua è comu essiri sippilliti cu Cristu. U fattu i nèsciri ‘nta l’acqua è comu a resurrezzioni ri Cristu. Èssiri vattiati è comu vìviri pirsonalmenti a morti, a sepultura i a resurrezioni ri Cristu (Rumani 6:3-4).

U vattiu un ti sarva. U vattiu un lava i tò piccati. U vattiu è sulu na questioni r’obbedienza, na proclamazioni pubblica ra tò fedi ‘n Cristu pu sarvamentu. U vattiu è mpurtanti picchì è na questioni r’obbedienza – dichiarari ravanti a tutti ca iai fedi ‘n Cristu i sì devotu a Iddu. Si ssì pronto a vattiàriti, avissi a parrari cu ‘n preti.



Torna à prima paggina n sicilianu



Uora ci desi a me firucia a Cristu…chi succedi?