Perché ci sono così tanti leaders Cristiani evangelici coinvolti in scandali?



Domanda: "Perché ci sono così tanti leaders Cristiani evangelici coinvolti in scandali?"

Risposta:
In primo luogo, è importante dire che l’espressione “così tanti” non è del tutto esatta. Sembrerebbe che molti leaders Cristiani evangelici sono coinvolti in scandali, ma ciò è dovuto all’eccessiva attenzione che tali scandali ricevono. Difatti ci sono migliaia di leaders Cristiani evangelici, come pastori, professori, missionari, scrittori ed evangelisti che non hanno mai partecipato a niente di “scandaloso”.

La maggior parte di questi leaders sono uomini e donne che amano Dio, sono fedeli ai loro sposi e famiglie e gestiscono i loro impegni con onestà ed integrità. I fallimenti di pochi non dovrebbero essere usati per attaccare la fedeltà di tutti.

Detto ciò resta il problema che a volte gli scandali avvengono tra coloro che si dichiarano Cristiani evangelici. Alcuni tra i leaders più conosciuti sono stati esposti all’adulterio o alla prostituzione. Altri, invece sono stati coinvolti in frodi fiscali ed altri in illegalità finanziarie. Perché avviene ciò? Ci sono almeno tre spiegazioni: 1) Alcuni di coloro che dichiarano di essere dei Cristiani evangelici sono in realtà dei ciarlatani, 2) Alcuni leaders Cristiani evangelici diventano orgogliosi a causa della loro posizione e 3) Satana ed i suoi demoni attaccano e tentano coloro che fanno parte della leadership Cristiana perché sanno che uno scandalo, che coinvolge un leader, può avere effetti devastanti, sia sui credenti che sui non credenti.

1) Alcuni “cristiani evangelici” che sono coinvolti in scandali sono dei ciarlatani e dei falsi profeti. Gesù ha avvertito di “stare attenti ai falsi profeti”. Essi si presentano in vesti da pecore, ma dentro sono lupi rapaci. Li riconoscerete dai loro frutti.” (Matteo 7:15-20). I falsi profeti pretendono di essere uomini e donne di Dio e apparentemente sembrano leaders evangelici saldi. Ma i loro “frutti” (scandali) rivelano l’opposto di ciò che vorrebbero far credere o di quel che affermano di essere. Facendo così, essi seguono l’esempio di Satana, “non c’è da meravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce”. Non c’è da sorprendersi, poi, se i suoi servi si mascherano da servi di giustizia. La loro fine sarà ciò che le loro azioni meritano. (2 Corinzi 11:14-15).

2) La Bibbia rende chiaro che l’orgoglio precede la distruzione e che lo spirito altero precede la caduta (Proverbi 16:18). Giacomo 4:6 ci ricorda che “ Dio resiste all’orgoglioso ma dà grazia all’umile”. La Bibbia ci mette in guardia ripetutamente contro l’orgoglio. Molti leaders cristiani iniziano il loro ministero in uno spirito di umiltà e di fiducia in Dio, ma come il ministero si espande e va avanti, essi sono tentati di prendere un po’ di gloria per se stessi. Alcuni leaders, anche se con le labbra lodano Dio, poi cercano di affrontare e gestire il ministero con le proprie forze e idee. Questo tipo di orgoglio porta alla caduta. Dio attraverso il profeta Osea, avverte: “ Quando avevano pastura, si saziavano quand’erano sazi, il loro cuore si inorgogliva; perciò mi dimenticarono.” (Osea 13:6).

Satana sa che provocando uno scandalo con un leader, questo può avere un impatto potente. Così come l’adulterio del Re Davide con Bathsheba e l’omicidio di Uria causò un grave danno alla famiglia di Davide e all’intera nazione di Israele, così anche membri di chiese sono stati danneggiati e scoraggiati dal fallimento morale del proprio leader. Molti cristiani hanno indebolito la propria fede a causa del fallimento di un leader. Molti non credenti usano il fallimento di un leader come motivo del loro rifiuto del Cristianesimo. Satana ed i suoi demoni sanno questo e quindi attaccano maggiormente coloro che hanno ruoli di guida.

La Bibbia ci avverte tutti “Vegliate, il nemico, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.” (1 Pietro 5:8).

Cosa possiamo dire quando un leader Cristiano evangelico è accusato o colto in uno scandalo?

1)Non ascoltare o accettare accuse false ed infondate (Proverbi 18.8,17; 1 Timoteo 5:19)

2)Compiere appropriati passi biblici per rimproverare coloro che peccano.

3)Perdonare coloro che peccano (Efesini 4:32, Colossesi 3.13) e quando il pentimento è dimostrato, restaurare la comunione (Galati 6:1, 1 Pietro 4:8) ma non ridare incarichi di guida.

4)Essere fedele nel pregare per i nostri leaders. Sapere i problemi che affrontano, le tentazioni che soffrono e lo stress che devono sopportare ci aiuta a pregare per i nostri leaders e a chiedere a Dio di fortificarli, di proteggerli e di incoraggiarli.

5)Ma più importante di tutto, ricorda il fallimento di un leader per riporre la fede in Dio soltanto. Dio non fallisce mai, non pecca mai e non mente mai. “ Santo, Santo, Santo è il Signore, la terra è piena della Sua gloria.” (Isaia 6:3)


Torna alla home page italiana

Perché ci sono così tanti leaders Cristiani evangelici coinvolti in scandali?